Inter, Spalletti su Icardi: "Il rinnovo? La società faccia chiarezza"

Dopo la vittoria di Parma il tecnico nerazzurro ha parlato del rinnovo di Maurito: "Non gioca serenamente, la dirigenza risolva questa situazione".

139 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

I tre punti ottenuti nel finale del match allo Stadio Tardini di Parma sono un toccasana per l'Inter, reduce da un periodo decisamente negativo cominciato con la brutta prestazione contro il Sassuolo e proseguito con Torino, Lazio e Bologna. Con due punti nelle ultime tre partite di Serie A e l'eliminazione in Coppa Italia, i nerazzurri avevano bisogno di una vittoria utile a scacciare una crisi forte, ormai quasi un'abitudine nei mesi invernali della stagione.

Se la rete di Lautaro Martinez ha permesso alla squadra di tenersi a debita distanza dalle dirette inseguitrici, i nervi in casa interista continuano a rimanere molto tesi. Nei giorni scorsi si è parlato tanto del futuro (in termini di acquisti) e della quasi ufficialità del rinnovo di Milan Skriniar, ma per la società la vera grana da gestire sembra ancora quella legata a Mauro Icardi. Il capitano non ha ancora trovato l'intesa per il rinnovo di contratto, indispettendo club e tifosi.

Sulla questione è tornato di recente Luciano Spalletti, che nella conferenza stampa post Parma ha parlato della situazione Icardi, fornendo inaspettatamente un assist al suo numero 9:

Dico, una volta per tutte, che i miei giocatori devono sentirsi liberi di pensare solo al campo. Ogni altro discorso va risolto in modo da permettergli di mettere tutta la loro qualità al servizio della squadra.

Parole pesanti, quelle di Spalletti, che arrivano da un tecnico ormai costretto a battere i tasti della motivazione per cercare di risollevare una situazione al termine della quale, probabilmente, sarà il primo a pagare in termini lavorativi.

Luciano Spalletti, tecnico dell'InterGetty Images

Inter, Spalletti parla di Icardi: "Non ho creato alcun caso"

Non è infatti un mistero che l'avventura in nerazzurro del tecnico toscano sia ormai ai titoli di coda. I beninformati parlano di un rapporto ormai incrinato con la società e con un (seppur limitato) gruppo di giocatori, i quali farebbero fatica a seguire ancora Spalletti. Che, a sua volta, per lasciare un buon ricordo non può che raggiungere per il secondo anno di fila un piazzamento in Champions League.

Per farlo serve l'Icardi di inizio stagione, quello capace di trascinare l'Inter nella fase a gruppi di Champions, e non colui che non segna da tante, troppe settimane. Spalletti, probabilmente esasperato da questa fase di stallo, ha parlato del rinnovo contrattuale dell'argentino puntando il mirino sulla dirigenza:

Icardi per me non è un problema, semmai il problema è questo rinnovo che non arriva: i direttori hanno accettato di parlarne e adesso questo accordo devono cercare di definirlo una volta per tutte.

Vota anche tu!

L'Inter deve andare incontro a Icardi sulla questione rinnovo?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Insomma, è un discorso che va sistemato, altrimenti si rischia di perdere definitivamente Icardi per il rush finale della stagione, in cui l'Inter dovrà cercare di fare strada anche in Europa League:

Mauro potrebbe sicuramente fare meglio, ma evidentemente qualcosa glielo impedisce. Da parte mia posso solo dire di non aver creato alcun caso: la società chiarisca in fretta una situazione che ci siamo tirati dietro per troppo tempo.

Secondo La Gazzetta dello Sport le dichiarazioni di Spalletti non sarebbero affatto piaciute alla dirigenza, messa così di fronte alle proprie responsabilità su un caso spinoso come quello del rinnovo contrattuale di Icardi. Che, nel frattempo, sta attraversando un digiuno realizzativo senza precedenti: Spalletti, probabilmente consapevole che il suo futuro sarà lontano dall'Inter, ha deciso di giocarsi la carta della disperazione mettendo in piazza i panni sporchi del club. Strategia vincente? Ai posteri l'ardua sentenza.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.