Serie A, la Juventus continua a crescere: 100-200 milioni di bond

Il tutto avverrà entro il 30 giugno. Lo ha stabilito in via ufficiale una delibera del consiglio d'amministrazione presieduto dal numero uno del club Andrea Agnelli.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Non ha il fascino di un nuovo acquisto, ma è comunque una di quelle notizie che sono destinate a rendere ancora più grande la Juventus. La squadra dominatrice della Serie A degli ultimi anni non ha alcuna intenzione di interrompere il suo percorso di crescita, che passa attraverso investimenti nel settore tecnico, in quello strutturale e molto altro ancora.

In questo caso il club bianconero si è concentrato sull'aspetto finanziario, come annunciato al termine dell'ultimo consiglio di amministrazione, presieduto dal numero uno della società, Andrea Agnelli. La delibera del cda ha infatti annunciato l'emissione di un bond tra 100 e 200 milioni entro il prossimo 30 giugno.

Queste obbligazioni saranno riservate a investitori qualificati, come fondi d'investimento. La Juventus si è riservata la possibilità di varare un prestito obbligazionario non convertibile, in una o più tranche: questo con lo scopo specifico di "dotare la società di risorse finanziarie per la propria attività ottimizzando la struttura e la scadenza del debito". Ancora mancano i dettagli di questa manovra finanziaria, che in ogni caso porterà verso una quotazione in un mercato regolamentato, o comunque un sistema multilaterale di negoziazione, dell'Unione Europea.

La Juventus continua a crescere in Serie A e in campo internazionaleGetty Images
Serie A, la Juventus continua a crescere

Serie A, 100-200 milioni di bond per la Juventus

Ma cosa significa nel concreto questo bond per la crescita della Juventus in Serie A e in campo internazionale? In primo luogo una grande credibilità del club, perché solo chi gode di questa può pensare di mettere sul mercato delle obbligazioni capaci di convincere gli investitori a puntare su di esse e avere così a propria disposizione uno strumento finanziario dal sicuro rendimento.

In secondo luogo, poi, tutto questo permetterà alla squadra attualmente capolista in Serie A di ripianare i propri debiti, che al 30 giugno 2018 erano stimati in 310 milioni netti. Con il bond sarà infatti possibile ottimizzare il debito attraverso la diversificazione delle fonti di approvvigionamento e l'allungamento della durata.

Una mossa quasi inevitabile, perché a fronte di spese nel breve termine notevolmente aumentate (solo l'operazione legata a Cristiano Ronaldo si inserirà nel bilancio con un impatto di 80 milioni più o meno tra stipendio e ammortamento), i ricavi che andranno a compensarle sono previsti nel giro di 2-3 anni (dai 411 milioni del 2017/2018 l'obiettivo è superare la soglia dei 500 milioni). Sotto questo aspetto, il recente rinnovo con l'Adidas da 51 milioni fissi annui e 15 di bonus che entrerà in vigore a partire dal 2019/2020, rappresenta un ulteriore passo in questa direzione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.