Liga: il Betis lancia Kaptoum, scoperta di Eto'o cresciuta alla Masia

Da scarto della Masia alla nuova vita con il Betis, il giovane centrocampista allievo di Eto'o ha sorpreso tutti. E Setien se lo coccola: "Diventerà un grande".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La prima volta non si scorda mai, soprattutto se così tanto attesa. È quello che deve aver pensato Wilfrid Kaptoum al termine di Betis - Atletico Madrid, la partita che ha segnato l'esordio assoluto in Liga del centrocampista camerunense. Kaptoum ci ha messo molto tempo a ritagliarsi un suo spazio, soprattutto se consideriamo il fatto che, fino a pochissimi anni fa, questo ragazzone era considerato uno dei talenti più cristallini in forza alla Masia.

I suoi novanta minuti giocati contro l'Atletico sono un buon biglietto da visita con Quique Setien, tecnico del Betis che in settimana aveva speso parole incoraggianti per il mediano 22enne, catechizzato più volte durante il match per mantenere alta la sua concentrazione. Kaptoum è stato richiamato dal tecnico soprattutto nel primo tempo, quando nella sua zona Thomas e Correa stavano schiacciando troppo i biancoverdi. Poi, una volta scrollatosi di dosso l'emozione, la prestazione del numero 34 è andata in crescendo.

Schierato da interno sinistro in un 3-5-2, Kaptoum ha messo in mostra tutte le sue qualità migliori: corsa, fisico e dinamismo, oltre a una buona dose di faccia tosta quando a metà ripresa, per fermare una ripartenza dei Colchoneros, ha spezzato il gioco con un intervento di esperienza su Rodri, ricevendo gli applausi della panchina. Classe 1996, il camerunense fresco di esordio in Liga è arrivato al Betis un anno fa a parametro zero, tesserato dal club andaluso dopo aver rescisso il proprio contratto con il Barcellona.

Wilfrid Kaptoum, centrocampista del BetisGetty Images

Liga: il Betis si coccola Kaptoum, talento scoperto da Eto'o

Il motivo? La società blaugrana non credeva più in lui, anche a causa di diversi problemi fisici che avevano tenuto lontano dal campo Kaptoum per la maggior parte del 2017. La chiamata del Betis è stata una liberazione: aggregato alla squadra B dei biancoverdi, il centrocampista a inizio stagione è stato portato in ritiro da Quique Setien, che in lui ha creduto sin da subito facendolo anche esordire in Copa del Rey.

La curiosità però riguarda il suo passato barcelonista: prima di arrivare ai ferri corti con il club blaugrana, il camerunense aveva addirittura esordito in Champions League. Nella fase a gruppi del 2015/16 infatti fu Luis Enrique a regalargli la "prima" ufficiale nella competizione continentale più prestigiosa, mandandolo in campo nella partita contro il Bayer Leverkusen dove - con il passaggio agli ottavi di finale già in tasca - il tecnico spagnolo decise di dare spazio a molti prodotti della cantera.

Per certi versi Kaptoum può essere considerato un emulo di Nicolò Zaniolo, uno dei giovani talenti più in voga nel momento, dato che entrambi hanno esordito prima in Europa che nei rispettivi campionati. In vista della seconda parte di stagione Quique Setien è disposto a concedergli sempre più spazio in Liga e, se le premesse sono queste, tra qualche settimana sarà molto difficile togliergli la maglia da titolare.

Arrivato in Spagna all'età di 12 anni, il ragazzo di Douala è uno dei ragazzi più interessanti prodotti dalla Samuel Eto'o Foundation, una sorta di accademia fondata dall'ex campione del Barcellona che lavora principalmente su territorio africano. Dopo essersi aggregato alla Masia, ha giocato una stagione in prestito al Sant Andreu per poi rientrare alla base, dove in quattro anni di categorie giovanili ha collezionato 54 presenze segnando 5 gol.

I problemi fisici che ne hanno limitato la crescita negli ultimi tempi sembrano essere superati. Oggi Kaptoum è un giocatore finalmente formato, che sotto la gestione di Quique Setien può crescere ancora tanto, come confermato dallo stesso allenatore:

Gli ho visto fare grandi cose in allenamento. L'esordio non è stato facile perché davanti aveva grandi campioni, ma dopo un primo tempo nervoso si è ripreso alla grande. Ho tanta fiducia in lui.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.