Mourinho: "Così Julio Cesar mi costrinse a festeggiare lo scudetto"

Lo Special One rivela un retroscena legato alla vittoria della Serie A 2008/09: "Julio mi disse che se non fossi andato con loro a festeggiare, non avrei mai più vinto nulla".

450 condivisioni 0 commenti

di

Share

L'avventura di José Mourinho sulla panchina dell'Inter è durata poco meno di 24 mesi. Un periodo di gran lunga inferiore rispetto ai grandi cicli vincenti nella storia del calcio, ma sufficiente a far entrare l'allenatore portoghese nella storia del club nerazzurro. Merito di una parola magica, Triplete, come quello celebrato nella stagione 2009/2010 con la vittoria di Serie A, Champions League e Coppa Italia.

Un trittico di trofei sollevato a maggio, partendo dall'Olimpico contro la Roma in Coppa Italia, passando per l'Artemio Franchi di Siena in campionato e chiudendo nella notte più importante, quella del Santiago Bernabeu di Madrid contro il Bayern Monaco. Il 2-0 sui tedeschi, firmato Diego Milito, ha rappresentato anche l'ultima partita vissuta in panchina da Mourinho all'Inter. 

Era la notte del 22 maggio 2010, destinata a rappresentare una traccia indelebile di tutti i tifosi dell'Inter. Non tutti però sanno che esattamente un anno prima Mourinho era stato protagonista di un simpatico "ricatto" da parte dei suoi calciatori, in particolare di Julio Cesar. Nelle ore successive alla vittoria dello scudetto grazie al 3-0 sul Siena del 17 maggio 2009, il portiere brasiliano costrinse il suo allenatore a prendere parte ai festeggiamenti per il tricolore in piazza Duomo, nonostante Mou fosse concentrato sulla partita successiva, che in caso di vittoria avrebbe portato l'Inter a superare il record di vittorie consecutive: a ricordare l'aneddoto è stato lo stesso Special One in presenza di Julio Cesar negli studi di Dazn Brasil, dove i due erano ospiti per commentare il match di Copa Sudamericana tra il River Plate di Montevideo e il Santos.

Julio mi ricattò nel modo più intelligente possibile. Mi disse che se non fossi andato con loro a festeggiare, non avrei mai più vinto nulla. E allora era tanta la paura che sono dovuto andare. Fu bellissimo e alla fine lo ringraziai.

Serie A, la festa scudetto dell'Inter 2008/2009 dopo il 3-0 sul Siena a San SiroGetty Images
Serie A, festa scudetto per l'Inter 2008/2009 dopo il 3-0 sul Siena

Inter, che siparietto tra Mourinho e Julio Cesar: "Quella festa al Duomo fu speciale"

Un ricordo che testimonia il rapporto di fiducia tra Mourinho e Julio Cesar, non a caso definito dall'allenatore portoghese "il mio portiere fino alla fine dei giorni". L'estremo difensore brasiliano ha rivelato le poche, ma decisive parole che rivolse a Mou:

Mister, se non vieni a festeggiare non vincerai mai più un campionato in vita tua.

Quasi una sentenza, più che un consiglio. Accolto immediatamente dall'allenatore dell'Inter, che nello studio televisivo ha ammesso di essere particolarmente legato a quel titolo, che in bacheca rappresentò per lo Special One il quinto scudetto in tre campionati diversi:

Ho avuto la fortuna di celebrare molti titoli nel corso della mia carriera. Ma quel campionato, con quella festa al Duomo, è stato davvero indimenticabile! Poi ho persino ringraziato Julio per avermi fatto pressione in maniera intelligente.

"Futuro in Brasile? Cultura sportiva importante, ma voglio proseguire in Europa"

L'ex allenatore del Manchester United oggi è uno svincolato di lusso e non ha perso l'occasione per parlare del suo futuro in panchina, soffermandosi anche sulla possibilità di proseguire la sua carriera di allenatore in Brasile. Un'ipotesi che il portoghese non valuta però nell'immediato:

I brasiliani hanno una cultura sportiva molto importante. Inoltre, il Brasile è stato colonizzato dai portoghesi e la mia famiglia ama trascorrere le vacanze in Brasile. Non bisogna mai dire di no, ma al momento i miei piani sono di continuare ad allenare in Europa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.