Serie A, la Fiorentina torna a Udine. Pioli: "Astori sarà con noi"

La Viola torna a Udine dove undici mesi fa morì il capitano Davide Astori. Il tecnico: "Ho avuto la fortuna di conoscerlo, ogni giorno è con noi".

0 condivisioni 0 commenti

Share

No, non potrà essere una partita come le altre. Oggi la Fiorentina giocherà alla Dacia Arena contro l'Udinese e tornerà nella città dove undici mesi fa ci lasciò all'improvviso Davide Astori. Il 4 marzo fu una giornata drammatica, tutto il mondo del calcio versò lacrime per un ragazzo andato via troppo presto.

Certe coincidenze esistono, ci ricordiamo che Davide - ha dichiarato Stefano Pioli a DAZN - aveva giocato l'ultima partita proprio contro il Chievo, servendo anche l'assist per il gol di Biraghi. Poi siamo andati a Udine, lo stesso calendario di questa stagione. Davide aveva un grande pregio, diceva la cosa giusta al momento giusto e col modo giusto. Io ho avuto la fortuna di conoscerlo, ma era inevitabile che anche giocatori che lo avevano sfiorato appena dimostrassero affetto e riconoscenza verso di lui

Pioli ha proseguito:

Astori doveva venire alla Lazio quando io allenavo i biancocelesti, ci eravamo parlati diverse volte al telefono prima che scegliesse la Roma. A Firenze ho subito capito che avrei dovuto affidarmi a lui per dare inizio a un nuovo ciclo. Tra noi c'era grande sintonia e chiarezza, abbiamo vissuto insieme il lavoro quotidiano con grande condivisione, per me è stata una figura molto importante

Il tecnico continua a scavare nei ricordi:

Ogni mattina Astori era il primo a salutarmi, oggi è German Pezzella a farlo. Di Davide ricordo la sua posizione nelle riunioni tecniche, avvertiamo ancora la sua presenza. Ci tengo a ricordarlo ogni giorno, anche perché me lo sono tatuato. Magari non c'era bisogno di questo gesto, ma sentivo questa necessità e sono felice. Domenica come sempre sarà con noi, salirà in pullman con noi e scenderà in campo. Lo fa sempre, lo farà anche a Udine

Il leader degli Stadio: "Sto scrivendo una canzone su Astori"

Di Astori ha parlato il leader degli Stadio Gaetano Curreri, che alla Rai ha dichiarato:

Davide er un uomo buono, sapeva fare squadra. Sto cercando di scrivere una canzone su di lui, è un dolore che devo buttar fuori e le canzoni servono anche a questo

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.