Copa America, edizione 2019: i tre gironi della competizione

12 squadre pronte a darsi battaglia in Brasile, presenti anche il Qatar come detentrice della Coppa d'Asia e il Giappone finalista. Si gioca dal 14 giugno al 7 luglio.

41 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

A 3 anni di distanza dalla seconda vittoria consecutiva del Cile, la Copa America è pronta a tornare protagonista nell'estate 2019. L'edizione che andrà in scena dal 14 giugno al 7 luglio si disputerà in Brasile, con la nazionale padrona di casa a caccia di una vittoria, la nona, che manca dal 2007.

Si giocherà in 5 città: Belo Horizonte, Rio de Janeiro, Salvador de Bahia, Porto Alegre e San Paolo, l'unica che metterà a disposizione due stadi. Sarà anche l'ultimo torneo che si disputerà in anni dispari.

Dal 2020, infatti, anche la Copa America si uniformerà agli Europei, con cadenza quadriennale negli anni pari, ma rimarrà in vigore la possibilità di disputare un'edizione straordinaria qualora un numero sufficiente di squadre CONMEBOL ne facciano richiesta. È stato il caso del 2016, anno in cui si è celebrato il centenario della federazione continentale e del torneo stesso.

Copa América 2019, si riparte dopo i due successi del CileGetty Images
Copa América 2019, si riparte dopo i due successi del Cile

Copa America 2019, i quattro gironi della competizione

12 squadre saranno ai nastri di partenza dell'edizione 2019. Verranno divise in 3 gironi da 4, ma soprattutto includeranno due Nazionali provenienti dall'AFC, la federazione asiatica. Giocheranno la Copa America il Qatar, fresco vincitore della Coppa d'Asia, e il Giappone, sconfitto in finale ed invitato per la seconda volta dopo la partecipazione del 1999.

Gruppo A

I padroni di casa sono stati inseriti nel Gruppo A. Grande pressione sul Brasile di Neymar, soprattutto dopo aver fallito la vittoria dei Mondiali nel 2014. Vincere la Copa Amrica porrebbe fine ad un digiuno che dura da 12 anni, ma sulla strada della Nazionale verdeoro ci sarà innanzitutto la Bolivia, primo avversario in ordine cronologico.

Se il primo posto nel girone non sembra in discussione, il secondo sarà un affare tra la squadra del CT Villegas, il Venezuela e soprattutto il Perù, che vuole confermare il suo valore dopo la partecipazione ai Mondiali in Russia.

  • Brasile
  • Bolivia
  • Venezuela
  • Perù
BrasilGetty Images
Il Brasile gioca di nuovo in casa dopo i Mondiali del 2014: arriverà un successo?

Gruppo B

Nel Gruppo B c'è un'altra forte candidata alla vittoria finale, l'Argentina, che non vince la Copa America addirittura dal 1993. Quello di 26 anni fa è anche l'ultimo trofeo vinto dall'Albiceleste, che in Brasile ha già sfiorato la vittoria dei Mondiali nel 2014.

Tutti a caccia di Messi, ma non è un girone semplice. Sulla strada degli argentini c'è la Colombia, ma anche un Paraguay da non sottovalutare. Chiude il cerchio il Qatar, su cui c'è grande curiosità dopo il successo in Coppa d'Asia e in previsione dei Mondiali 2022.

  • Argentina
  • Colombia
  • Paraguay
  • Qatar
MessiGetty Images
L'Argentina non vince la Copa América dal 1993: Messi sfida ancora i suoi demoni

Gruppo C

L'ultimo raggruppamento è quello dei campioni in carica. Il Cile si presenta in Brasile dopo aver fallito la qualificazione ai Mondiali dello scorso anno, ma soprattutto con la pressione di dover difendere i due titoli conquistati nel 2015 e nel 2016.

Obiettivo complicato fin dal girone eliminatorio, vista la presenza dell'Uruguay. Oltre alla Celeste, ci saranno Ecuador e Giappone: gli asiatici tornano in America a 20 anni dalla prima ed unica partecipazione.

  • Uruguay
  • Ecuador
  • Giappone
  • Cile
ChileGetty Images
La gioia del Cile negli Stati Uniti: riuscirà uno storico tris dopo 2015 e 2016?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.