Inter, Marotta chiama Wanda Nara. E spuntano minacce e pedinamenti

L'amministratore delegato nerazzurro ha chiamato la moglie-agente di Icardi per esprimere solidarietà dopo l'increscioso episodio di sabato mattina.

0 condivisioni 0 commenti

| aggiornato

Share

Un sabato di paura. Ieri mattina la macchina su cui viaggiavano Wanda Nara e i suoi figli è stata colpita da un sasso. Fortunatamente nessuno si è fatto male, ma lo spavento è stato tantissimo. Secondo La Gazzett dello Sport, la moglie-agente di Icardi non avrebbe ancora denunciato l'episodio ma potrebbero farlo a breve. Anche perché pare abbia fatto sapere di essersi sentita seguita fin sotto la sua abitazione. Un folle clima di paura che col calcio non ha nulla a che vedere. 

L'edizione odierna del Il Corriere della Sera ricostruisce quanto accaduto. Sembra che ben tre macchine stessero seguendo quella di Wanda Nara, prima che da una di queste venisse scagliato un sasso. Sul quotidiano si legge anche che nei giorni scorsi Wanda Nara avrebbe ricevuto pesanti minacce via sms. Ecco perché, per proteggerla, Mediaset starebbe valutando di escluderla momentaneamente da Tiki Taka, programma in cui l'argentina ricopre il ruolo di opinionista.

Intanto l'amministratore delegato dell'Inter Beppe Marotta ha chiamato immediatamente Wanda Nara per esprimere solidarietà e vicinanza. Ci aveva già pensato Luciano Spalletti in conferenza, dichiarando: "Spero che venga preso l'autore, bisogna presentare denuncia perché queste cose non vanno bene". La speranza è che la situazioni torni alla normalità e si torni il prima possibile a parlare di calcio. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.