MMA, UFC 235: Jon Jones vince, Kamaru Usman campione tra i fischi

The Nigerian Nightmare annichilisce Tyron Woodley, scippandogli la cintura UFC con una prestazione dominante. Per Jon Jones tutto troppo facile.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ma che evento è stato UFC 235? Una nottata pazzesca quella vissuta da tutti i fan delle grandi MMA, che grazie all'ottagono della T-Mobile Arena di Las Vegas hanno vissuto emozioni come da tempo non se ne assaporavano. Quella appena trascorsa è stata senza dubbio la notte di Kamaru Usman, che dopo oltre due anni e mezzo di regno targato Tyron Woodley detronizza quest'ultimo diventando il nuovo campione dei pesi welter UFC. I due 50-44 su tre la dicono lunga su quanto i cinque round abbiano visto l'imposizione del wrestling asfissiante di The Nigerian Nightmare, comunque non sempre attivo e per questo richiamato un paio di volte dall'arbitro.

Risultato? Il pubblico ha più volte beccato il contendente al titolo, fischiandolo addirittura nei momenti di estrema staticità che avranno senza dubbio esaltato i puristi della lotta, ma annoiato i fan più casuali delle MMA. Prossimo ostacolo per Usman sarà Colby Covington, un altro che non scherza mica in fatto di wrestling non proprio esaltante. Main event di serata che ha visto, invece, Jon Jones trionfare senza possibilità d'appello su Anthony Smith. Bones fa praticamente quello che vuole per cinque round, con l'avversario che prova a rispondere alle folate del campione patendo però un po' troppo timore reverenziale. Questa la chiave di volta dell'intero match, con la ginocchiata irregolare tirata da Jones al quinto round che sembra indirizzare la contesa verso un binario thriller. Lionheart, però, tiene fede al suo nome alzando la testa e finendo con estrema dignità il match.

Main card che ha anche visto il successo di Ben Askren alla sua prima apparizione nella promotion più importante al mondo nel settore delle MMA: peccato però che a prendersi la scena sia stato il suo avversario, l'ex campione pesi welter UFC Robbie Lawler. Ruthless, infatti, dimostra di non aver affatto dimenticato i suoi trascorsi nel wrestling schiantando Funky con una FU degna del miglior John Cena. Peccato che il tutto venga vanificato da una bulldog choke non correttamente effettuata che induce Herb Dean a fermare il match, e questo nonostante Lawler fosse ancora cosciente. Rematch immediato? Speriamo. Main card che, infine, ha visto anche le vittorie di Weili Zhang e Pedro Munhoz, che si sbarazzano rispettivamente di Tecia Torres - ai punti - e Cody Garbrant. Quest'ultimo finisce giù per la terza volta consecutiva, mostrando una mascella fin troppo sospetta e che, chissà, potrebbe concretamente rappresentare un problema per il futuro.

MMA: il debutto di Ben AskrenGetty Images
MMA: il momento esatto in cui Robbie Lawler schianta Ben Askren, andando vicino successivamente al finalizzarlo in ground and pound.

MMA, UFC 235: cosa è successo nei preliminari?

Tanta carne al fuoco anche nei preliminari, con il brasiliano Johnny Walker che stende anche Misha Cirkunov facendosi addirittura male esultando. Un gran TKO, arrivato grazie ad una ginocchiata saltata messa in appena 36 secondi e chiuso con un brevissimo ground and pound. Adesso, per il buon Johnny, è tempo di affrontare un top 5 ed aspirare, chissà, anche ad una chance titolata. Vince anche Diego Sanchez, che compie uno degli upset più grossi della serata finalizzando Mickey Gall al secondo round dominandolo sul piano del wrestling e su quello del grappling.

Vince anche Zabit Magomedsharipov, che pur concedendo un round ad un sempre coriaceo Jeremy Stephens riesce comunque a portare a casa la vittoria, puntando - chissà - ad un top 5 delle 145 libbre UFC in vista del prossimo impegno. Il resto della card, tra preliminary ed early preliminary, ha offerto le vittorie di Cody Stamann contro Alejandro Perez, Edmen Shahbazyan contro Charles Byrd, Macy Chiasson contro Gina Mazany e Hannah Cifers contro Polyana Viana.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.