Calciomercato Milan, Cutrone al passo d'addio? Su di lui c'è il Torino

Il centravanti rossonero è ai margini per l'esplosione di Piatek e adesso cerca nuovi spazi. Il Torino lo segue: addio in estate?

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Patrick Cutrone saluta il Milan? L'indiscrezione arriva direttamente da Milano e, qualora le voci fossero confermate, il club rossonero perderebbe probabilmente quello che - assieme a Gianluigi Donnarumma - può essere considerato uno dei migliori pezzi pregiati prodotti di recente dal settore giovanile rossonero. La possibile partenza del classe 1998 parrebbe inevitabile, soprattutto perché sul calciomercato di gennaio Leonardo e Maldini hanno portato in squadra il bomber polacco Krzysztof Piatek, un innesto di grandissimo spessore che ha avuto subito un grande impatto sull'economia del gioco di Gattuso.

Con l'arrivo dell'ex genoano gli spazi per Cutrone si sono considerevolmente ridotti: dopo una prima parte di stagione più che discreta, condita da alcuni gol pensati sia in campionato che in Europa League, il giovane centravanti piano piano è uscito dai radar e, al momento, viene considerato alla stregua di un (seppure ottimo) comprimario. Negli scorsi giorni Donato Orgnoni, agente del ragazzo, ha rilasciato delle dichiarazioni molto criptiche riguardo al futuro del suo assistito, dicendo che se gli spazi dovessero ulteriormente chiudersi allora andranno fatte delle attente valutazioni.

Il manager precisa che Cutrone ha sempre accettato le scelte dell'allenatore, oltre ovviamente ad amare in maniera viscerale il club che lo ha visto crescere a tal punto da bruciare le tappe dell'esordio in Serie A. La situazione però adesso è molto complicata, complice anche il passaggio definitivo al 4-3-3 che penalizza in primis proprio un giocatore con le caratteristiche del classe 1998. Inevitabile quindi che si cominci a parlare di calciomercato e dei possibili risvolti estivi sul suo destino.

Patrick Cutrone, attaccante del MilanGetty Images

Calciomercato Milan, Cutrone ai saluti? Il Torino ci pensa

Secondo l'edizione odierna di Tuttosport l'attaccante milanista sarebbe seguito molto vicino dal Torino. Il club piemontese è alla ricerca di una punta da consegnare a Walter Mazzarri durante la prossima sessione estiva di calciomercato. Il motivo è molto semplice: la società cercherà di trattenere Andrea Belotti consapevole però che potrebbero arrivare offerte irrinunciabili e, di conseguenza, la prossima potrebbe essere l'estate nella quale il Gallo andrà a cantare lontano dai granata.

Inoltre, nonostante il Torino abbia il riscatto obbligatorio su Simone Zaza, è chiaro come il giocatore lucano non abbia mai legato con l'ambiente né si sia mai interamente inserito nel sistema di Mazzarri. Cairo e Petrachi proveranno a ripetere l'operazione Niang, riscattando l'ex juventino e trovandogli una sistemazione in prestito con diritto di riscatto. Inoltre, i granata incasseranno soldi freschi dal Besiktas, che verserà nelle casse societarie circa 8 milioni di euro per il riscatto di Adem Ljajic. Il tesoretto potrebbe così essere investito su un profilo alla Cutrone.

Il centravanti rossonero si esalta quando viene impiegato in un modulo a due punte e rappresenterebbe una soluzione ideale per Mazzarri, che così potrebbe tornare a schierare una squadra con tutte le pedine di ruolo e al loro posto. Pur essendo una prima punta, Cutrone è un elemento abbastanza atipico, che abbina un grande senso del gol ai tanti movimenti a svariare sul fronte offensivo. Un lavoro che, finalmente, potrebbe sgravare Belotti da troppi compiti di copertura. Al momento il ragazzo è legato al Milan fino al 2023 da un contratto che tocca il milione e 100mila euro di ingaggio.

Una cifra assolutamente sostenibile per il Torino attuale, che negli ultimi anni ha aumentato il tetto degli stipendi e oggi può vantare diversi giocatori che si assestano sopra al milione di euro. Resta da capire se ci sarà o meno concorrenza: in questo caso si scatenerebbe un'asta su un ragazzo senza dubbio interessante, che però potrebbe essere attirato da club che si giocano obiettivi più importanti di una semplice qualificazione in Europa League. Il Milan di certo non intende svenderlo: per metterci le mani su, quindi, la società di via Aldo Rossi andrà lavorata per bene ai fianchi. Guarda caso, proprio la specialità di Urbano Cairo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.