Inghilterra: addio a Gordon Banks, il portiere campione del mondo 1966

Considerato il più grande portiere inglese di sempre, è scomparso stanotte all'età di 81 anni. Celebre per una parata incredibile su Pelé ai Mondiali del 1970.

329 condivisioni 0 commenti

di

Share

Con la sua scomparsa la notte scorsa, Gordon Banks è entrato definitivamente nel mito. C'era già, a dire la verità, perché per gli inglesi era un idolo assoluto, il portiere capace di difendere i pali della Nazionale dei Tre Leoni nell'anno in cui non poteva fallire: il 1966, quello del titolo vinto nel Mondiale di casa. Lo Stoke, di cui Gordon difese a lungo la porta, ha pubblicato su Twitter un comunicato ricevuto dalla famiglia:

È con grande tristezza che annunciamo che Gordon è morto in pace durante la notte. Siamo distrutti per averlo perso, ma abbiamo tanti ricordi felici e non avremmo potuto essere più orgogliosi di lui.

Classe 1937, era arrivato in Nazionale nel '63 con Alf Ramsey, il ct incaricato di impostare la squadra per i Mondiali che si sarebbero giocati in Inghilterra. Lui allora militava nel Leicester, dove era arrivato nel 1959 dal Chesterfield, e con le sue prestazioni convinse il tecnico a puntare su di lui. Oltre che bravo, Gordon fu anche fortunato perché era, quello, il periodo migliore del calcio inglese: dopo lo storico titolo mondiale del 1966, infatti, arrivarono il terzo posto a Euro 1968 dietro Italia e Jugoslavia, e i quarti di finale a Messico '70.

Gordon Banks Inghilterragetty

Inghilterra: addio a Gordon Banks

A una straordinaria parata, proprio nei Mondiali messicani, Gordon Banks deve buona parte della sua fama. Si giocava Inghilterra-Brasile, si era ancora alla prima fase e il match non era decisivo, ma si trovavano di fronte le due squadre vincitrici delle ultime tre Coppe del Mondo, il top del calcio di allora, insomma. A un certo punto Pelé volò a colpire il pallone di testa su un cross di Jairzinho e lo schiacciò verso terra alla destra di Gordon che era posizionato tutto a sinistra.

Gordon Banks vs Brasilegetty
Lo straordinario balzo di Banks sul tiro di Pelé

Ma il portiere fece un balzo irreale e andò letteralmente a togliere la palla dalla rete sollevandola oltre la traversa. Banks non aveva capito di aver compiuto un vero e proprio miracolo - ancora oggi considerato forse la miglior parata di tutti i tempi - fino a che non arrivarono i compagni a ringraziarlo, mentre O'Rey dovette strozzare l'esultanza in gola:

Non potevo crederci. In quel momento ho odiato Banks più di ogni altro calciatore al mondo. Ma quando è passata la rabbia, ho dovuto applaudirlo con tutto il cuore. Era la più grande parata che io avessi mai visto.

Gordon Banksgetty
Il miracolo di Banks è compiuto: il pallone è sopra la traversa, all'altezza dell'incrocio dei pali

Una carriera straordinaria, quella di Gordon Banks, guastata però da un incidente d'auto. Nell'ottobre 1972, infatti, finì in un fosso, nell'impatto perse l'uso dell'occhio destro e non riuscì più a giocare ad alto livello. Lasciò la porta della Nazionale, e più tardi anche quella dello Stoke, a Peter Shilton e si dedicò alle scuole calcio, senza trascurare qualche tentativo di tornare al calcio giocato, fra Irlanda e Stati Uniti.

Numerosi i messaggi di cordoglio per la scomparsa di Gordon Banks, da Gary Lineker, come lui leggenda delle Foxes, alla FIFA che lo ha salutato come campione del mondo e gentiluomo in campo. Ma fra i più toccanti c'è sicuramente quello di Raheem Sterling, uno nato quasi 30 anni dopo quel titolo mondiale:

Certo, c'è stata QUELLA parata, ma c'è stato tanto di più per cui oggi siamo in lutto. RIP Gordon Banks. @Leggenda Inghilterra, la tua eredità continuerà a vivere. Tutti i miei pensieri per la famiglia.

Banks Pelégetty
Banks e Pelé nel corso di una recente commemorazione di quella storica parata

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.