Atletica, Tamberi e Trost secondi a Banska Bystrika, vincono Lasitskene e Tobe

Tamberi e Trost si sono classificati al 2° posto al meeting di salto in alto di Banska Bystrika in Repubblica Ceca. Grande edizione dei Campionati Italiani under 18 di Ancona dove spicca il record italiano di Lorenzo Benati sui 400 metri.

Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Gianmarco Tamberi ha valicato l’asticella alla misura di 2.27m al primo tentativo aggiungendo un centimetro al primato stagionale stabilito una settimana fa a Karlsruhe. Il campione europeo di Amsterdam e iridato indoor di Portland ha sbagliato di poco due tentativi alla quota di 2.30m. Il giapponese Naoto Tobe ha vinto la gara con 2.33m al secondo tentativo. Tamberi e il messicano Edgar Rivera si sono divisi il secondo posto con 2.27m. Il ventiseienne marchigiano e il centroamericano hanno fatto una gara perfetta saltando 2.15m, 2.20m, 2.24m e 2.27m al primo tentativo prima di commettere tre errori a 2.30m. Tobe ha rischiato l’eliminazione a 2.27m dove ha commesso due errori prima di valicare l’asticella alla terza prova. Successivamente Il nipponico ha superato 2.30m al primo tentativo e 2.33m alla seconda prova bissando il successo di settimana scorsa al meeting di Karlsruhe dove si era imposto con 2.35m. Il saltatore giapponese ha tentato senza successo a 2.36m. Anche il greco Kostantinos Baniotis, il bahamense Donald Thomas e il cinese Wang Yu hanno superato 2.27m ma hanno terminato indietro in classifica rispetto a Tamberi e Rivera in quarta, quinta e sesta posizione per aver commesso un maggior numero di errori alle misure precedenti.  

Gianmarco Tamberi:

Se vali una misura e non la salti, non puoi essere contento. Se guardo con più freddezza al risultato, devo dire che terminare secondo in una gara di altissimo livello come questa, e primo degli europei, non è affatto male. Ho sentito molta più confidenza rispetto a Karlsruhe. Credo di essere in progresso rispetto a sette giorni fa, ma finché non salterò quello che sento, non sarò in pace. Spero di farcela agli Assoluti anche contando sulla presenza di due amici-rivali come Rivera e Baniotis, che gareggeranno fuori classifica. Avrò bisogno del supporto del pubblico di Ancona per riuscire a batterli

Alessia Trost seconda con 1.94m, Lasitskene prima con 2.00m

Alessia Trost ha colto un prestigioso secondo posto nella gara femminile eguagliando il personale stagionale con 1.94m, misura che aveva già superato il 26 Gennaio scorso a Hustopece. La friulana ha vinto il duello italiano con Elena Vallortigara, che ha debuttato in questa stagione classificandosi al terzo posto con 1.90m a pari merito con la svedese Sofie Skoog, la campionessa olimpica giovanile e medaglia d’oro mondiale ed europea under 18 Yaroslava Mahuchik e la ceca Michaela Hruba. Lasitskene ha valicato tutte le misure fino a 1.97m al primo tentativo e 2.00m alla terza prova. La due volte campionessa mondiale ha provato successivamente tre prove senza successo a 2.06m, un centimetro in più rispetto al record del meeting detenuto da Blanka Vlasic  dal 2006. Nel terzo tentativo di Alessia Trost a 1.94m l’asticella ha tremato più volte ma fortunatamente è rimasta sui ritti.

