San Siro, Milan e Inter per il restyling: "Vogliamo stadio di livello"

Parte ufficialmente l'iter per la riqualificazione dell'impianto e delle aree che lo circondano. Scaroni: "Milano merita uno stadio super". L'ad nerazzurro Antonello: "Meno posti, ma stessi ricavi".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Roma fa lo stadio, il Napoli lo restaura, la Juventus ha il suo che ormai è diventato un esempio da seguire. Inter e Milan non vogliono restare a guardare rispetto alle altre big. Presto sarà presentato in Comune il progetto per dare un tocco di modernità a San Siro. L’idea, sviluppata in completa sintonia tra le due società, potrebbe portare l’impianto in una nuova epoca.

E bisogna anche fare in fretta: l’Amministrazione chiede in tempi brevi una decisione. Che alla fine è arrivata: uniti per la riqualificazione dello storico impianto milanese.

San Siro godrà di una nuova bellezza. Quando? Non ci sono date, ma tante idee. Milan e Inter lavoreranno al massimo con lo scopo di presentare uno stadio moderno, all’avanguardia. Nel rispetto dell’ambiente circostante, primo vero vincolo dell’espansione. 

San Siro, presto un nuovo volto con Inter e MilanGetty Images
San Siro, presto un nuovo volto: Inter e Milan insieme per il restyling

San Siro, Milan e Inter: stretta di mano per rifare lo stadio

Tutto confermato: Milan e Inter stanno lavorando alla riqualificazione di San Siro. Un progetto da presentare al Comune di Milano, che ha fatto pressione affinché venisse presa una decisione in tempi breve. "Sarà progetto innovativo che riqualificherà l'area nell'interesse di tutta la città", si legge nella lettera di risposta all’Amministrazione.

L’idea, condivisa sia dai rossoneri che dai nerazzurri, è quella di modernizzare non solo lo stadio, ma anche tutta l’area circostante. Divertimento, servizi per i tifosi, per far vivere l’impianto non solo durante gli eventi sportivi.

Bene che Milan e Inter stiano collaborando per una proposta condivisa, era quello che auspicavamo e la loro lettera è un atto importante dopo il protocollo firmato qualche mese fa.

Le parole dell’assessore all’Urbanistica del Comune di Milano, Piefrancesco Maran, fanno capire che la volontà politica c’è tutta. Le due società non sono mai state così unite per questo progetto. In conferenza stampa il presidente del Milan, Paolo Scaroni, ha ammesso:

Vogliamo dare a questa città uno stadio efficiente e di livello. Teniamo aperte due ipotesi e arriveremo nelle prossime settimane ad una definizione. Siamo rimasti indietro rispetto ad Inghilterra e Germania. Al Bernabeu ci sono 7 ristoranti aperti giorno e notte. Noi a Milano, capitale del calcio mondiale, dobbiamo fare una cosa fantastica coinvolgendo anche le famiglie.

Queste invece le parole di Alessandro Antonello, amministratore delegato dell’Inter: 

Da anni spingevamo per migliorare San Siro e dare a Milano uno stadio all’avanguardia. Il progetto? Ci stiamo immaginando una capienza ridotta, la presenza media è attorno ai 60mila posti: il fatto di vedere un contenimento non ci spaventa dal punto di vista dei ricavi. Magari ci sarà uno stadio un po’ più piccolo, ma non inferiore in termini di eccellenza.

San Siro, presto il restyling ad opera di Milan e InterGetty Images
San Siro, presto il restyling: ci pensano Milano e Inter

Presto su carta, ma attenzione ai vincoli

I tecnici lavorano per presentare certe idee su carta. C’è solo un limite: la proposta non potrà prescindere da un montante di volumetrie private superiore rispetto a quanto previsto oggi per le grandi funzioni urbane. Un ostacolo non da poco. Perché qualora si dovesse mettere mano anche alle zone intorno San Siro, di mezzo ci finirebbe anche l’Ippodromo del Trotto, posto sotto vincolo dalla Soprintendenza. Insomma, si vedrà. Anche perché quella zona, negli anni ’20, fu costruita con l’intento di dare a Milano una cittadella per lo sport. Progetto completato a metà. Oggi potrebbe esserci la svolta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.