Premier League, Manchester City-Chelsea: le probabili formazioni

All’Etihad si sfidano due fra i migliori allenatori al mondo, Guardiola, che si è da poco inventato una nuova soluzione, Laporte a centrocampo, e Sarri, che ha voluto Higuain per farlo di nuovo esplodere.

116 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

In questo mese Manchester City e Chelsea, che si affronteranno domani in Premier League, giocheranno partite fondamentali per dare un senso e un voto positivo a questa stagione. Fra due settimane le due squadre saranno di nuovo avversarie per la finale della Coppa di Lega, con i Citizens che devono affrontare lo Shalke 04 agli ottavi di Champions League, prima del derby di Manchester. I Blues hanno un avversari più malleabili in Europa League, il Malmoe, ma in campionato devono affrontare Tottenham ed Everton e nel quinto turno di FA Cup devono giocare contro il Manchester United.

A questi tour de force decisivi, le due squadre si presentano con delle piccole novità che i due allenatori credono importanti per raggiungere i rispettivi obiettivi stagionali. Sarri ha un calciatore che ha portato al suo massimo, facendogli segnare 36 gol in una sola stagione di Serie A, e che ha fin da subito messo al centro dell’attacco per fargli fare quello che sa fare meglio: segnare, ma anche determinare con il suo movimento, aprendo spazi per gli altri attaccanti. Guardiola invece ha scelto di modificare leggermente il suo assetto, abbassando spesso, come contro l’Arsenal, Fernandinho fra i centrali, ma non giocando con un laterale sinistro d’assalto, come possono essere Mendy, Zinchenko o Delph, ma facendo giocare in spinta Laporte, che nelle ultime due partite ha dimostrato di avere un piede eccezionale nel gioco di costruzione e rifinitura.

Ad inizio anno questa partita era per tutti gli addetti ai lavori quella in cui prendere tutti gli appunti possibili, per capire come due degli allenatori più innovativi del mondo avrebbero cercato di superare l’altro. I due inoltre nel corso del tempo si sono studiati, ammirandosi molto, e anche cercato di avvicinarsi, come dimostrano le scelte di un portiere-regista che Sarri ha fortemente voluto acquistando Kepa, per farlo giocare alla Ederson, mentre Guardiola ha seguito Sarri nell’idea di “falso tres” con Laporte come Marco Alonso. La partita all’Etihad decide tanto del futuro a breve termine e non solo delle due squadre.

Guardiola con il City cerca di tenere testa al Liverpool in Premier LeagueGetty Images
Per non far scappare la Premier League verso Liverpool, il Manchester City di Guardiola deve battere il Chelsea di Sarri.

Le probabili formazioni di Guardiola e Sarri

Guardiola dovrebbe schierare la squadra che in queste ultime giornate gli ha dato maggiori garanzie nella doppia fase. Laporte sulla sinistra che fa il laterale in fase di non possesso, mentre sale in appoggio del centrocampo in fase offensiva, è una di quelle grandi idee guardiolane che pochi ancora riescono a copiare.

Il francese ha un ottimo piede e sa dialogare bene con David Silva, Bernardo Silva e De Bruyne, lasciando a Fernandinho il compito di iniziare la manovra e soprattutto di riproporre subito la palla con grande qualità ogni volta che viene recuperata.

In attacco sembra che Sané non sia più una delle scelte preferite del tecnico spagnolo, così come l’utilizzo di Gabriel Jesus, precedentemente utilizzato anche con Aguero. Guardiola vuole la qualità massima nella zona delle mezzali e lì vuole tenere il pallone il più possibile. Schierarne tre più Laporte che sale, è in questo momento il meglio che una squadra può mettere in campo.

Sarri dal canto suo con Higuain ha scelto la squadra con cui se la vuole giocare da qui a fine stagione. Il suo cruccio è sempre di più tenere Hazard il più centrale possibile, per farlo agire da mezzapunta pura. Per riuscirci Marcos Alonso e Barkley sulla sinistra dovranno fare un grande lavoro per coprire gli spazi. Lì il tecnico italiano si gioca gran parte del match.

Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Stones, Otamendi, Laporte; De Bruyne, Fernandinho, Silva; Sterling, Aguero, Bernardo Silva

Chelsea (4-3-3): Kepa; Azpilicueta, Rudiger, David Luiz, Marcos Alonso; Kanté, Jorginho, Barkley; Willian, Higuain, Hazard

Dove vedere Manchester City-Chelsea in TV e streaming

Il match tra Manchester City-Chelsea per la 26esima giornata di Premier League è in programma domenica 10 febbraio alle 17.00 e sarà trasmesso in Tv da Sky Sport, sui canali Sky Sport 1, canale 201 e Sky Sport Footbal, canale 203. Il match è disponibile in streaming anche su SkyGo e NowTV per tutti gli abbonati al servizio.

1X2: le quote di bookmakers

Molto difficile che una squadra di Guardiola parta da sfavorita in una partita casalinga, ma la quota di 6,50 data alla vittoria esterna del Chelsea è davvero molto generosa, rispetto all’1,50 dell’1, mentre anche l’X è una gran bella quota, dato a 4,25. Con squadre del genere accade spesso che i gol segnati alla fine siano pochi, così che un Under 1,5 dato a 4,50 può essere una buona quota e anche il No Gol a 2,10 è interessante. Come primi marcatori le quote su cui poter investire meglio sembrano essere quelle di Marcos Alonso a 28, Ross Barkley a 18, mentre per il Manchester City David Silva dato a 9,25 e Otamendi a 28.

I precedenti

È solo il 43esimo incontro fra Manchester City e Chelsea e i Blues comandano con 25 vittorie, 7 i pareggi, mentre 11 sono le vittorie del City. Le sfide storiche in Premier League e non solo sono davvero tante. In molti libri è ricordata quella del 1937, terminata 4-4, con tripletta dell’attaccante del Chelsea, George Mills, primo goleador dei Blues a segnare più di 100 gol con il club in campionato, come indimenticabile è il 5-4 per il City del 1956. Di grandi vittorie del Manchester City c’è un 6-2 del 1977, grazie a Mike Channon in quel momento uno degli attaccanti migliori del calcio inglese, mentre una delle affermazioni più belle del Chelsea è quella del 2001, in cui fu Jimmy Floyd Hasselbaink a segnare il gol vittoria per 1-2. Negli ultimi anni il Chelsea ha stravinto nel 2016, battendo all’Etihad Stadium per 1-3, mentre lo scorso anno furono i Citizens a vincere per 1-0 con gol di Bernardo Silva.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.