MMA, UFC Fortaleza: vince e convince la Borella, Aldo risorge

La nostra rappresentante si rende protagonista di una prova maiuscola a Fortaleza: sconfitta l'ex imbattuta Talia Santos. Successi per Aldo e Moraes.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Mara Borella torna alla vittoria. Dopo il match immeritatamente perso contro Katlyn Chookagian, l'atleta italo-honduregna si impone senza se e senza ma contro Talia Santos, imbattuta nelle MMA fino a ieri notte. Un successo chiaro, legittimato dal gran primo round della nostra rappresentante che, dopo aver evitato una pericolosa rear-naked choke dell'avversaria, mette parecchi colpi in ground and pound e controlla in top position. Secondo round che vede la Borella avere la meglio in fase di clinch, controllando la brasiliana per l'intera ripresa. Ultimo round che vede la Santos provare a risalire la china, con Mara che però regge gli attacchi della striker verdeoro strappando una vittoria ai punti per split decision.

Split perché uno dei giudici di casa avrebbe visto il match pendere dalla parte della Santos, valutazione questa davvero assurda statistiche alla mano. Mara che torna dunque alla vittoria dopo un brutto infortunio al ginocchio, imponendosi su un'avversaria davvero tosta e conquistando, con tutta probabilità, un posto nella top 10 della divisione pesi mosca UFC. A proposito di verdetti casalinghi al quanto discutibili, impossibile non segnalare l'immeritata sconfitta di Max Griffin contro Thiago Alves: il Pitbull brasiliano, compagno d'allenamento della nostra Borella, rischia infatti a più riprese di capitolare contro lo statunitense, che viene sconfitto soltanto dai giudici ma non dal suo avversario. Da segnalare, sempre nei preliminari, i KO pazzeschi di Said Nurmagomedov e Jairzinho Rozenstruick, che si sbarazzano rispettivamente di Ricardo Ramos e Junior Albini con una facilità disarmante in una serata comunque positiva per i fighter brasiliani della promotion più importante al mondo nel settore delle MMA.

Main card che, invece, vede tutti i match finire non oltre la metà del secondo round, fatta eccezione per la vittoria di Livia Renata Souza su Sarah Frota. Pesi massimi-leggeri che hanno probabilmente trovato una nuova star: al suo secondo match nell'olimpo delle MMA, infatti, Johnny Walker ci impiega 15 secondi a sbarazzarsi di Justin Ledet. Due ottimi side kick, uno basso ed uno alto, sono il perfetto preludio allo spinning back fist che manda knockdown l'avversario: il brasiliano, dopo aver tentato un soccer kick al corpo - perfettamente legale, dunque -, manca Ledet prima finirlo in ground and pound. A star is born? Torna alla vittoria Demian Maia, che rivive i suoi fasti passati montando sulla schiena di Lyman Good prima di finirlo con una rear-naked choke a 2:38 del primo round. Cade a sorpresa, invece, David Teymur, che dopo un primo round in cui è anche riuscito a mettere knockdown Charles Oliveira rischia di finire KO sotto i colpi di Do Bronx, prima di essere finalizzato con una anaconda choke pazzesca.

MMA: José Aldo Getty Images
MMA: José Aldo tocca quota due vittorie di fila, con il successo su Renato Moicano che bissa quello su Jeremy Stephens.

MMA: co-main e main event di UFC Fortaleza

José Aldo risorge nella sua terra. Seconda vittoria consecutiva per l'ex dominatore dei pesi piuma, che si sbarazza per TKO del favoritissimo Renato Moicano dimostrando di avere ancora molto da dire all'interno di UFC. Primo round di studio, ma che vede probabilmente il giovane ed arrembante Moicano avere la meglio. Nella seconda ripresa, però, Scarface prende benissimo le misure all'avversario, scaricando delle combinazioni di braccia davvero devastanti che non lasciano spazio ad alcun comeback da parte del prospetto verdeoro. Risultato? Aldo torna alla vittoria, festeggiando in maniera davvero commovente in mezzo al suo pubblico e dimostrando di non essere ancora finito.

Nel main event, infine, Marlon Moraes si prende la sua rivincita su Raphael Assuncao, finalizzandolo al primo round con una ghighiottina dopo averlo mandato knockdown. Parte bene l'ex WEC, che nel primo atto contro l'ex World Series of Fighting aveva strappato una vittoria per decisione non unanime: a scombinare i suoi piani, però, arrivano due ganci chirurgici di Magic, che mandano giù Assuncao. Nonostante l'ottima difesa spalle a terra del 36enne, la finalizzazione è dietro l'angolo e arriva così la guillotine choke che mette fine all'incontro. Con questa vittoria, probabilmente, Marlon Moraes conquisterà una title shot contro T.J. Dillashaw, anche se bisognerà capire se quest'ultimo dovrà prima affrontare Henry Cejudo al limite delle 135 libbre.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.