Inter: ecco perché Icardi non è più il capitano della squadra

In conferenza stampa Spalletti non ha svelato i motivi ma ha fatto chiarezza: probabile un tentativo di riportare serenità nello spogliatoio e nello stesso giocatore togliendolo dai riflettori.

495 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nessuno avrebbe voluto essere nei panni di Luciano Spalletti, costretto a presentarsi alla conferenza stampa della vigilia di un Rapid Vienna-Inter - valido per i sedicesimi di finale di Europa League - proprio a poche ore dalla decisione della società nerazzurra di togliere la fascia di capitano a Mauro Icardi.

Come spesso succede alla società di corso Vittorio Emanuele, infatti, non esistono le cose semplici e lineari: la clamorosa decisione riguardante il suo giocatore più rappresentativo è sicuramente ben ponderata, ma altrettanto rumorosa.

Il tecnico dell'Inter ha comunque fatto fronte al fuoco di fila delle domande dei media, senza mai nascondersi e anzi rivelando particolari non ancora conosciuti riguardo alla mancata presenza del bomber a Vienna. 

Intergetty

Inter: ecco perché Icardi non è più il capitano

La notizia della fascia tolta a Icardi fa irruzione nelle redazioni di tutti i media nella mattinata odierna, ma ancora non se ne conoscono i motivi ufficiali. In attesa di un comunicato chiarificatore dell'Inter, è possibile però fare qualche ipotesi. Di sicuro non c'entra il rendimento di Mauro, che pure in campionato non segna da due mesi, né può essere una ritorsione per le eccessive esternazioni della moglie-agente Wanda Nara e nemmeno un'azione volta a forzare la situazione rinnovo.

Wanda Nara in tribunagetty
La moglie-agente di Mauro Icardi, Wanda Nara

Meglio: tutto quanto sopra c'entra, sì, ma non in quanto causa, bensì come effetto del fatto che, semplicemente, il club ha ritenuto che Icardi non si stesse comportando da capitano. La fascia non è un diritto acquisito, ma necessita di alcuni requisiti che possono essere il numero di presenze, il carisma, la capacità di fare spogliatoio, di trasmettere serenità ai compagni, anche attraverso il buon esempio: avete presente Zanetti?

Zanettigetty

Ecco, a parte il primo, in questo momento Icardi non incarnava nessuno di questi requisiti. In questo momento, semplicemente, non era un buon capitano per un'Inter che già sta viaggiando in sbandata controllata (più o meno) e, siccome il gruppo viene prima di tutto, il club ha deciso per un avvicendamento che, probabilmente, spera possa essere anche solo temporaneo. La fascia a Handanovic, insomma, rappresenta un tentativo di riportare serenità nello spogliatoio, ma soprattutto nello stesso Icardi, togliendolo dalla luce dei riflettori. Una decisione non facile, comunque, come ha confermato lo stesso Spalletti nella conferenza stampa:

È stata una scelta difficile e dolorosissima, conosciamo il valore del nostro ex capitano. Ma è stata presa di comune accordo con tutte le componenti e per il bene dell'Inter. Domani parlerà a riguardo il direttore, tuttavia per me la questione è chiusa.Dobbiamo concentrarci sulla partita, è questo ciò che conta di più.

Una partita alla quale l'Inter arriva senza Mauro Icardi, per decisione - la rivelazione clamorosa è di Spalletti - dello stesso giocatore, sebbene fosse stato regolarmente convocato. Il tecnico ha poi aggiunto:

Ci sono cose che ruotano attorno a Icardi che lo disturbano. La sua reazione di oggi ne è la dimostrazione. Tutte queste cose mettono poi in imbarazzo la società e la squadra della quale era il capitano. Ora a noi interessa il campo.

Icardigetty

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.