Inter, Icardi non ci sta: vuole un colloquio con Steven Zhang

L'attaccante argentino non ha intenzione di chiedere scusa ai compagni e chiederà un incontro direttamente col presidente.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Mauri Icardi non si arrende. Dopo i tanti capitoli della telenovela che ha movimentato le ultime settimane in casa Inter, l'ormai ex capitano nerazzurro non è ancora rassegnato e vuole difendere la sua posizione.

Dopo la lettera inviata col suo profilo Instagram e le parole di Marotta di ieri sera con cui si è cercato di spegnere un po' le fiamme, oggi arriva una nuova indiscrezione sul caso che a giudicare dalla sconfitta di Cagliari sembra aver destabilizzato l'Inter.

Secondo il Corriere dello Sport, Icardi avrebbe chiesto di parlare direttamente col presidente Steven Zhang. Il massimo dirigente dell'Inter sarà a Milano fra qualche settimana in vista del derby e l'argentino spera di avere un colloquio con lui per risolvere questa situazione.

La decisione arriva dalle aspettative del resto della dirigenza, che vorrebbe rivedere in gruppo il numero 9 dopo la fine delle cure al ginocchio e le scuse al resto della rosa. Questa via sembra però poco percorribile e per Icardi potrebbe anche arrivare una sanzione monetaria dopo il messaggio postato sui suoi canali social.

L'ipotesi più probabile è quindi che si continui nel muro contro muro, magari anche fino a fine stagione. Nonostante l'Inter sia sempre più impegnata nella lotta per un posto in Champions League e nel percorso in Europa League.

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.