Liga, Arbeloa contro Messi: "Non vedo l'ora che si ritiri"

L'ex difensore del Real a El Chiringuito: "Messi è bravo, ma non sono mai stato in grado di godermelo. Anzi, spero che non gli manchi troppo per ritirarsi. Conto i giorni".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Alvaro Arbeloa è stato un laterale difensivo di buona qualità e alto rendimento. Non a caso ha vestito maglie prestigiose come quelle di Liverpool e Real Madrid, vincendo in sette stagioni con i Blancos una Liga, due Coppe di Spagna, una Supercoppa spagnola, due Champions League, una Supercoppa Europea e un Mondiale per club, oltre a due Europei conquistati con la Nazionale spagnola nel 2008 e nel 2012.

Dopo l'addio al calcio giocato, il 36enne di Salamanca si è messo a studiare da opinionista televisivo e il suo esordio per la celebre trasmissione El Chiringuito non è passato inosservato: nel mirino, infatti, ci è finito Leo Messi. L'ex difensore spagnolo, ritiratosi dal calcio giocato nel 2017 dopo l'esperienza con il West Ham, si è soffermato sullo storico avversario marcato ai tempi del Real Madrid.

I due hanno avuto un rapporto conflittuale e Arbeloa non si è fatto pregare quando si è trattato di rivolgere un giudizio poco simpatico nei confronti di Messi. Nel corso del suo intervento, Arbeloa - che non ha mai nascosto una certa antipatia calcistica nei confronti del Barcellona - ha espresso un commento inequivocabile in merito alla simpatia per Messi e al futuro del fuoriclasse argentino:

Messi è bravo ma non sono mai stato in grado di godermelo. E non credo che lo farò mai. Anzi, spero che non gli manchi troppo per ritirarsi, conto i giorni

Liga, Arbeloa marca Messi in una sfida tra Real Madrid e BarcellonaGetty Images
Liga, Alvaro Arbeloa marca Leo Messi in una sfida tra Real Madrid e Barcellona

Liga, Arbeloa contro Messi: un rapporto conflittuale nato nel 2013

L'attacco di Arbeloa è stato gradito sul web dai tifosi delle Merengues, mentre a Barcellona le dichiarazioni del neo-opinionista di El Chiringuito sono state accolte con stupore misto a sdegno. Esito prevedibile, visto che nel mirino dell'ex difensore c'è uno dei calciatori più forti che la storia del calcio mondiale abbia mai annoverato, con 33 trofei conquistati in Catalogna: nella bacheca di Messi trovano posto 9 edizioni della Liga, altrettante Supercoppe di Spagna, 5 Coppe del Re, 4 Champions League, 3 Supercoppe europee e 3 Mondiali per Club.

Arbeloa contro Messi, allora. Un attacco frontale figlio di un rapporto conflittuale che affonda le sue radici nel 2013, quando Real Madrid e Barcellona si incrociarono ben quattro volte nell'arco di una sola stagione. Un film che blancos e blaugrana stanno replicando nell'annata sportiva in corso. In quell'occasione, al fischio finale del Clasico di andata in Coppa del Re giocato al Bernabeu e terminato 1-1, l'attaccante del Barcellona aveva irriso il difensore del Real per gli interventi troppo duri nei suoi confronti.

"Cos'hai da guardare? Ti aspetto al Camp Nou", le parole della stella argentina. Che nella partita di ritorno, però, ebbe poco da festeggiare: il Real Madrid, infatti, si impose per 3-1. Nei salotti di El Chiringuito, Arbeloa non ha nascosto nemmeno la sua acredine verso il Barcellona, commentando con una battuta tagliente l'impegno che vedrà Suarez e compagni protagonisti negli ottavi di Champions League contro il Lione:

Spero che perdano pure in allenamento, perché quando il Barcellona perde è sempre una cosa positiva per il Real Madrid

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.