Manuel Bortuzzo, al via la riabilitazione: "Ora inizia l'allenamento"

Il nuotatore 19enne, ferito al midollo da un agguato nella notte tra il 2 e il 3 febbraio, parla dal Santa Lucia di Roma: "Darò tutto quello che ho, perché qui ci voglio rimanere poco".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Pronto a ripartire, con quel sorriso che non l'ha mai abbandonato e un messaggio di ringraziamento dedicato a chi l'ha sostenuto in 15 giorni lunghi e complicati. Così Manuel Bortuzzo, il nuotatore ferito per errore a colpi di pistola in un agguato nel quartiere Axa di Roma mentre era all'esterno di un pub dove stava trascorrendo la serata con gli amici e la fidanzata, è comparso sui social per la sua prima uscita in pubblico dopo quella maledetta notte tra il 2 e il 3 febbraio, che gli ha provocato gravissime lesioni al midollo spinale.

Le ultime due settimane hanno portato in dote flebili speranze, amare sentenze e la necessità di reagire. Manuel è rimasto a Roma, ma è stato trasferito nella fondazione Santa Lucia, istituto di ricovero e cura a carattere scientifico dove inizierà la neuroriabilitazione nel centro spinale. Proprio dal letto del centro è stato registrato il filmato con la sua prima apparizione in pubblico: nel video, il giovane nuotatore originario di Trieste sorride e gesticola. 

Manuel non camminerà più: è la consapevolezza con la quale, come spiegato dai medici dell'ospedale San Camillo di Roma, il nuotatore 19enne dovrà convivere. Per quella sparatoria sono stati arrestati due pregiudicati di 24 e 25 anni, Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, che hanno confessato di aver sparato per errore. Bortuzzo e la sua famiglia, però, stanno reagendo. Con una convinzione: nulla è impossibile. Lo racconta il volto sorridente di Manuel, che vestito con cappellino, maglietta della Federnuoto e un tricolore sulla manica del braccio sinistro ha salutato tutti i suoi tifosi e chi gli è stato vicino. Con una scommessa da vincere: sovvertire il drammatico responso dei medici.

Sono appena arrivato nel mio nuovo campo da combattimento, ci rimarrò per parecchio. Sono contento, sto bene e volevo semplicemente ringraziare tutte le persone che lavorano nell'ospedale San Camillo di Roma. Medici e infermieri mi hanno dato una grande mano. Ringrazio la Federazione, che ha contribuito a rendere questo mio percorso migliore. Voglio dare tutto quello che ho, perché qui ci voglio rimanere poco.

Manuel Bortuzzo in piscina: il 19enne ha mandato un messaggio rassicurante sui socialFacebook/#TutticonManuel
Manuel Bortuzzo in piscina: il 19enne di Trento ha mandato un messaggio rassicurante sui social

"Ogni giorno lavoro con il sorriso grazie a voi": la promessa di Manuel Bortuzzo ai suoi tifosi

Il video è stato postato sulla pagina Facebook #Tutticonmanuel e si chiude con una frase che, pronunciata dallo sportivo friulano, suona più come una promessa che non come un semplice aggiornamento:

 Ci teniamo in contatto sui social. Grazie del supporto, leggo tutto. E niente, adesso si inizia l'allenamento.

Nel centro del Santa Lucia, Manuel non sarà solo: accanto a lui lavoreranno ogni giorno anche gli atleti della nazionale italiana di pallacanestro in carrozzina. Oggi il suo coraggio, che ha colpito migliaia di tifosi e persone comuni che in suo onore hanno organizzato fiaccolate e mandato messaggi di sostegno alla famiglia, chiama a raccolta altro sostegno: la Federazione Italiana Nuoto ha anche costituito un Fondo, Give #TUTTICONMANUEL, per promuovere una campagna di crowdfunding e finanziare il percorso riabilitativo. Un cammino impervio, che Bortuzzo affronterà con le sue migliori armi: ottimismo e sorriso.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.