Alessia Trost:

Il miglior salto è stato il secondo a 1.97m, anche se non riuscito, mentre il salto da 1.94m l’ho fatto di fortuna. Volevo andare di là e ci sono riuscita. Sono contenta, ma non voglio farmi prendere dall’entusiasmo. Riesco ad esprimermi quasi come vorrei e questo per ora mi basta. Dal punto di vista tecnico, sento di dover lavorare ancora molto sugli ultimi due appoggi. Il percorso che sto facendo con Marco Tamberi è fatto di lavoro e cura dei particolari. Voglio concentrarmi su questo

Folorunso batte la migliore prestazione italiana all-time sui 300 metri a Metz

La campionessa europea under 23 dei 400 ostacoli Ayomide Folorunso ha stabilito la migliore prestazione italiana all-time sui 300 metri indoor con il tempo di 37”38. L’ostacolista emiliana allenata da Maurizio Pratizzoli ha migliorato il precedente record detenuto dal lontano 1987 da Daniela Ferrian con 38”8. Folorunso si è classificata seconda alle spalle della campionessa europea dei 400 ostacoli di Berlino 2018 Lea Sprunger (36”72). In questa stagione l’ostacolista di Fidenza ha stabilito la terza migliore prestazione italiana all-time sui 400 metri con 52”57, tempo più veloce in Italia degli ultimi 20 anni.

Il velocista turco di origini giamaicane Emre Zafer Barnes ha vinto i 60 metri eguagliando il record personale con 6”55 precedendo di cinque centesimi di secondo lo statunitense Mike Rodgers e di un decimo di secondo il giamaicano Everton Clarke. Doppietta svizzera sui 60 metri femminili con Mujinga Kambundji prima in 7”27 e Ajla Del Ponte seconda in 7”34.

Jarret Eaton ha battuto il campione europeo di Rieti 2013 Wilhelm Belocian sui 60 ostacoli per un centesimo di secondo in 7”60.

La vicentina Laura Strati ha sfiorato di un solo centimetro il record personale nel salto in lungo con 6.58m classificandosi al terzo posto e ha realizzato il minimo per gli Europei Indoor di Glasgow. La bielorussa Nastassia Mironcyk Ivanova si è imposta con con 6.67m precedendo di sette centimetri la francese Eloyse Lesueur.

Yassin Bouih si è classifcato terzo sui 3000 metri in 8’06”17 nella gara vinta dall’australiano Stewart McSweyn in 7’44”90.

Campionati Italiani allievi Indoor di Ancona: Lorenzo Benati batte il record italiano under 18 di Edoardo Scotti sui 400 metri

Il campione europeo under 18 di Gyor Lorenzo Benati ha battuto il record italiano under 18 dei 400 metri correndo la batteria in 47”74. Nella finale disputata il giorno dopo Benati ha corso senza forzare vincendo il titolo italiano in 49”12. Il figlio d’arte dell’ex mezzofondista Mario Benati ha battuto di tre centesimi di secondo il precedente record del campione del mondo juniores della staffetta 4x400 Edoardo Scotti stabilito nell’edizione dei Tricolori giovanili del 2017 sulla stessa pista. Il portacolori dell’Atletica Roma Acquacetosa detiene anche il record italiano under 18 all’aperto con il 46”85 che gli regalò il titolo europeo di categoria a Gyor.

Lorenzo Benati:

Alla fine della gara ero imballato ma sono riuscito a tenere. Non mi sono scomposto. Sono soddisfatto di questo tempo. Era un obiettivo che sono riuscito a raggiungere. Penso di riuscire a limare ancora qualche decimo

Larissa Iapichino raggiunge 6.30m nel salto in lungo

La figlia d’arte fiorentina Larissa Iapichino ha regalato il risultato di spicco della due giorni dei Campionati Italiani allievi indoor al Palaindoor di Ancona vincendo il salto in lungo femminile con 6.30m, terza miglior misura della sua carriera dopo il 6.38m realizzato ai Campionati Italiani outdoor di Rieti 2018 e il 6.36m dei Tricolori di Prove Multiple di Padova.

