Milan: rosa della squadra e numeri di maglia 2018/2019

Archiviata la deludente esperienza con Yonghong Li, i rossoneri sono ripartiti dal fondo Elliott e da una certezza: mister Gennaro Gattuso.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Avrebbe dovuto cambiare la storia del Milan, riportandolo ai suoi antichi fasti, ma dopo una sola stagione l’esperienza di Yonghong Li alla guida del club rossonero si è conclusa con il passaggio del Diavolo al fondo d’investimento americano Elliott. Scongiurato il rischio di non partecipare all’Europa League faticosamente conquistata sul campo a causa di problemi di bilancio, la nuova proprietà ha operato un profondo restyling a livello dirigenziale, facendosi sentire il suo peso anche migliorando la rosa del Milan con gli acquisti di Caldara, Bakayoko, lo spagnolo Castillejo e soprattutto il Pipita Gonzalo Higuain, arrivato dalla Juventus nell’ambito dell’operazione che ha riportato in bianconero il deludente – in rossonero – Bonucci.

Dei nuovi acquisti soltanto Bakayoko ha saputo però recitare un ruolo da protagonista, pur impiegando del tempo per inserirsi in squadra e abituarsi al calcio italiano. Caldara è stato frenato da un infortunio, Castillejo si è visto soltanto a sprazzi e Higuain, bomber notoriamente affidabile, si è perso arrivando al punto di lasciare Milano a gennaio.

Nello stesso mese due brillanti operazioni di calciomercato hanno arricchito la rosa del Milan: il talentuoso brasiliano Lucas Paquetà e soprattutto il bomber polacco Krysztof Piatek, che piaceva a mezza Europa e che il Milan è stato bravo a prelevare dal Genoa. Questi ultimi due acquisti hanno dato la scossa e permesso alla squadra di ritrovare forza e convinzione nella lotta per il quarto posto che in questa stagione è obiettivo imprescindibile e che significherebbe tornare in Champions League dopo anni di assenza.

Rosa Milan, è Gattuso il punto fermoGetty Images
Promosso alla guida della prima squadra nel dicembre del 2018, circondato da molto scetticismo e alle prese con una situazione non facile, Gennaro Gattuso ha dimostrato tutto il suo valore come allenatore riportando la squadra in Europa.

La rosa del Milan 2018/2019: addio Higuain, benvenuto Piatek

La strada per tornare grande è ancora lunga, tuttavia dopo una serie di stagioni travagliate il Milan di oggi sembra avere una proprietà solida e ambiziosa, una dirigenza ben strutturata e una rosa che può essere ancora migliorata ma che sembra aver trovato alcuni cardini per il presente e per il futuro. La differenza potrebbe farla, come ai tempi in cui era un calciatore, il mister Gennaro Gattuso, arrivato circondato da un certo scetticismo e che invece con il duro lavoro ha saputo dimostrare tutte le sue qualità. A lui il Diavolo si affida per tornare a fare paura a tutti. Ecco la rosa del Milan 2018/2019, con la lista di tutti i giocatori e rispettivi numeri di maglia:

Portieri

  • 25 – Pepe REINA (31/08/1982)
  • 90 – Antonio DONNARUMMA (07/07/1990)
  • 99 – Gianluigi DONNARUMMA (25/02/1999)

Difensori

  • 2 – Davide CALABRIA (06/12/1996)
  • 12 – Andrea CONTI (02/03/1994)
  • 13 – Alessio ROMAGNOLI (12/01/1995)
  • 17 – Cristian ZAPATA (30/09/1986)
  • 20 - Ignazio ABATE (12/11/1986)
  • 22 – Mateo MUSACCHIO (26/08/1990)
  • 23 – Ivan STRINIC (17/07/1987)
  • 33 – Mattia CALDARA (05/05/1994)
  • 68 – Ricardo RODRIGUEZ (25/08/1992)
  • 93 – Diego LAXALT (07/02/1993)

Centrocampisti

  • 4 – José MAURI (16/05/1996)
  • 5 – Giacomo BONAVENTURA (22/08/1989)
  • 14 – Tiémoué BAKAYOKO (17/08/1994)
  • 16 – Andrea BERTOLACCI (16/01/1991)
  • 18 – Riccardo MONTOLIVO (18/01/1985)
  • 21 – Lucas BIGLIA (30/01/1986)
  • 39 – LUCAS PAQUETÁ (27/08/1997)
  • 79 – Franck KESSIÉ (19/12/1996)

Attaccanti

  • 7 – SAMU CASTILLEJO (18/01/1995)
  • 8 – SUSO (19/11/1993)
  • 10 – Hakan CALHANOGLU (08/02/1994)
  • 11 – Fabio BORINI (29/03/1991)
  • 19 – Krysztof PIATEK (01/07/1995)
  • 63 – Patrick CUTRONE (03/01/1998)
Rosa Milan, i colpi di gennaio Lucas Paquetá e PiatekGetty Images
Lucas Paquetá e Krysztof Piatek, i colpi del calciomercato di gennaio del Milan.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.