Buffon e i no alla Premier League: "Rifiutai le due di Manchester"

Lo ha rivelato lui stesso in un'intervista a Rio Ferdinand: "Quando ero a Parma mi cerco Ferguson, mentre il City voleva che io fossi il primo grande acquisto del club".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Di sicuro la carriera di Gigi Buffon è esente da rimpianti - se non fosse per quella piccola spina che si chiama Champions League, spesso avvicinata ma ancora mai arpionata - mentre, pur all'età di 41 anni, continuano a non mancargli gli stimoli.

Straordinario per uno che gioca fra i professionisti dal 1995 e che ha in bacheca 22 trofei, di cui 20 vinti con la Juventus - 9 scudetti - uno col Parma, la Coppa Uefa 1998-99, e uno, per ora, col PSG, oltre all'Europeo Under 21 del '96 e soprattutto alla Coppa del Mondo vinta in Germania con la Nazionale di Marcello Lippi nel 2006.

Fedele alla Juventus, nella quale ha militato dal 2001 al 2018, l'ha seguita anche quando è andata in Serie B, nella stagione 2006-07, in seguito alle vicende di calciopoli, nonostante avesse ricevuto a più riprese offerte da diversi top club europei.

Gigi BuffonGetty Images

Buffon, no alla Premier League: "Rifiutai entrambi i club di Manchester"

Che in tanti lo abbiano cercato nel corso di una carriera che - a parte un paio di problemi fisici e qualche episodio controverso - è sempre stata a livelli altissimi, non è certo un mistero, anche se lui non ne ha mai fatto vanto. Ora però, rispondendo alle domande di Rio Ferdinand, che lo ha intervistato per BT Sport, Buffon ha fatto "nomi e cognomi", rivelando almeno due club di Premier League che lo avevano cercato in passato:

Quando ero un ragazzo e giocavo a Parma, Ferguson mi ha seguito da vicino per due o tre anni, e ha sempre mandato degli scout per guardarmi. Ma all'epoca Parma era il mio mondo e non avevo voglia di andarmene.

BuffonGetty Images
Buffon, giovanissimo, con la maglia del Parma insieme a Fabio Cannavaro

Sir Alex è sempre stato uno dalla vista lunga - basta ricordare come scoprì e portò Cristiano Ronaldo al Manchester United - e aveva messo nel mirino quel ragazzone italiano che stava esplodendo in Serie A con la maglia del Parma: Peter Schmeichel, classe 1963, cominciava a essere avanti con gli anni e occorreva pensare a sostituirlo. Se Gigi avesse accettato la sua corte avrebbe giocato, pensate, con Roy Keane, Cantona, Scholes, Giggs e Solskjaer e, ipotizzando un suo trasferimento ai Red Devils diciamo nel '96, avrebbe vinto, oltre a 11 Premier League, due Champions League e altrettante fra Coppa Intercontinentale e Mondiale per Club. Successivamente, poi, gli arrivò anche un'altra chiamata da Manchester:

Sì, più tardi ho avuto una grande offerta dal Manchester City. Fu quando iniziarono a costruire la squadra per diventare una top in Europa. Volevano che io fossi il primo a firmare, ma sono rimasto alla Juve.

BuffonGetty Images
Gigi con la maglia della Juventus

In effetti, il turnover dei vari Given, Taylor, Hart, Bravo, Caballero fra gli altri dimostra che, fra i faraonici acquisti degli ultimi 10 anni, i Citizens non sono mai riusciti a prendere un portiere che desse davvero sicurezza alla difesa, prima di arrivare finalmente a Ederson: sicuramente Buffon avrebbe risolto il problema molto tempo prima.

Buffon PSGGetty Images
Buffon oggi al PSG

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.