MLS, Colorado-Portland è la partita più fredda di sempre: neve e -18

Neve, gol e spettacolo nella partita più fredda mai giocata nel campionato a stelle e strisce. A Commerce City il termometro segnava -18°. La gara è finita 3-3.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Gli Stati Uniti, si sa, sono un paese gigantesco. Basti pensare che tra New York e Los Angeles passano quasi 5 mila km e tre ore di fuso orario. Basti pensare che se vi trovaste oggi a Miami potreste tranquillamente andare al mare perché il sole splende alto e il termometro segna 30 gradi. Ma basterebbe spostarsi nel cuore degli USA per trovare un altro mondo e un freddo polare al posto degli ombrelloni e dei cocktail in spiaggia. Magari spostarsi per assistere a una gara di MLS

Basta chiedere ai tifosi (non tantissimi) che hanno assiepato le tribune del DSG Park di Commerce City e ai calciatori di Colorado Rapids e Portland Timbers che hanno dato spettacolo nella partita più fredda nella storia della MLS. Il termometro segnava -18 e la neve era la protagonista sul campo.

Una partita da record e non solo per lo spettacolo offerto in campo dalle due squadre. Parte degli Stati Uniti sono investiti da un vortice d'aria gelida proveniente dal polo nord e che sta facendo ovviamente cadere le temperature in picchiata. Un fenomeno già registrato a fine gennaio quando l'America era stata paralizzata dal freddo con il termometro capace di arrivare a -28 a Chicago causando danni e vittime. 

MLS, gelo tra Colorado e PortlandGetty Images

MLS, lo spettacolo nonostante il gelo

Ma se oggi le temperature in grandi città come New York e Chicago si aggirano tra i -2 e i -5, il vero freddo si sta concentrando negli stati centrali del paese. E così, in Colorado, a Commerce City al momento del fischio d'inizio della sfida tra i Rapids e i Timbers ecco che il termometro segnava -18 gradi. Mai si era giocato con una temperatura così bassa. Il campo del DSG Park è sì riscaldato, ma la neve con il passare dei minuti si è accumulata inesorabile.

Lo spettacolo non è comunque mancato. La sfida tra le due squadre è finita 3-3 ed è stata decisa da un gol al 94'. Quello di Andre Shinyashiki che ha dato il pareggio ai padroni di casa. I Colorado Rapids erano passati in vantaggio dopo 16' con Kamara, ma dieci minuti dopo ecco l'espulsione di Sjöberg e il pareggio di Valeri. Sembrava mettersi molto male per i Rapids quando Blanco porta in vantaggio i Portland al 46' di recupero del primo tempo.

Ma a inizio ripresa ecco l'immediato pareggio di Feilhaber. Finita? Nemmeno per idea. Al 66' Wynne si fa autogol e i Timbers tornano in vantaggio sotto una neve sempre più fitta e un termometro sempre meno clemente. Ma al 94' ecco la zampata di Shinyashiki per il definitivo 3-3. Uno spettacolo per una partita destinata, a modo suo, a rimanere nella storia della MLS.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.