Emiliano Sala, scontro tra i club. Il Cardiff: "Contratto anomalo"

Il Nantes pretende la prima rata dei 17 milioni pattuiti per il trasferimento del calciatore. Ora il Cardiff risponde e prende tempo: "Pagheremo solo se obbligati, contratto con anomalie".

264 condivisioni 0 commenti

di

Share

La vicenda legata alla tragica scomparsa di Emiliano Sala sta assumendo contorni che fino a qualche giorno fa sembravano impensabili. Dal momento in cui l'ex giocatore del Nantes è stato ritrovato in fondo al Canale della Manica ancora a bordo del Piper Malibu con cui stava volando verso Cardiff, infatti, tra i due club sono cominciate diverse schermaglie riguardo al pagamento (o meno) dei 17 milioni di euro che erano stati concordati per il trasferimento.

Il Nantes ha fatto capire senza mezzi termini che vuole quei soldi. Una cifra importante per un club, come quello francese, che vive in autofinanziamento e che aveva deciso di privarsi del suo bomber proprio perché messo di fronte a un'offerta rilevante.

La richiesta di veder riconosciuto quel denaro, però, aveva creato un certo sdegno nel mondo del calcio, soprattutto per le tempistiche. Emiliano Sala è scomparso a 29 anni ancora da compiere nel tragico incidente aereo del 21 gennaio scorso. Un lutto che ha colpito tutti e non solo i due club coinvolti. Per questo le pretese economiche del Nantes, a pochi giorni dalla tragedia, aveva lasciato perplessi.

Emiliano Sala, scontro tra i clubGetty Images

Sala, il Cardiff risponde al Nantes: "Contratto con anomalie"

Il Cardiff per ora era rimasto in silenzio. Il board del club gallese ha deciso di lasciar passare qualche giorno prima di intervenire in merito e quindi rispondere al Nantes. Le parole che il presidente dei Bluebirds, Mehmet Dalman, ha rilasciato alla BBC sono piuttosto chiare e indicano come la situazione sia lontana dal definirsi:

Siamo un club con una reputazione e pagheremo quanto dovuto se sarà provato che siamo, da contratto, obbligati a farlo. Nei documenti però ci sono alcune anomalie e da presidente devo esaminare con cura la situazione e difendere gli interessi della società

Il Nantes ha dato al Cardiff 10 giorni per versare i 5,6 milioni corrispondenti alla prima rata delle tre che erano state concordate per il pagamento del cartellino di Emiliano Sala. Se i gallesi non dovessero pagare, allora il Nantes procederà ad azioni legali. Ma Dalman ribadisce: 

Non vogliamo esasperare la situazione. Siamo di fronte ad eventi straordinari e a conseguenze tragiche. Noi vogliamo semplicemente capire bene la situazione

Cosa risponderanno ora a Nantes? Il presidente Kita non sembra intenzionato a differire dalla scadenza data e quindi dai 10 giorni definiti. La vicenda Sala non è ancora finita. Purtroppo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.