Liga, il presidente Tebas incalza il Real Madrid: "Troppo vittimismo"

In Cina per promuovere le sinergie con il Paese asiatico e il futuro del torneo, il numero uno del campionato spagnolo bacchetta Florentino Perez.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

In un momento decisamente delicato, accantonati gli obiettivi Coppa del Re e Liga e con il futuro di Santiago Solari ancora tutto da decidere - o forse no - il presidente del Real Madrid Florentino Perez deve registrare anche la bacchettata che gli arriva a mezzo stampa da parte del numero uno del massimo campionato spagnolo Javier Tebas, che risponde alle minacce delle merengues di lasciare il torneo in seguito a presunti abusi da parte del VAR di cui il club campione d'Europa e del mondo in carica sarebbe stato vittima.

In Cina per promuovere le future sinergie con il Paese asiatico che potrebbero portare a un enorme sviluppo commerciale del brand della Liga, Tebas ha infatti liquidato con poche ma pungenti parole le recenti dichiarazioni di Perez sulla possibilità che sia in atto un sistema teso a danneggiare il Real Madrid attraverso l'uso non corretto del VAR che potrebbe avere come conseguenza il ritiro delle proprie squadre di calcio e basket dalle competizioni nazionali.

Credo che il VAR sia uno strumento molto buono, anche se media e tifosi non hanno compreso bene quando e come va applicato, cosa che genera molta confusione in materia. Il Real Madrid potrebbe lasciare i tornei di basket e calcio? Non credo, credo piuttosto che ultimamente da parte loro ci sia troppo vittimismo. 

Liga, l'attaccante dell'Espanyol Wu LeiGetty Images
L'esplosione di Wu Lei all'Espanyol ha portato la Liga in Cina, come racconta Tebas: "Il nostro obiettivo è diventare il campionato straniero più seguito in Cina, il suo arrivo ha avuto effetti molto positivi sul calcio spagnolo."

Liga, il presidente Tebas punge Perez e critica la federcalcio

Tebas ne ha per tutti però, non soltanto per Florentino Perez. Un altro che finisce nel mirino nel corso delle dichiarazioni rilasciate all'agenzia di stampa iberica EFE è il presidente della federcalcio spagnola Luis Rubiales, che pochi giorni fa ha annunciato l'addio da parte del calcio spagnolo alle gare del lunedì.

La gara del lunedì ha anche una funzione strategica, non è un problema banale, e vedremo cosa succederà al venerdì. Dalla prossima stagione avremo uno slot orario in più, la domenica alle 14, perché quello del lunedì può creare problemi alle squadre che disputano anche le competizioni europee. Semmai credo che ci sia da discutere sul modo in cui Rubiales ci comunica certe decisioni: ultimamente abbiamo appreso del nuovo format della Supercoppa dai media del mattino, adesso scopriamo i suoi piani sul lunedì e sul venerdì attraverso Twitter. Non penso siano i luoghi appropriati per parlare di certe cose.

Dopo aver parlato della presenza sempre più forte nei social cinesi da parte dei club spagnoli ed essersi soffermato sulla possibilità che in Cina esistano altri talenti capaci di esprimersi a buoni livelli in Europa dopo Wu Lei, in gol con l'Espanyol contro il Villarreal nell'ultimo turno della Liga, Tebas si è inoltre dichiarato estremamente scettico sulla possibilità che in futuro possa davvero essere creata una Super Lega Europea.

Sono stati fatti diversi studi su questa possibilità e hanno dimostrato che nel medio termine si rivelerebbe assolutamente fallimentare. I grandi club europei sono abituati a vincere, e vincere ogni anno così diventerebbe complicato. Vorrei vedere squadre come Real Madrid e Bayern Monaco al terzo anno senza magari aver vinto una singola Super Lega, oppure impegnati a marzo in partite che non contano niente, con niente in palio. Il brand verrebbe enormemente danneggiato. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.