City, che fine ha fatto Mahrez? Guardiola: "Non gioca per colpa mia"

Arrivato in estate per 68 milioni di euro, l'algerino fatica a trovare spazio. Il tecnico spagnolo ammette: "Non riesco a dargli il minutaggio che merita."

0 condivisioni 0 commenti

di -

Share

Protagonista principale insieme a Jamie Vardy nella storica vittoria della Premier League da parte del Leicester, acquistato la scorsa estate dal Manchester City per 68 milioni di euro - cifra che lo ha reso il calciatore africano più costoso di sempre - Riyad Mahrez fatica a trovare spazio nei piani di Pep Guardiola e nelle ultime settimane è finito spesso in panchina in luogo di Sané, Bernardo Silva e Sterling, suoi diretti concorrenti per un posto da titolare.

28 anni il prossimo 21 febbraio, esterno d'attacco dalle qualità tecniche e atletiche straordinarie, Mahrez era arrivato ai Citizens con la convinzione di aver finalmente raggiunto quel top club che gli avrebbe permesso quella definitiva consacrazione a lungo rimandata in una carriera divisa tra i francesi del Le Havre, dove ha giocato dal 2010 al 2014, e le Foxes del Leicester, dove è arrivata appunto la vittoria della Premier League nel 2016 e la fama mondiale.

La realtà al City si è rivelata ben più amara per l'algerino, che nonostante un buon inizio di stagione (gol e doppio assist in Champions contro lo Shakhtar Donetsk, doppietta al Cardiff, rete decisiva nel successo contro il Tottenham) non è mai riuscito a conquistare definitivamente un posto da titolare nei piani di Guardiola e anzi negli ultimi tempi è finito ai margini: nel 2019 sono arrivati appena 25 minuti in campionato (3 contro l'Arsenal, 22 con il Chelsea) a fronte di 4 panchine e una gara in cui non è stato neanche convocato. Due sole gare da titolare, entrambe in FA Cup nei facili successi (7-0 e 5-0) contro Rotherham e Burnley.

Mahrez non trova spazioGetty Images

Mahrez, che fine hai fatto? Guardiola: "È soltanto colpa mia"

Proprio in FA Cup Mahrez dovrebbe ritrovare posto nell'undici titolare, nell'impegno di oggi pomeriggio contro il Newport County 15esimo in quarta serie. Per quanto riguarda il futuro, però, sembra che l'algerino dovrà pazientare e aspettare la sua occasione visto lo straordinario momento di forma dei compagni con cui è chiamato a misurarsi per avere spazio dal primo minuto. Pep Guardiola, tuttavia, sottolinea di essere estremamente contento del giocatore e dell'apporto da lui fornito fino a questo momento della stagione.

Sono io la ragione per cui non gioca, lui non ha assolutamente nessuna colpa. E sono triste perché è un giocatore incredibilmente talentuoso che si allena con grande intensità. Ma in questo momento abbiamo 5 attaccanti, e nell'ultima gara neanche Sané ha trovato spazio. Sono giocatori incredibili, come ad esempio Bernardo Silva o Sterling, sono in grandissima forma ed è per questo che Riyad non gioca. Non ci sono altre ragioni, non sono deluso da lui o cose del genere.

In un grande club come il Manchester City la concorrenza è indubbiamente spietata, e anche un campione non ha il posto garantito. Tuttavia Guardiola ribadisce un concetto che ha molto a cuore: il giocatore sta facendo il massimo, semmai la colpa è sua che non riesce a mostrargli nei fatti la stima che prova nei suoi confronti. Anche se potrebbe essere soltanto questione di tempo.

Siamo contenti di lui, ma sfortunatamente non riesco a dargli il minutaggio che merita. Sono dispiaciuto di questo, è tutto quello che posso dire. Mi rendo conto che non è facile per chi non gioca regolarmente entrare e dare un contributo di alto livello, ma dategli 4-5 partite di fila e giocherà al livello degli altri, lo ha già dimostrato quando ha trovato spazio. Non ho alcun dubbio sulle sue qualità, se continuerà a tenere duro il suo momento arriverà e sono sicuro che lo sfrutterà molto bene.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.