Formula 1, Hulkenberg svetta nell'ultimo giorno di test. Sesto Leclerc

Hulkenberg fa il miglior tempo nell'ultima giornata di test. Le Mercedes iniziano a farsi vedere, Leclerc si conferma veloce e Red Bull sperimenta l'affidabilità del motore Honda.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Concluso il quarto e ultimo giorno di test Formula 1 2019 di questa prima sessione a Barcellona. Anche oggi i vari team hanno continuano a lavorare sulle rispettive monoposto sfidandosi a colpi di assetti, aerodinamica, gestione gomme e tutti quegli aspetti necessari per essere competitivi in un campionato ormai molto estremo a livello tecnico. Rivedremo i piloti in azione dal 26 febbraio al 1° marzo le ultime giornate di prove invernali, sempre sul circuito catalano.

Intanto oggi il miglior tempo l'ha registrato Nico Hulkenberg in 1'17"393 con la Renault. Il pilota tedesco ha corso nel pomeriggio, riscontrando anche un problema tecnico che lo ha fermato poco prima delle 17. Solamente 24 i giri da lui effettuati, decisamente pochi. Già al mattino il suo compagno Daniel Ricciardo ne aveva messi insieme solo 34, anche se alla fine l'australiano ha comunque il terzo miglior crono giornaliero (1'17"785). Però conta relativamente, dato che in questi test i team di F1 puntano a fare più chilometri possibili per valutare l'affidabilità delle monoposto e il funzionamento delle varie novità tecniche, oltre che la prestazione con le diverse gomme.

Sicuramente interessante il rendimento del rookie Alexander Albon, che con la Toro Rosso ha messo insieme la bellezza di 136 giri e ha chiuso in terza posizione. Ha confermato che il motore Honda è affidabile, come si era già visto nei giorni precedenti. Con lo stesso propulsore anche la Red Bull di Pierre Gasly, il quale ha fatto un lavoro differente e oggi ha concluso con l'undicesimo crono (1'18"780) ma percorrendo la bellezza di 146 tornate. La power unit giapponese non ha dato noie alla RB15, dunque la scuderia di Milton Keynes può dirsi soddisfatta di questo primo test di Formula 1 2019.

Charles Leclerc Ferrari Test Formula 1 2019 BarcellonaGetty Images
Charles Leclerc in pista nel test F1 di Barcellona

Formula 1, test Barcellona: Mercedes si fa vedere, conferma Leclerc

Oggi le Mercedes sono state meno nascoste che nelle giornate passate. Sicuramente non è emerso ancora tutto il potenziale della nuova W10, però i piloti hanno cominciato ad abbassare i tempi. Valtteri Bottas nel pomeriggio ha chiuso in 1'17"857 prendendosi il quarto posto in classifica. Dietro di lui Lewis Hamilton, in pista al mattino, di circa un decimo. Sono 115 i giri completati dal team di Brackley, con diversi short run messi insieme per saggiare la velocità pura della monoposto.

È proseguito positivamente anche il lavoro di Charles Leclerc, sesto in 1'18"046 con la nuova Ferrari SF90. Il talento monegasco ha siglato un tempo più basso rispetto al compagno Sebastian Vettel, però rimane con i piedi per terra. Sa che deve ancora macinare tanti chilometri prima di potersi dire al livello del compagno. Certamente i segnali che lanciato in questi primi giorni di test Formula 1 2019 sono stati incoraggianti per il futuro. È stato importante non avere problemi alla vettura, dimostratasi affidabile e veloce.

Non vedevo l'ora di provare questa macchina con le nuove ali anteriori per vedere il feeling. Sono stato sorpreso perché era già una macchina molto solida. Un onore fare i primi giri. Lunedì i top team sembravo molto stabili, sono buone macchine. Ho molto da imparare. Non ho molta esperienza in Formula 1 e con la testa non vedo l'ora di lottare e girare con i migliori. Lo vedremo alla prima gara se sono preparato. Sulla performance è difficile giudicare. Avere la macchina già abbastanza simile a come la voglio è già uno step molto positivo.

E incoraggianti sono state anche le prestazioni della McLaren, che è riuscita a mettere insieme un bel po' di giri nelle diverse giornate. Anche oggi il motore Renault non ha dato problemi a livello di affidabilità. Lando Norris ha chiuso il Day-3 al settimo posto con 132 giri tornate collezionate. Il giovane debuttante può dirsi soddisfatto, il fuori pista del mattino non l'ha ostacolato. Dietro di lui Antonio Giovinazzi, che con la C38 del team Alfa Romeo Racing è stato il più attivo in pista (154 giri) e ha siglato il crono di 1'18"511. L'italiano ha preceduto la coppia Grosjean-Magnussen della squadra americana Haas. Nelle ultime due posizioni le Williams di Robert Kubica e di George Russell. Il polacco ha fatto peggio del giovane compagno a livello di tempo, però ha percorso più chilometri (48 giri contro 17). La FW42 ha bisogno di girare tanto, il distacco dalla concorrenza è ampio e non aver partecipato al test per i primi due giorni e mezzo è stato un handicap grave.

Di seguito la classifica finale con i tempi ufficiali di questo quarto giorno di test F1 2019 a Barcellona. Da segnalare che i primi quattro piloti hanno ottenuto i loro best lap utilizzando la gomma più morbida (C5), mentre Hamilton ha usato la C4 e Leclerc quella media (C3). 

  1. Nico Hulkenberg, Renault - 1'17"393 (24 giri)
  2. Alexander Albon, Toro Rosso-Honda - 1'17"637 +0"244 (135)
  3. Daniel Ricciardo, Renault - 1'17"785 +0"392 (34)
  4. Valtteri Bottas, Mercedes - 1'17"857 +0"464 (54)
  5. Lewis Hamilton, Mercedes - 1'17"977 +0"584 (58)
  6. Charles Leclerc, Ferrari - 1'18"046 +0"653 (138)
  7. Lando Norris, McLaren-Renault - 1'18"431 +1"038 (130)
  8. Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo-Ferrari - 1'18"511 +1"118 (152)
  9. Romain Grosjean, Haas-Ferrari - 1'18"563 +1"170 (64)
  10. Kevin Magnussen, Haas-Ferrari - 1'18"720 +1"327 (64)
  11. Pierre Gasly, Red Bull-Honda -1'18"780 +1"387 (146)
  12. Lance Stroll, Racing Point-Mercedes - 1'19"664 +2"633 (72)
  13. George Russell, Williams-Mercedes - 1'20"997 +3"604 (14)
  14. Robert Kubica, Williams-Mercedes - 1'21"542 +4"149 (48)

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.