Calciomercato Juventus: plusvalenze record dopo la cessione di Audero

Con la vendita del portiere il club bianconero tocca quota 41,2 milioni incassati dalle ultime tre plusvalenze. Un ricco tesoretto, che fa respirare il bilancio della società.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Fino a pochi giorni fa i tifosi della Juventus si interrogavano sul fatto che la loro squadra a gennaio non fosse intervenuta adeguatamente sul calciomercato. I problemi, soprattutto in difesa, portavano a pensare che qualora i centrali titolari avessero poi avuto dei problemi, affrontare la seconda parte solo con Caceres e Rugani avrebbe comportato serie difficoltà. In realtà la società bianconera a gennaio ha lavorato tanto: lo ha fatto sotto traccia, andando a sistemare alcune questioni legate ad una manciata di giocatori attualmente in prestito.

Così, quella che è sembrata poco proficua, si è velocemente trasformata da sessione scarna a sessione intelligente. La Juventus, nel lasso di una ventina di giorni, ha realizzato 41,2 milioni di euro in plusvalenze, un dato molto importante se si considera che la società piemontese aveva decisamente bisogno di mettere a bilancio entrare fresche per riequilibrare una situazione di rosso, dovuta principalmente alle ingenti spese della scorsa estate.

Sia chiaro, lo diciamo soprattutto per i tifosi bianconeri, che il club non è in pericolo né - tantomeno - vicino al tracollo economico: semplicemente è una questione di tempi e modi. La Juventus ha deciso di ottimizzare i tempi e, vista l'imminente chiusura del bilancio attuale al 30 giugno 2019, ha preferito subito ridiscutere i termini di alcuni suoi calciatori mandati in giro per l'Italia. Nonostante le tante polemiche scatenate, in poco tempo i bianconeri hanno perfezionato tre trasferimenti a titolo definitivo portandosi a casa un discreto tesoretto.

Stefano Sturaro, riscattato recentemente dal GenoaGetty Images

Calciomercato Juventus, oltre 40 milioni dalle plusvalenze su tre giocatori

L'affare migliore è l'ultimo in ordine cronologico: nella giornata di martedì la Sampdoria ha riscattato il portiere Emil Audero, talento classe 1997 cresciuto nel vivaio della Juventus che si accasa al club ligure per 20 milioni di euro, la cifra pagata per il riscatto. Di questi soldi iscritti a bilancio, 19,9 milioni di euro rappresentano la succosa plusvalenza. Pochi giorni fa invece era stato il turno di Alberto Cerri, centravanti ceduto al Cagliari per 9 milioni di euro e uno dei pezzi pregiati del calciomercato giovanile.

Su di lui i bianconeri hanno guadagnato 8,4 milioni di euro, una cifra considerevole tenendo presente che Cerri è praticamente un calciatore senza esperienza in Serie A. Infine, va citato il caso che ha fatto più discutere, ovvero quello di Stefano Sturaro al Genoa. Il trasferimento del centrocampista sotto la Lanterna arriva all'interno di un giro di cambi di maglia durati anni: oggi il calciatore è rientrato dal prestito allo Sporting Lisbona dove non ha mai giocato causa infortunio, ma il Genoa lo ha comprato per 16,4 milioni pagati in quattro esercizi.

Ricavati 132 milioni di euro dalle ultime cessioni

La plusvalenza in questo caso è di 12,9 milioni di euro sui 18 totali pagati per il cartellino (16,5 più 1,5 di bonus già raggiunti), tantissimo per un giocatore fermo dallo scorso maggio e fuori dai piani della Juventus. In questo caso sono i bonus che hanno fatto molto discutere, visto che pare siano stati inseriti solo simbolicamente per gonfiare la valutazione del calciatore più facilmente: secondo i beninformati, il riscatto di Sturaro sarebbe scattato automaticamente al primo punto in campionato del Genoa dopo il suo arrivo.

Prima di questi tre, a lasciare la Juventus erano stati Rolando Mandragora e Mattia Caldara: il primo, passato all'Udinese per 20 milioni di euro, aveva fruttato una plusvalenza pari a 14,7 milioni, ma Marotta e Paratici si erano riservati di mettere come condizione la clausola di recompra. La strategia è vincente visto che, nelle ultime due sessioni di calciomercato, la società ha incassato la bellezza di 132 milioni di euro totali. Tra i tanti giocatori ceduti figurano anche Cristian Tello, il giovane Magnani del Sassuolo, Riccardo Orsolini e Mehdi Benatia.

I prossimi a essere riscattati, regalando ulteriori entrare alla Juventus, saranno invece Marko Pjaca e Andrea Favilli. Quest'ultimo, probabilmente, entrerà nell'affare che porterà il talento argentino Romero a Torino la prossima estate, all'interno di un'operazione di calciomercato che verrà definita attorno ai 30 milioni di euro. Guarda caso, l'esatta cifra totale tra il cartellino di Sturaro (18) e quello dello stesso Favilli (12).

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.