Real Madrid, chi per il dopo Solari? Tre nomi sul taccuino di Perez

Un anno dopo l'addio di Zidane le merengues si trovano a dover nuovamente scegliere un tecnico dopo una stagione fallimentare tra Lopetegui e Solari: stavolta il nome sarà di quelli importanti.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Con la stagione calcistica 2018/2019 ormai entrata nella sua fase cruciale, fuori da Coppa del Re e Liga e reduce da 2 sconfitte consecutive nel Clasico contro il Barcellona, per il Real Madrid è già tempo di pensare al futuro e all'allenatore da cui ripartire dopo un'annata partita male e che rischia di concludersi allo stesso modo dopo il non fortunato avvicendamento in panchina tra Julen Lopetegui, l'uomo che la scorsa estate era stato chiamato a sostituire Zinedine Zidane, e il suo successore Santiago Solari, arrivato a fine ottobre ma incapace di rivitalizzare una squadra evidentemente arrivata alla fine di un ciclo.

Il tecnico argentino a dire la verità ha ancora la possibilità di guadagnarsi la riconferma: dovesse vincere la Champions League, la quarta consecutiva per il Real Madrid, ecco che la dirigenza delle merengues non potrebbe fare altro che confermarlo. Alternativamente Solari, nonostante il contratto valido fino al 2021 firmato dopo il periodo ad interim, sarà sollevato dall'incarico e sostituito con uno dei tre nomi che attualmente sono sulla lista stilata dal numero uno del club Florentino Perez.

Un anno dopo il traumatico addio di Zinedine Zidane il Real Madrid si trova a dover compiere nuovamente una scelta delicata, forse stavolta ancora di più rispetto a 12 mesi fa: allora le merengues arrivavano dalla terza vittoria in Champions League e avevano la convinzione di avere una squadra fortissima, a giugno saranno invece nella difficile condizione di dover riconquistare il proprio pubblico e con molte meno certezze su una rosa che è stata devastata dall'addio di Cristiano Ronaldo. Ecco perché Florentino Perez non ripeterà l'errore commesso a suo tempo, ingaggiando un tecnico di provata esperienza capace di riportare il club ai livelli che gli competono.

Real Madrid, l'allenatore Santiago SolariGetty Images
Dopo una buona partenza Santiago Solari non è riuscito a convincere la dirigenza del Real Madrid: soltanto la vittoria della Champions League potrà salvarlo.

Real Madrid, i candidati per il dopo Solari: Allegri, Löw e Pochettino

Esclusi i nomi che invece erano stati avvicinati alle merengues negli ultimi tempi - l'ex ct dell'Italia Antonio Conte, che invece sembrerebbe pronto a tornare in Serie A, e lo Special One José Mourinho, il cui ritorno è stato chiesto a gran voce da parte della tifoseria - secondo As il Real Madrid avrebbe ridotto a tre il numero dei possibili candidati considerati idonei a prendere il posto di Santiago Solari e far ripartire un club che non potrà permettersi di ripetere una stagione negativa come quella in corso.

Massimiliano Allegri

Il primo è Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus che è stato bravo a dare continuità al lavoro iniziato a suo tempo da Conte riuscendo anzi a migliorarlo: 4 Scudetti consecutivi - il quinto è in arrivo - 4 Coppe Italia e 2 finali di Champions League, dove i bianconeri si sono arresi soltanto a squadre evidentemente più forti, dovrebbero bastare per avere la fiducia incondizionata di dirigenza e tifoseria.

Invece Allegri viene spesso criticato per il gioco espresso dalla squadra, le sue vittorie vengono minimizzate, e anche se la dirigenza avrebbe intenzione di continuare con lui potrebbe essere proprio il tecnico, a fine stagione, a considerare chiuso un ciclo di vittorie iniziato 5 anni fa e a volersi lanciare in nuove avventure: la Spagna, la Liga, il Real Madrid, sono club a cui difficilmente qualunque allenatore può dire di no.

Allegri potrebbe andare al Real MadridGetty Images

Joachim Löw

Concetto che peraltro è stato espresso recentemente da Joachim Löw, ct della Germania dal lontano 2006, campione del mondo nel 2014 e clamorosamente fuori ai gironi ai Mondiali del 2018. 59 anni compiuti da poco, il tedesco ha tutte le qualità che Perez cerca in un allenatore: elegante e sofisiticato, amante del bel gioco, in una recente intervista aveva dichiarato che il Real Madrid, club che lo ha già cercato in passato, è un club prestigioso a cui nessuno potrebbe dire di no.

I problemi relativi a Löw? La scarsa esperienza a livello di squadre di club, punto in comune con quel Lopetegui che poi ha fallito sulla panchina delle merengues, va ad aggiungersi al limite principale del ct tedesco, e cioè la mancata conoscenza dello spagnolo che almeno inizialmente potrebbe metterlo in seria difficoltà sia nel comunicare con i giocatori che soprattutto nel gestire le infuocate conferenze stampa a cui ogni allenatore del Real Madrid deve sottoporsi.

Real Madrid, continua a piacere LowGetty Images

Mauricio Pochettino

Problema che non riguarderebbe invece l'argentino Mauricio Pochettino, allenatore del Tottenham Hotspur terzo in Premier League e da almeno un anno sul taccuino di Florentino Perez: parla spagnolo, fa giocare bene le proprie squadre e ha dimostrato tutto il proprio valore portando gli Spurs costantemente tra le prime in quello che se non è il campionato più bello del mondo certamente è quello più competitivo.

Gli aspetti negativi su quest'ultima scelta sono principalmente due: Pochettino ancora non ha vinto niente come tecnico e inoltre è sotto contratto con il Tottenham, club con cui il Real Madrid non ama trattare al punto da aver ritirato in passato le offerte per Kane, Eriksen e lo stesso allenatore argentino, che nell'estate del 2018 era stato dato ormai per certo come sostituto di Zidane. Il matrimonio non si concretizzò per la ferma opposizione del presidente del club londinese Daniel Levy, ed è difficile immaginare che oggi la situazione sia diversa.

Pochettino, da tempo obiettivo del Real MadridGetty Images

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.