Calciomercato, Atalanta meglio del Chelsea: quanti talenti in prestito

La società nerazzurra è quella col maggior numero di giocatori ceduti in prestito nei maggiori campionati europei, davanti anche alla specialista Chelsea.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

"Bella come una Dea". Recita così un due aste quasi sempre presente alle trasferte dell'Atalanta. Questo tifoso non ha tutti i torti: i bergamaschi sono probabilmente la squadra che gioca il miglior calcio in Italia, soprattutto dopo aver superato la prima fase di stagione quando, in aperta campagna estiva di calciomercato, la banda di Gasperini è stata eliminata dai preliminari di Europa League per opera del Copenaghen.

Un brutto gancio in faccia, che però oggi è solamente un lontano ricordo. Dopo aver eliminato la Juventus in Coppa Italia, l'Atalanta si prepara a una seconda parte di stagione dove - tenendo questi ritmi - potrebbe addirittura puntare al quarto posto, un riconoscimento che a livello societario dalle parti di Bergamo meriterebbero fortemente per come hanno lavorato negli ultimi anni.

Un presente importante, quindi, al quale fa da contraltare un futuro ancora più roseo. Anzi, quasi verde, visto che parallelamente alla meticolosa politica messa in atto dal club per costruire l'attuale gruppo allenato da Gasperini, il sistema Atalanta negli anni è arrivato a controllare una numerosa schiera di giocatori attualmente in giro per l'Italia. Attualmente sono 55 i calciatori che la società ha mandato in prestito altrove con l'obiettivo di farsi le ossa, più di qualsiasi altra realtà dei top 5 campionati europei.

Andrea Petagna, in prestito dall'Atalanta alla SpalGetty Images

Calciomercato, Atalanta batte Chelsea: il futuro è in prestito

Si potrebbe quasi dire che l'Atalanta sia una vera Dea dei prestiti, visto che in questa speciale classifica gli orobici si sono messi dietro anche una big mondiale come il Chelsea, società da sempre molto attiva sul fronte della valorizzazione dei propri talenti. Dopo la sessione di calciomercato invernale, i Blues hanno portato a 46 il numero dei giocatori ceduti a titolo temporaneo. Tra questi figurano calciatori di primissimo livello come Kourt Zouma, finito all'Everton, oppure i vari Alvaro Morata, Michy Batshuayi, Victor Moses e Kenedy.

Di questa lista fanno parte anche due "italiani": il primo è Tiemoue Bakayoko, che il Milan dovrà decidere se riscattare o meno a circa 35 milioni di euro, dando per assodato il fatto che il francese oggi è diventato uno dei pilastri della squadra. Il secondo è Marko Pasalic, vero filo conduttore e punto d'unione tra Chelsea e Atalanta, con i nerazzurri che proprio dal club londinese lo hanno preso in prestito per regalare a Gasperini un altro elemento in grado di giocare tra le linee.

Bryan Cristante, centrocampista della RomaGetty Images

Il croato potrà essere riscattato per 15 milioni di euro, una cifra che inizialmente sembrava poter allontanare Pasalic da Bergamo dopo una sola stagione. In questo ultimo periodo però il centrocampista si è rivelato particolarmente utile e, in previsione del ritorno in Europa, potrebbe rappresentare una conferma importante. Tra i giocatori che l'Atalanta ha attualmente in prestito spicca ovviamente Bryan Cristante, centrocampista che la Roma comprerà a titolo definitivo tra cinque mesi ma ancora formalmente di proprietà nerazzurra.

Il presidente Percassi in questi anni è riuscito a collezionare plusvalenze da brivido, soprattutto con le cessioni dei giovani del vivaio. Di questa categoria fanno già parte Mattia Caldara e Roberto Gagliardini ai quali, ben presto, potrebbero essere aggiunti Franck Kessié (il Milan deve ancora riscattarlo), Andrea Petagna e Federico Mattiello, mentre rientreranno sicuramente alla base gli interessantissimi Luca Vido e Luca Valzania.

Interessante anche la situazione legata ai portieri, ruolo più rappresentato nel lungo elenco di calciatori spediti in prestito dagli orobici. Solo durante il calciomercato estivo la società ha mandato a giocare ben sei estremi difensori. Il più "famoso" è Marco Sportiello, spedito a Frosinone dopo la parentesi negativa alla Fiorentina. In B si disimpegna invece il serbo Boris Radunovic, titolare nella Cremonese. Scendendo di categoria troviamo invece gli altri quattro: Alessandro Turrin (Virtus Francavilla), Stefano Mazzini (Pordenone), Alessandro Santopadre (Paganese) e Stefano Mazzini (Carrarese).

Difficile dire quanti di questi ragazzi torneranno per restare. Di concreto, invece, c'è l'ampia scelta di talento a disposizione di Gasperini, che la prossima estate potrà ancora sfruttare il grande lavoro portato avanti da una delle dirigenze più competenti d'Italia.

Vota anche tu!

L'Atalanta riuscirà ad arrivare in Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

La top 11 dei prestiti

(4-3-3) Sportiello; Mattiello, Kresic, Bettella, Eguelfi; Cristante, Valzania, Kessié; D'Alessandro, Petagna, Vido.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.