Formula 1: il punto su Ferrari, Mercedes e Red Bull dopo i test

Analizziamo la situazione dei tre principali team di Formula 1 dopo i test pre-campionato a Barcellona. Ferrari, Mercedes e Red Bull non hanno mostrato tutto il loro potenziale.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

I test pre-campionato 2019 di Formula 1 sono terminati ed è tempo di bilanci. A Barcellona ciascun team ha cercato di lavorare il più possibile per arrivare pronto all'appuntamento del 17 marzo, quando si correrà la prima gara a Melbourne (Australia).

Ovviamente ci sono squadre che non hanno espresso tutto il proprio potenziale. In inverno soprattutto i top team cercano di nascondere la propria reale forza, per mostrarla poi in occasione dei gran premi. I test pre-campionato non dicono mai quali siano pienamente i valori in pista. Vanno sempre presi con le pinze, aspettando i GP per giudicare tutto meglio.

Sicuramente a Barcellona la sensazione è stata che Mercedes e Ferrari siano più avanti di tutte, con Red Bull pronta a inserirsi a volte nella lotta. Dietro alle solite prime tre squadre c'è un gruppetto con monoposto che sembrano abbastanza vicine a livello prestazionale. L'unica veramente staccata è apparsa la Williams, più indietro di tutte nelle griglia di partenza della Formula 1.

Lewis Hamilton Mercedes Formula 1Getty Images
Lewis Hamilton a Barcellona dopo il test

Formula 1, test Barcellona: la situazione in casa Mercedes

Il team Mercedes, come al solito, si è un po' nascosto. Ha cercato di percorrere più chilometri possibili e di testare l'affidabilità e l'efficacia della propria monoposto senza badare troppo al giro secco. Solo nell'ultimo giorno di test pre-campionato 2019 di Formula 1 Lewis Hamilton e Valtteri Bottas hanno utilizzato la gomma più morbida, la C5, per fare il time-attack. E il campione del mondo ha chiuso col secondo miglior tempo, a soli tre millesimi da Sebastian Vettel.

La nuova W10 ha avuto problemi solo nella prima giornata della seconda sessione, quando la power unit è stata sostituita a causa di una perdita di pressione dell'olio. Per il resto la monoposto tedesca non ha dato noie ai due piloti, confermandosi molto affidabile e veloce. Interessanti le novità aerodinamiche portate a Barcellona e che la scuderia di Brackley ha testato con buoni risultati. Hamilton si è detto fiducioso per il futuro.

Sono orgoglioso della squadra, abbiamo una grande sfida davanti e sappiamo cosa fare.  Questo è il team migliore e non si diventa campioni del mondo per caso. Essere i più veloci nel test ha poco senso, non si vince nulla. Vogliamo essere i più forti a Melbourne. La Ferrari sta avendo un buon passo ed è più veloce di circa mezzo secondo, ma so di avere un team fantastico. Non sarà una sfida tra noi e la Ferrari, ma almeno a tre.

Sebastian Vettel Ferrari SF90 Test Barcellona Formula 1 2019 Getty Images
La Ferrari SF90 dopo il botto di Vettel nel secondo giorno di test

Ferrari veloce, ma problemi di affidabilità da risolvere

La Ferrari SF90 viene data praticamente da tutti come la migliore monoposto della griglia della Formula 1 2019. Sia sul giro secco che nella simulazione gara i tempi di Sebastian Vettel e Charles Leclerc sono stati ottimi. Non sembrano esserci dubbi sulla velocità della vettura, che sicuramente ha ulteriori margini e il cui potenziale non è stato interamente svelato a Barcellona. Tuttavia, a livello di affidabilità bisogna sistemare qualcosa.

Se nei primi quattro giorni di test era tutto filato liscio la scorsa settimana, invece nei successivi quattro ci sono state noie quotidiane. Martedì problemi all'impianto di raffreddamento, mercoledì il botto di Vettel a causa di un cedimento del cerchio anteriore sinistro, mercoledì è stato lo scarico a fermare Leclerc e nell'ultima giornata Seb ha terminato la sessione in anticipo per un problema elettrico. Il team principal Mattia Binotto non ha nascosto il desiderio di avere una Ferrari SF90 più affidabile in vista del campionato.

Sono state giornate intense e ci stiamo concentrando su noi stessi. Sono contento che Hamilton pensi che noi siamo forti, ma lo sono anche loro. Presumo saremo molto vicini. Considero la nostra auto sia molto bilanciata, è guidabile e stabile in frenata. Questa è la cosa che mi è piaciuta di più. Per vincere dovremo essere i più forti e ancora non lo siamo. Vorrei vedere macchina nel complesso più affidabile. Ordini di scuderia? Non chiederemo a Leclerc di far passare Vettel, ma essendo già campione e molto esperto per ora è Seb il pilota di riferimento.

Max Verstappen Red Bull Formula 1Getty Images
Max Verstappen al box durante il test di Barcellona

Red Bull vuole essere qualcosa in più del terzo incomodo

La Red Bull era curiosa di provare per la prima volta il nuovo motore Honda. Dopo i tanti anni con propulsore Renault, la scuderia di Milton Keynes ha deciso di cambiare e pertanto a Barcellona voleva toccare con mano se la scelta potesse essere stata giusta o meno. Bisogna dire che le prime impressioni sono state positive. La power unit non ha creato problemi, consentendo ai piloti di effettuare molti giri e di registrare tempi interessanti.

La sensazione è che la Red Bull sia ancora un passo indietro rispetto a Mercedes e Ferrari, però nel team c'è la convinzione di poter lottare con loro più costantemente nel 2019. Molto dipenderà dal motore Honda, che andrà meglio valutato quando ci saranno le gare e le sollecitazioni saranno differenti rispetto ai test. La squadra ha cercato di far ambientare al meglio Pierre Gasly, arrivato dalla Toro Rosso, ma è normale che il pilota di punta sia Max Verstappen. Nell'ultimo giorno un problema al cambio ha frenato l'olandese, che rimane tuttavia fiducioso per il futuro.

Non abbiamo girato molto e speriamo che la cosa non ci danneggi molto. Ma sono abbastanza fiducioso che inizieremo bene la stagione. Mercedes e Ferrari sono molto veloci, però sono contento di quello che abbiamo fatto finora. Melbourne poi è un tracciato diverso, quindi servirà trovare un buon set-up. Siamo solo all'inizio della stagione. Nel complesso la situazione sembra promettente se guardiamo ai long run. Penso che abbiamo un pacchetto abbastanza buono e mi sento a mio agio sulla macchina. Motore Honda molto buono, sono soddisfatto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.