Manuel Bortuzzo dall'ospedale: "Grazie a tutti, tornerò più forte"

Le parole del nuotatore veneto dall'Ospedale San Camillo di Roma.

0 condivisioni 0 commenti

| aggiornato

Share

Manuel Bortuzzo è in un letto d'ospedale e non tornerà più a camminare. Colpa di due ragazzi di Acilia, Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano (rispettivamente di 24 e 25 anni), che sabato scorso erano in Piazza Eschilo a Roma e non avevano niente di meglio da fare che girare in motorino armati di pistola.

Uno dei tre colpi che hanno esploso ha colpito al torace la promessa del nuoto italiano e gli ha provocato una lesione midollare che lo costringerà su una sedia a rotelle. Ora Manuel è ricoverato all'Ospedale San Camillo di Roma, e proprio da lì ha registrato un messaggio che è stato pubblicato sul sito della Federazione italiana nuoto.

Come potete sentire dalla voce - esordisce il 19enne - sto bene, non mi aspettavo tutto questo affetto, mi avete fatto emozionare. Vedrete che tornerò più forte di prima

Nelle ultime ore sono arrivate anche le parole della fidanzata di Manuel, che era al suo fianco nel momento dello sparo:

Ho vissuto un'esperienza che non dimenticherò mai, mi trovo in una cosa più grande di me. Spero tanto per Manuel

Di ieri invece le dichiarazioni del papà di Manuel, Franco:

A breve verrà sciolta la prognosi. Manuel ha riconosciuto chi ha sparato. Sono imbarazzato per quello che hanno detto, ovvero che hanno sbagliato persona, non che hanno sbagliato a sparare. Manuel comunque è forte, reagisce molto bene e sa cosa fare

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.