Inter, parla Spalletti: "Var migliorabile e di Icardi non parlo più"

Il tecnico nerazzurro in conferenza prima della sfida di Cagliari: "La tecnologia va bene ma va guidata. Mauro? Parlo solo di chi va in campo e ha a cuore le sorti del club".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

A sentire le parole di Luciano Spalletti nella conferenza stampa prima di Cagliari-Inter, in programma venerdì sera alle 20.30, i due punti lasciati domenica sul prato del Franchi per il contestatissimo rigore assegnato da Abisso alla Fiorentina sembrano non aver lasciato scorie.

Giusto così del resto. Inutile piangere sul latte versato, occorre fare fronte alle difficoltà e guardare avanti, c'è un posto Champions da conquistare e serve concentrazione:

Ovviamente il dispiacere resta, la partita l’abbiamo fatta, ma non abbiamo portato a casa quello che meritavamo. Ora però bisogna farsi trovare pronti subito, non pensiamoci più. I ragazzi si sono allenati, ho visto le facce giuste per giocarsi questo finale di campionato.

Inter Spalletti a FirenzeGetty Images

Inter, parla Spalletti: "Il Var è migliorabile"

Con tutto ciò le domande sul Var non mancano e Spalletti non può tirarsi indietro, anzi chiude anche con una stoccatina delle sue, rivolta direttamente a Pioli:

Tecnologicamente il Var è un meccanismo perfetto. Poi le macchine vanno guidate e ci sono anche episodi che sono difficili da valutare da uno schermo. Non ho da dare consigli su come vada migliorato. Bisogna soltanto affinare l'intesa ed essere abituati all'uso, che può essere richiamato anche più volte. Per quanto riguarda Pioli ha ragione lui, stiamo facendo confusione, perché quelli della mano non sono polpastrelli ma capezzoli, se ti sbatte la palla su un capezzolo è mano ma se ti sbatte sui polpastrelli come è capitato a Hugo non è niente. 

Spalletti e PioliGetty Images
Spalletti Insieme a Pioli

"Icardi? Parlo di quelli vengono in campo"

Il dente duole ancora, insomma, e del resto come ha detto Marotta l'errore di Firenze può essere un danno irreparabile per la stagione dell'Inter, dichiarazione che Spalletti ha giudicato corretta, senza ulteriori commenti per non creare, ha detto, dubbi sul messaggio che l'ad nerazzurro ha voluto mandare. Ora l'Inter deve pensare alla classifica e alla lotta apertissima per i posti che danno accesso alla Champions League. Lo farà con o senza Icardi?

Su Mauro sono già state dette molte cose, si sono espressi già Zhang e Marotta. Io d'ora in avanti parlerò solo di quelli che ci sono, non parlerò più di Icardi. Devo parlare degli altri, che sono quelli che vengono in campo e hanno a cuore le sorti dell'Inter.

Spalletti IcardiGetty Images
Spalletti ha usato parole non tenere nei confronti di Icardi

Attenzione al Cagliari

Sicuramente parole non tenere e probabilmente motivate e meditate. A proposito di quelli ci sono, invece, il tecnico dell'Inter ha parlato di Brozovic e Vecino - "completi e perfetti per giocare insieme in quel ruolo" - di Lautaro, che sta crescendo in maniera esponenziale, sia in allenamento che in partita, dei passi avanti di Keita, vicino al rientro, di Nainggolan - "può fare ancora meglio" - e si è dilungato su Perisic:

Ivan, anche quando non fa una bella prestazione, fa ugualmente giocate importanti. E fisicamente c'è sempre, così come sulle palle inattive. Non ho dubbi: per me è forte e affidabile sotto tutti gli aspetti. È da Inter.

La chiusura è per il Cagliari, una squadra che, sono parole di Spalletti, riesce a giocare corto e verticalizzare in maniera improvvisa, con in più la fisicità di Pavoletti che crea problemi a qualsiasi difesa. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.