Neymar e i suoi idoli: "Sul campo era Robinho, fuori Batman"

La stella brasiliana del Paris Saint-Germain rivela anche cosa avrebbe fatto se non fosse riuscito a sfondare nel mondo del calcio: "Sicuramente il cantante".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Da un attaccante brasiliano, uno che indossa la maglia numero 10, ti aspetteresti che come idolo abbia qualche connazionale illustre, magari uno tra Pelé, Ronaldo o Ronaldinho. Considerando che stiamo parlando di Neymar, potremmo fare un'eccezione e prendere in considerazione anche l'ipotesi che abbia scelto l'argentino Leo Messi come musa ispiratrice, avendo condiviso con lui lo spogliatoio del Barcellona.

Invece, nell'intervista rilasciata a DAZN, la stella del Psg ha risposto in altro modo, optando per un suo connazionale, sì, ma meno illustre degli esempi precedenti:

Il mio idolo è sempre stato Robinho: da quando ero piccolo ho sempre amato tutto ciò che ha fatto e ho sempre voluto essere come lui.

Attualmente in forza ai turchi dell'İstanbul Başakşehir, Robinho ha vissuto una carriera ad alti livelli, giocando per club importanti come Real Madrid, Milan o Manchester City. Ma desta comunque un po' di stupore la scelta di O'Ney, perché è chiaro che si tratti di un altro tipo di calciatore rispetto a nomi del calibro di Pelé, Ronaldo, Ronaldinho e lo stesso Neymar.

Brasile, Neymar e Robinho insiemeGetty Images
Neymar e Robinho insieme con la Seleçao

Da Robinho a Batman, Neymar rivela i suoi idoli

Tuttavia, come da celebre locuzione latina, "De gustibus non est disputandum". Si prende atto della risposta curiosa di Neymar e si passa a quella, almeno inizialmente altrettanto particolare, quando gli viene domandato se abbia un idolo al di fuori del contesto puramente calcistico:

Nei fumetti il mio eroe è Batman (ride il brasiliano, ndr). Ma nella vita reale è mio padre.

E se vi immaginate un Neymar impegnato nel vedere più partite possibili nel corso del suo infortunio, beh, vi sbagliate. Anche stavolta il brasiliano trova il modo di sorprendere:

Mi piace tantissimo il basket. Adoro seguirlo, guardarlo e giocarci. Seguo quasi tutti i giocatori. In generale mi piace tutto quello che è sport. È strano ammetterlo, ma non mi piace guardare troppo calcio: quando sono a casa mi concentro su altri sport. Sono un atleta e ammiro gli altri atleti. So benissimo quanto sia difficile arrivare al top.

Almeno sulla sua passione per musica e canto, la risposta del giocatore del Psg non presenta colpi di scena. O'Ney replica infatti così quando gli viene domandato cosa avrebbe fatto se non fosse diventato un calciatore:

Ovviamente avrei fatto il cantante. No, canto veramente male. Una tragedia, ma basta divertirsi. Prima di una partita in genere ascolto funk brasiliano: devo ascoltarlo per forza. Non ho canzoni o cantanti preferiti, mi piace la musica del momento. Ma il mio amico Thiaguinho non manca mai.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.