Champions League, le pagelle di Manchester United-PSG: la legge di Mbappé

L'attaccante francese firma il gol del raddoppio e non fa rimpiangere le assenze di Cavani e Neymar. Bene l'ex Di Maria e Marquinhos versione mediano. Disastro Pogba, espulso.

224 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Se ancora ci fossero stati dei dubbi, il Paris Saint-Germain li ha sciolti a Old Trafford. Scettici e detrattori sono rimasti schiacciati sotto le macerie del Manchester United, battuto per 2-0 in una gara senza discussione. I gol di Kimpembe e Mbappé a inizio ripresa certificano una superiorità mai messa in discussione dalla squadra di Solskjaer. Il PSG domina nell'andata degli ottavi di Champions League.

Buffon esce dal campo con i guanti nuovi di zecca, mentre il collega De Gea, nonostante le due reti subite, è l'unico a strappare la sufficienza tra i Red Devils. Si può concedere un'attenuante all'allenatore norvegese, arrivato a questa partita con dieci vittorie e un pareggio all'attivo: gli infortuni di Lingard e Martial a fine primo tempo hanno inciso sull'andamento della gara.

Non può bastare come giustificazione, anche guardando alle assenze in casa francese: Tuchel si è presentato in Inghilterra senza Cavani e Neymar, eppure la sua fase offensiva non ne ha risentito più di tanto. Merito di quel fenomeno di Mbappé e delle giocate di Di Maria, l'ex con il dente avvelenato. Il prossimo 6 marzo ci sarà la sfida di ritorno degli ottavi di Champions League: lo United dovrà fare il miracolo, senza Pogba (peggiore in campo ed espulso da Orsato), per passare il turno.

Champions League, le pagelle di Manchester United-PSG

MANCHESTER UNITED (4-3-3): De Gea 6.5; Young 5, Lindelof 5, Bailly 5.5, Shaw 5.5; Herrera 5.5, Matic 5, Pogba 4.5; Lingard 5.5 (45' Sanchez 5), Martial 5.5 (46' Mata 6), Rashford 5.5 (84' Lukaku sv). Allenatore: Solskjaer 5.5.

PSG (4-4-1-1): Buffon 6; Kehrer 6, Thiago Silva 6.5, Kimpembe 7, Bernat 6.5; Dani Alves 6, Verratti 6.5 (75' Paredes sv), Marquinhos 7, Di Maria 7 (81' Dagba sv); Draxler 6; Mbappé 7.5. Allenatore: Tuchel 7.

I migliori

Mbappé 7.5

Strabiliante, prodigioso, imprendibile. L'aggettivo lo lasciamo decidere a voi. A condire la sua pagella mettiamo giusto qualche numero. Con quello di stasera sono 23 gol stagionali in 28 presenze. Contando solo la Champions League, sono 14 in 26 apparizioni. Vent'anni compiuti lo scorso 20 dicembre. Si è parlato tanto dell'assenza di Neymar e Cavani, ma domani la prima pagina è se la prende la Tartaruga Ninja.

Di Maria 7

I tifosi dello United lo insultano dal primo all'ultimo minuto. Lui, per tutta risposta, sforna due assist in meno di dieci minuti. Prima il calcio d'angolo per il sinistro di Kimpembe, poi il cross basso per il destro di Mbappé. La premessa che ha come inevitabile conseguenza il gol. Un tocco da maestro.

Marquinhos 7

Tuchel gli dice di giocare lì. Lì nel mezzo, come direbbe Ligabue. Un mediano bravo a difendere, ma anche con i piedi buoni. Magari tutti i centrocampisti avessero la tecnica dell'ex Roma. Partita di personalità al fianco di Verratti, come se lo avesse sempre fatto.

Kimpembe 7

Era stato il peggiore del primo tempo. Si fa perdonare con gli interessi nella ripresa. Gli basta un calcio d'angolo per sbloccare il match: sbuca alle spalle di Matic e infila De Gea con un piattone sotto la traversa. Primo gol tra i professionisti per il calciatore classe '95. Lo fa con la maglia del PSG, a Old Trafford. Non dormirà granché stanotte.

I peggiori

Matic 5

Si perde Kimpembe in occasione del gol del vantaggio del PSG. Il difensore gli scappa alle spalle, non abbozza nemmeno l'intervento, tradito anche dal mancato intervento di Pogba. Viene annichilito a metà campo dal mix di tecnica e dinamicità di Verratti e Marquinhos. È l'ombra di se stesso.

Pogba 4.5

Prova incolore, Paul ha deciso di tingerla di rosso al 90esimo. Un'ingenuità che gli costerà la squalifica per la partita di ritorno. Servirà un miracolo al Manchester United per superare il turno. E Pogba non potrà aiutare i suoi compagni nell'impresa. Si estranea dalla lotta, lasciando la copertina al compagno di Nazionale, monsieur Kylian Mbappé.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.