Europa League, le pagelle di Rapid Vienna-Inter: Lautaro determinate

L'argentino conquista il rigore e lo trasforma con freddezza, tra i nerazzurri buone anche le prove di de Vrij e Miranda.

124 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'Inter arriva ai sedicesimi di Europa League in un periodo turbolento: la vittoria di Parma ha ridato morale (e soprattutto punti) a una squadra in crisi, poi però è arrivato il terremoto Icardi a sconvolgere tutto. Fascia di capitano tolta e affidata a Handanovic, con l'argentino che poi ha anche rifiutato la convocazione per il match di questa sera. Spalletti e i suoi, per il momento, si lasciano tutto alle spalle: c'è il Rapid Vienna da affrontare.

I nerazzurri hanno segnato solo 2 gol in 5 partite ufficiali nel 2019, il Rapid Vienna ha il peggior attacco del campionato austriaco e in campo per la prima mezz'ora si vede: nessuna delle due squadre riesce a rendersi veramente pericolosa, poi ci pensa Lautaro Martinez ad accendere la scintilla: l'argentino guadagna il rigore e realizza il suo primo gol in Europa League. Il numero 10 ha sul sinistro anche l'occasione del raddoppio allo scadere della prima frazione, ma Strebinger è bravo ad opporsi.

L'Inter nella ripresa si limita sostanzialmente a gestire il vantaggio, mentre dall'altra parte Kühbauer tenta di cambiare le carte in tavola e per poco non ci riesce: il neo-entrato Knasmullner al 66' può pareggiarla da distanza ravvicinata, ma Handanovic è bravo a respingere il suo tentativo. I minuti passano, il risultato non cambia, e così i nerazzurri tornano a Milano con una seria ipoteca sulla qualificazione.

Europa League, vittoria per l'Inter di SpallettiGetty Images

Europa League, le pagelle di Rapid Vienna-Inter

  • Rapid Vienna (4-2-3-1): Strebinger 6.5; Potzmann 5.5, Sonnleitner 6.5, Hofmann 5.5, Bolingoli 6.5; Grahovac 6 (64' Knasmullner 6), Ljubicic 5.5; Thurnwald 5 (53' Schobesberger 6), Schwab 5.5, Ivan 6; Berisha 5 (84' Murg s.v.). All. Kühbauer 5.5
  • Inter (4-2-3-1): Handanovic 6.5; Cedric 6, de Vrij 6.5, Miranda 6.5, Asamoah 6; Vecino 5.5, Borja Valero 6; Politano 6 (78' Candreva 6), Nainggolan 5.5 (82' D'ambrosio s.v.), Perisic 6.5; Lautaro Martinez 6.5. All. Spalletti 6.5

I migliori

Lautaro Martinez 6.5

Decisivo in Serie A, decisivo in Europa League: Lautaro si ripete anche a Vienna sostituendo alla grande Icardi. L'argentino, dopo la rete a Parma, segna ancora conquistando il rigore con caparbietà e realizzandolo con freddezza. 

Miranda-de Vrij 6.5

Più che sufficiente anche la prova dei due centrali nerazzurri, che offrono una prestazione attenta e di qualità. L'olandese prova anche qualche lancio, il brasiliano si limita all'ordinaria amministrazione e il risultato generale, alla fine, è ancora una volta convincente.

I peggiori

Thurnwald 5

Poco presente sul fronte offensivo, decisivo in negativo in fase difensiva: Thurnwald è sfortunato e ingenuo in occasione del fallo da rigore su Lautaro Martinez. E Kühbauer decide di richiamarlo in panchina dopo soli 8 minuti nella ripresa.

Berisha 5

Anche lui si fa vedere poco, non ha demeriti difensivi ma rimedia un cartellino giallo ingenuo per un fallo inutile su Asamoah nella ripresa: era diffidato, salterà il match di ritorno a San Siro. 

Europa League, non bene Berisha Getty Images

Gli allenatori

Kühbauer 5.5

Il Rapid Vienna è ben organizzato e per una mezz'ora buona riesce a chiudere l'Inter senza troppi affanni. Poi, però, dopo il gol subito gli austriaci non riescono praticamente mai ad impensierire Handanovic.

Spalletti 6.5

Con la grana Icardi (e tutte le sue implicazioni) non era facile fare punti fuori casa, ma la sua Inter è rimasta lucida e ha fatto valere la sua superiorità tecnica. Non una prestazione incredibile, ma l'importante era vincere. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.