Moratti: "Prima di andare al Milan, Ibrahimovic rivoleva l'Inter"

L'ex presidente nerazzurro svela un retroscena di mercato sull'attaccante svedese.

0 condivisioni 0 commenti

| aggiornato

Share

Nel 2010 Zlatan Ibrahimovic sarebbe voluto tornare all'Inter. A svelare questo retroscena di calciomercato è stato l'ex presidente nerazzurro Massimo Moratti, che ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de Il Corriere della Sera. 

Quando si stava trasferendo dal Barcellona al Milan - ha raccontato Moratti - Zlatan mi chiamò, mi parlò della trattativa e mi disse che se avessi fatto una controfferta sarebbe tornato da noi. Una controfferta pure al ribasso, si premurò di sottolineare. Un gesto che ho apprezzato molto

L'ex patron interista ha proseguito raccontando quando Ibra provò a far vendere Cambiasso, e viceversa: 

Prese il discorso alla larga, ma era chiaro volesse dirmi qualcosa di urgente. Iniziò a dirmi che la squadra avrebbe anche potuto fare a meno di Cambiasso, io strabuzzai gli occhi. Passarono i giorni e venne in sede Cambiasso, mi disse che tutto sommato la squadra avrebbe anche potuto fare a meno di Ibrahimovic...

Alla fine fu Ibra, nell'estate del 2009, a salutare per indossare la maglia del Barcellona. In quella stessa finestra di mercato arrivò a Milano Sneijder:

Il merito fu di un barista di Forte dei Marmi, che mi consigliò Sneijder con tale forza persuasiva che chiamai subito Branca chiedendogli di sentire Mourinho. Branca richiamò e disse che Mou aveva esclamato: "Magari". Così partì la trattativa, che si sbloccò velocemente anche perché al Real, Sneijder non aveva spazio

Infine Moratti ha parlato del suo sogno mai realizzato: acquistare Andrés Inista.

Ci fu subito una chiusura totale. Non da parte del giocatore, a lui nemmeno arrivammo. Incontrai i vertici del Barcellona, avevamo forza economica e persuasiva. Parlai di parecchi giocatori, ma quando pronunciai il nome di Iniesta, l'atteggiamento cambiò radicalmente. Avrei potuto fare qualsiasi offerta e sarebbe stato inutile. Non lo avrebbero mai venduto

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.