Liga, il Betis presenta Jesé: "Ma quale grasso, sono tutti muscoli"

Lo spagnolo, voluto fortemente da Quique Setien, torna in Liga per rilanciarsi e polemizza con i media: "Basta dire che sono grasso".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il colpo di calciomercato della sessione invernale spagnola lo ha perfezionato il Betis, prendendo in prestito dal PSG Jesé Rodriguez, ex baby promessa del calcio locale che nelle ultime stagioni ha trovato parecchie difficoltà a giocare a certi livelli. Il 25enne cresciuto nella cantera del Real Madrid ha così deciso di ripartire dalla Liga, firmando con il club andaluso fino a giugno.

Per Jesé il Betis rappresenterà la quinta tappa di una carriera mai veramente decollata, nella speranza di essere finalmente approdato nella realtà giusta per imporsi definitivamente. Con queste premesse (che sanno più di speranza) si è aperta la conferenza stampa di presentazione alla stampa dell'esterno offensivo, accanto al quale per l'occasione si è seduto anche il tecnico Quique Setien.

Secondo le indiscrezioni riportate in questi giorni dai media spagnoli, sarebbe stato l'ex allenatore del Las Palmas a chiedere esplicitamente Jesé alla società, convinto dalle potenzialità di un ragazzo col quale aveva già lavorato per un breve periodo di tempo nella seconda parte della stagione 2016/17, quando i rispettivi destini si incrociarono proprio al Gran Canaria.

Jesé è un calciatore di valore assoluto, un elemento che ci tornerà molto utile. Appena sarà in forma darà il suo contributo alla causa, poi a fine stagione ci siederemo a un tavolo e parleremo del suo futuro.

Liga, il Betis presenta Jesé: "Basta dire che sono grasso"

Numericamente parlando, l'arrivo del talentuoso spagnolo va a sostituire la partenza del giapponese Takashi Inui, ceduto nell'ultima finestra di calciomercato dopo non essere riuscito ad ambientarsi nel sistema di gioco proposto da Quique Setien. Viceversa, Jesé non vede l'ora di cominciare la nuova avventura nella Liga:

Ho ricevuto varie offerte ma al Betis non ho saputo dire di no. Arrivo in un posto dove si respira grande calcio, un club con una delle più grandi tifoserie del mondo. L'obiettivo è fare bene in questi mesi, poi vedremo: il mio cartellino è sempre del PSG.

Le sue ultime stagioni sono state molto travagliate: il prestito al Las Palmas - con relativo riavvicinamento a casa - non ha funzionato, così come è miseramente fallito anche il tentativo di rimettersi in gioco in Premier League, dove Jesé è finito suo malgrado in quel grande marasma chiamato Stoke City. Come se non bastasse, i continui problemi fisici non gli hanno dato tregua e anzi, davanti ai media spagnoli, l'ex madridista si è voluto togliere qualche sassolino dalle scarpe:

Ho avuto tanti infortuni e ho fatto molta palestra per recuperare: parlate del mio peso e mi chiamate grasso, non vi rendete nemmeno conto che invece sono chili di muscoli. È ora di finirla con questa storia.

In attesa di esordire in Liga è già arrivata la prima convocazione: Jesé sarà in panchina per la semifinale di andata di Copa del Rey, che il Betis giocherà contro il Valencia:

Sono pronto per giocare. Fisicamente sto bene da molto tempo e se l'allenatore mi manderà in campo darò tutto per ripagare la sua fiducia. Qualcuno ha dubbi su di me? È normale, ma sono qui per farli ricredere.

E sullo storico paragone con Cristiano Ronaldo, lo spagnolo taglia corto:

Mi ha stancato ma ormai ci ho fatto l'abitudine. Se c'è una cosa che ho imparato sul calcio è che a volte dà e a volte prende, ma bisogna sempre lavorare duro e migliorarsi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.