Argentina, Banfield-River: via le luci per far andare un giocatore al bagno?

Il tecnico del River Plate, Marcelo Gallardo, è convinto che il Banfield di Crespo abbia fatto togliere la corrente di proposito per permettere a Payero di andare in bagno.

0 condivisioni 0 commenti

| aggiornato

Share

È lunedì, eppure abbiamo già la storia della settimana. Siamo in Argentina, all'Estadio Florencio Sola si sta giocando Banfield-River Plate valida per la 19esima giorata di Superliga. Finirà 1-1 in virtù delle reti segnate al 57' da Fontana (in netto fuorigioco) e all'84' da Pratto (tap-in dopo aver sbagliato il rigore). Ma ciò che fa parlare è quanto successo al 27'.

Un minuto prima Martin Payero, centrocampista del Banfield, si avvicina al suo capitano, Renato Civelli, che a sua volta va dall'allenatore Hernan Crespo (al debutto sulla panchina del Taladro) e gli comunica che il compagno di squadra ha problemi di stomaco: Payero deve andare urgentemente in bagno. Passano pochi second e improvvisamente la luce allo stadio va via. Si verifica un blackout che dura ben 20 minuti, ovviamente Payero ne approfitta per correre negli spogliatoi a "liberarsi".

Nel post-partita il tecnico del River, Marcelo Gallardo, accusa i padroni di casa di aver causato intenzionalmente il blackout per permettere a Payero di rispondere alla "chiamata" della natura e non restare così in dieci uomini. In casa Banfield parla invece il preparatore atletico Alejando Kohan: "Sì, Payero è andato in bagno durante il blackout, ma è stato un caso che sia andata via la luce. Noi non sappiamo nulla". Non resta che aspettare aggiornamenti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.