Larissa Iapichino:

Dopo una settimana di febbre sono arrivata qui ad Ancona. Pensavo di non esserci e invece è stata una bella gara. Ho lasciato qualche centimetro di troppo. Ho tagliato troppo la rincorsa. Nel salto da 6.29m ho regalato meno e sono contenta perché è stata la prova del nove e ho capito come gestire certe situazioni

Besana batte Iapichino sui 60 ostacoli femminili al photo-finish

La portacolori dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni Veronica Besana ha avuto la meglio su Larissa Iapichino nella finale dei 60 ostacoli per un solo centesimo di secondo (8”30 contro 8”31) in una delle gare più emozionanti dell’intera rassegna tricolore. Besana ha sfiorato di tre centesimi il primato italiano detenuto da Desola Oki. Iapichino è salita al terzo posto delle liste italiane all-time di categorie migliorando il precedente record personale di 13 centesimi di secondo. Ottima anche Sandra Milena Ferrari, terza con 8”48.

Simonelli si conferma sui 60 ostacoli maschili

Il neo primatista italiano dei 60 ostacoli Lorenzo Simonelli ha dominato la finale dei 60 ostacoli in 7”76 arrivando a soli cinque centesimi di secondo dal recente record italiano stabilito poche settimane fa. Il talento romano allenato da Claudia Pacini ha stabilito tre record nazionali in questa stagione e detiene le cinque migliori prestazioni di sempre nella sua categoria. Paolo Gosio si è aggiudicato il secondo posto in 7”99 precedendo di un centesimo Samuele Maffezzoni.

Melluzzo sfiora il record italiano allievi sui 60 metri

Il sedicenne siracusano Francesco Melluzzo ha vinto la finale dei 60 metri in 6”81 diventando il secondo velocista italiano della storia nella categoria under 18 a tre centesimi di secondo dal record italiano di Federico Guglielmi, che si è fermato a metà gara terminando la finale quasi al passo. Il velocista cresciuto nella Milone Siracusa, figlio d’arte dell’ex sprinter Gianni Melluzzo, si era già messo in luce lo scorso anno correndo i 100 metri in 10”46 con vento a favore di +2.4 m/s. Melluzzo ha preceduto il terzo classificato delle Giornate Olimpiche della Gioventù Europea Enrico Sancin (7”00).

Mogliani Tartabini vince i 60 metri femminili sulla pista di casa

La marchigiana Melissa Mogliani Tartabini ha vinto il primo titolo italiano della sua carriera aggiudicandosi la finale dei 60 metri con il record personale migliorato di un centesimo di secondo con 7”56. Per la ragazza di Potenza Picena vicino a Macerata è stata una vittoria speciale perché è stata ottenuta sulla pista di casa davanti alla famiglia e agli amici.  

Il lombardo Christian Previtali si è aggiudicato la finale dei 200 metri maschili in 22”18 salendo all’ottavo posto delle liste italiane all-time di categoria. La campionessa europea della staffetta mista di Gyor 2018 Alessia Cappabianca ha conquistato la vittoria nella finale dei 200 metri femminili in 25”02.

Scarselli vince il salto in lungo maschile con quattro tentativi oltre i 7 metri

Federico Scarselli ha vinto il salto in lungo maschile con 7.31m al termine di una gara strepitosa nella quale ha realizzato quattro salti oltre i 7 metri. Pensare che il portacolori della Novatletica Chieri non aveva mai superato la barriera dei 7 metri prima di questo fine settimana. L’ex portiere di calcio scoperto ai Campionati studenteschi da Serena Putinati e ora seguito da Massimo Crivello a Villanova d’Asti è diventato il quarto italiano di sempre nella categoria under 18 alle spalle di Andrew Howe (7.52m), Stefano Braga (7.45m) e Andrea Pianti (7.34m). Al di fuori della pista Federico coltiva la passione per la moda.

