Serie A, pagelle Napoli-Juventus: Emre Can morde, Insigne al palo

Il tedesco raddoppia di testa e combatte a centrocampo, il fantasista partenopeo fallisce il rigore del 2-2. Pjanic sblocca e poi prende il rosso, Malcuit disastroso.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Si chiude la ventiseiesima giornata di Serie A. E con lei - salvo rimonte clamorose che entrerebbero nella storia del calcio - anche la lotta scudetto. La Juventus piega il Napoli al San Paolo e vola a + 16 sulla seconda in classifica. Con tutti e due gli scontri diretti dalla propria parte, tra l’altro.

Le speranze della squadra di Ancelotti si fermano sul palo colpito da Insigne: il calcio di rigore fallito, decretato per il tocco di braccio di Alex Sandro, permette ai bianconeri di resistere agli assalti finali dei partenopei.

Pjanic aveva sbloccato nel primo tempo con una punizione magistrale, nata da un doppio errore di Meret e Malcuit (peggiore in campo in assoluto). Emre Can aveva raddoppiato, il bosniaco compromesso la sua prestazione pareggiando i conti dei calciatori in campo con un doppio giallo ingenuo. Callejon aveva accorciato da bomber. Poi il penalty decisivo. Quello che consegna (o quasi) il tricolore agli uomini di Allegri.

Serie A, le pagelle di Napoli-Juventus

NAPOLI (4-4-2): Meret 5.5; Malcuit 4.5 (dal 46' Mertens 6), Maksimovic 5.5, Koulibaly 6, Hysaj 5; Callejón 7 (dal 78' Ounas sv), Allan 6, Fabian Ruiz 6.5, Zielinski 7; Insigne 5.5, Milik 6 (dal 27’ Ospina 6). All.: Ancelotti 6. 

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny 6.5; Cancelo 6 (dal 61' De Sciglio 6), Bonucci 6.5, Chiellini 6, Alex Sandro 5.5; Emre Can 7, Pjanic 6, Matuidi 6; Bernardeschi 6 (dall'85' Dybala sv), Mandzukic 5.5 (dal 73' Bentancur 6), Ronaldo 5.5. All.: Allegri 6. 

I migliori

Emre Can 7

Can che abbaia… morde pure. Parte subito con convinzione per ripagare la fiducia di Allegri: si inserisce, timido non lo non è mai stato, ma al San Paolo si fa apprezzare anche all’interno dell’area di rigore avversaria. Non solo quando c’è bisogno di rompere - e interrompere - il possesso del Napoli. Con la testa, in tutti i sensi: per l’incornata del raddoppio e recuperare palloni preziosi a metà campo. 

Emre CanGetty Images
Emre Can, 25 anni, esulta dopo il gol dello 0-2

Callejon 7

L'ultimo a mollare. Gioca con cattiveria, impegno, si inserisce sul cross di Insigne e realizza il gol (il secondo in questa Serie A) che ridà speranze al Napoli. Manda in tilt Chiellini (Chiellini!) con un contromovimento da centravanti di razza. Stavolta si toglie i panni di assist-man e si trasforma in bomber. Viene sostituito perché stremato. Con il Napoli in inferiorità numerica aveva corso per due. 

I peggiori 

Malcuit 4.5

Viene espulso Meret, ma è sua almeno la metà della colpa (pure trequarti). Restituisce al portiere un pallone con sufficienza, è una giocata superficiale che mette in difficoltà il compagno, lo espone alla figuraccia, facendolo ritrovare a tu per tu con Cristiano Ronaldo. Qualche buona giocata offensiva, non basta per cancellare la frittata che regala alla Juve la punizione del vantaggio. Tant'è che viene cambiato da Ancelotti all'intervallo.

Kévin MalcuitGetty Images
Kévin Malcuit, 27 anni, colpevole con Meret dell'errore che regala alla Juventus un uomo e un rigore

Hysaj 5

Due ingenuità pazzesche su Emre Can. Sulla prima regala una punizione alla Juve quando Koulibaly aveva già sorpassato il tedesco. Sulla seconda se lo lascia sfuggire in area per il colpo di testa del 2-0. Certe leggerezza, contro una squadra del genere, non sono permesse. Compromettono la gara dei compagni.

Meret 5.5

Protagonista decisivo e sfortunato. Malcuit gli dà un pallone che è una condanna: sfiora la tibia sinistra di Ronaldo, il contatto è minimo, neanche i replay riescono a decifrare il suo intervento in uscita. Rocchi lo punisce perché il portoghese gli aveva rubato il tempo e lo aveva saltato in modo netto. Esce rammaricato: si tratta della sua prima espulsione in Serie A

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.