Serie A, pagelle Fiorentina-Napoli: Mertens sciupa, Lafont salvatutto

L'anticipo di Serie A delle ore 18:00 termina a reti inviolate. Mertens e Insigne sciupano, Lafont uomo partita.

53 condivisioni 0 commenti

di

Share

Per il Napoli comincia con un pareggio per 0-0 contro la Fiorentina l'era post Hamsik, in attesa che la trattativa venga sbloccata. Insigne è ufficialmente il nuovo capitano. La partita di Mario Rui dura appena 4' e viene sostituito da Ghoulam per un problema muscolare. La sfida di Serie A si accende improvvisamente. La prima vera occasione al 6' con Callejon che serve sulla sinistra Zielinski che calcia in maniera sporca, Lafont respinge e Insigne sbaglia da pochi passi. Al 27' i Viola rispondono con una conclusione ravvicinata di Veretout, ma Meret non si fa trovare impreparato e Dabo calcia alto.

Al 37' la formazione di Ancelotti spreca una ghiotta occasione: "Lorenzinho" pesca in area di rigore Zielinski che fa da sponda a Mertens, ma il centravanti belga sbaglia clamorosamente da due passi e si fa chiudere da Lafont.

Il primo tempo si chiude all'insegna del Napoli: il capitano, posizionato all'altezza del vertice destro dell'area, trova lo spazio per girarsi e calciare a sorpresa, ma il tiro è deviato da Biraghi e termina di un soffio fuori. La squadra ospite parte con il piede sull'acceleratore. Al 52' è Zielinski a gettare alle ortiche un'altra palla deliziosa, con un rigore in movimento parato ancora una volta dal muro Lafont. La Fiorentina fa la partita, soprattutto a centrocampo, ma questo anticipo di Serie A è destinato a concludersi a reti inviolate.

Serie A, Lafont portiere della FiorentinaGetty Images

Serie A, le pagelle di Fiorentina-Napoli

FIORENTINA (4-3-3): Lafont 8; Ceccherini 5,5, Pezzella 6, Hancko 6 (dal 56' Vitor Hugo 6), Biraghi 6,5; Dabo 6,5, Edimilson 6, Veretout 7.5; Chiesa 6,5, Muriel 6,5, Gerson 6,5 (dal 69' Mirallas sv, dall'80' Simeone sv).

NAPOLI (4-4-2): Meret 6; Hysaj 6, Maksimovic 6,5, Koulibaly 6,5, Mario Rui sv (dal 5' Ghoulam 6); Callejon 6, Allan 7,5, Fabian Ruiz 5,5, Zielinski 6; Insigne 6 (dal 76' Verdi sv), Mertens 5 (dal 61' Milik 6). 

I migliori

Alban Lafont 8

Provvidenziale in diverse occasioni, riesce a ipnotizzare i due fantasisti del Napoli chiudendo lo spazio anche da distanza ravvicinata. Salva il risultato in diverse occasioni, in caso di gol non avrebbe avuto nessuna responsabilità. Ma compie due autentici miracoli e gli va dato merito. Nella ripresa un'altra parata da incorniciare su conclusione ravvicinata di Zielinski e al 94' salva il risultato su conclusione di Milik. Forse è proprio lui l'uomo partita di questa sfida di Serie A.

Jordan Veretout 7,5

L'uomo in più a centrocampo, recupera palloni importanti, costruisce l'azione offensiva e si rende pericoloso in area avversaria. Gioca ad alta intensità per 95', aumenta e rallenta il ritmo a seconda delle necessità, offre qualche assist interessante per Chiesa che però non concretizza.

Allan 7,5

Strappa palloni come è solito fare, sbaglia poco, sempre aggressivo. Il centrocampista brasiliano sembra aver scacciato via i fantasmi parigini ed è tornato a recitare il ruolo di regista in mediana. Instancabile e guerriero, adesso tocca a lui diventare il padrone del centrocampo azzurro dopo l'addio di Hamsik.

Driens Mertens in Serie AGetty Images

I peggiori

Federico Ceccherini 5,5

Il terzino destro si piazza nella posizione sbagliata in troppe occasioni, difendendo troppo largo e lasciando spazi vacanti pericolosi. Nel primo tempo di questo match di Serie A le maggiori occasioni per il Napoli arrivano sulla sua fascia, ma fortunatamente prima Insigne e poi Mertens sbagliano. Lento nell'anticipare, troppe volte gli sfuggono Zielinski e a turno una delle due punte partenopee.

Dries Mertens 5

Due occasioni sbagliate da distanza ravvicinata nel primo tempo, due errori imperdonabili per un attaccante del suo calibro conosciuto per il guizzo vincente. Nella seconda occasione si ritrova a due metri da Lafont ma calcia piano e centrale. In quella posizione più difficile sbagliare che segnare. Impreciso nel trovare il dialogo con Insigne, nella ripresa la sua sostituzione diventa scontata.

Fabian Ruiz 5,5

Tranne qualche conclusione dalla distanza lievemente insidiosa è in affanno a centrocampo. Troppe volte la squadra viola è padrona della fascia mediana ed è qui che si fa la differenza. Poco propenso in fase di copertura, poco deciso in fase offensiva. Non è il fabian Ruiz che siamo soliti abituati a vedere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.