Linda Donna, atleta nata nel 2003 seguita da Emanuel Margesin, è salita all’ottavo posto delle liste italiane under 18 del salto con l’asta migliorando il record personale di ben 23 centimetri con 3.70m. Il sardo Massimiliano Luiu ha vinto il salto in alto maschile stabilendo il record personale con 2.03m al secondo tentativo con la stessa misura ma un numero minore di errori rispetto a Davide Lorusso.

Un’altra piemontese Sara Verteramo ha vinto il getto del peso femminile con 15.36m consolidando il secondo posto nelle liste italiane all-time di categoria con attrezzo da 3 kg.

Terzo podio tricolore per Greta Brugnolo

La quindicenne veneziana Greta Brugnolo ha vinto il salto triplo con il record personale migliorato di ben 48 centimetri con 12.80m (quinta migliore prestazione italiana all-time under 18) aggiudicandosi il terzo podio tricolore di quest’inverno dopo il terzo posto ai Campionati tricolori di prove multiple a Padova e il secondo posto nel salto in lungo alle spalle di Larissa Iapichino. Federico Morseletto ha vinto il triplo maschile migliorando di otto centimetri il record personale con 14.80m

Quarto posto di Ottavia Cestonaro nel salto triplo a Chemnitz

La medaglia d’oro europea under 20 del salto triplo di Rieti 2013 e campionessa italiana assoluta Ottavia Cestonaro si è classificata quarta al meeting di Chemnitz con 13.41m. La campionessa europea indoor Kristin Gierisch ha stabilito il record tedesco del salto triplo con 14.59m (terza migliore prestazione mondiale dell’anno dopo il 14.92m di Yulimar Rojas e il 14.81 di Yekaterina Koneva). Il campione europeo del salto triplo di Amsterdam 2018 Max Hess ha vinto il triplo maschile con 16.66m. Il vice campione europeo under 20 di Grosseto 2017 Bo Kanda Lita Baehre ha superato 5.70m nel salto con l’asta. Doppietta di Rebekka Haase sui 60 metri in 7”26 e sui 200 metri in 23”25.

Herrera, Desalu e Ferraro in evidenza nello sprint a Linz

Johanelis Herrera Abreu si è classificata seconda sui 60 metri femminili al Gugl meeting di Linz con 7”37 arrivando a cinque centesimi dal personale stabilito lo scorso anno ad Ancona. Il successo è andato all’austriaca Alexandra Toth con 7”33. Lo statunitense D’Angelo Cherry ha vinto i 60 metri maschili in 6”71 nella gara che ha visto il quarto posto del finalista europeo dei 200 metri Eseosa Desalu (6”79). Massimiliano Ferraro ha realizzato il miglior tempo delle batterie con 6”74 ma non ha corso la finale per un problema muscolare. Luminosa Bogliolo ha corso la batteria dei 60 ostacoli in 8”25. Per un problema al bicipite femorale la campionessa italiana dei 100 ostacoli non ha corso la finale che ha visto il successo della croata Ivana Loncarek in 8”27. Giulia Aprile si è classificata terza sui 1500 metri in 4’18”00 alle spalle della slovena Marusa Mismas (4’10”61) e della tedesca Caterina Granz (4’11”38).

Roberta Bruni ha superato la misura di 4.35m a Praga prima di sbagliare tre prove alla quota di 4.43m nel salto con l’asta. Romana Malacova si è imposta con 4.51m. Alessandro Sinno ha valicato l’asticella alla quota di 5.40m prima di sbagliare tre prove a 5.50m. Il campione italiano under 23 Max Mandusic ha eguagliato il personale con 5.30m.

Elena Bellò si è aggiudicata gli 800 metri in 2’07”31 al meeting IFAM Indoor di Gand precedendo Joyce Mattagliano, quarta (2’08”81). Ossama Meslek si è classificato quarto sui 3000 metri in 8’12”20. L’olandese Nadine Visser ha firmato un ottimo 7”96 sui 60 ostacoli femminili precedendo di otto centesimi la belga Eline Berings.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.