Calciomercato, Berlusconi show: 15 acquisti per il Monza di Brocchi

Berlusconi e Galliani rivoluzionano completamente i brianzoli, scivolati nell'anonimato della metà classifica ma ancora decisi a puntare il vertice in Serie C.

2k condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una vera e propria rivoluzione, quella avvenuta nel calciomercato di gennaio: quasi una trentina di operazioni totali in entrata e in uscita, 15 nuovi arrivi di spessore, considerati tra i migliori della categoria se non addirittura da categoria superiore, una spesa totale di oltre 2 milioni di euro e il titolo indiscusso di re del mercato.

Non stiamo ovviamente parlando dei più alti livelli del calcio italiano, ma di Serie C. Di un club, il Monza, che nell'élite sogna di arrivarci per la prima volta nella sua storia dopo essere stato acquistato, nel settembre del 2018, da Silvio Berlusconi, che subito dopo essersi insediato aveva annunciato l'ambizioso piano di centrare quella Serie A mai disputata dai brianzoli nel corso della loro ultrasecolare storia.

Impossibilitati a investire immediatamente in sede di calciomercato, Berlusconi e il fido braccio destro Adriano Galliani - che lo ha seguito in questa avventura nelle vesti di amministratore delegato - hanno dovuto attendere fino a gennaio, quando hanno fatto irruzione in grande stile in un mercato povero come quello della Serie C rivoluzionando una rosa che adesso ha come unico obiettivo la promozione, diretta o attraverso i playoff.

Calciomercato, l'allenatore del Monza Cristian BrocchiGetty Images
Cristian Brocchi, 43 anni, formatosi come tecnico nelle giovanili del Milan di Berlusconi e Galliani che lo hanno poi voluto alla guida del Monza in Serie C.

Calciomercato, 15 nuovi giocatori nel Monza di Berlusconi

Gli oltre 2 milioni investiti a gennaio in sede di calciomercato sono una vera e propria dimostrazione di forza ed entusiasmo da parte di una proprietà che si è gettata a capofitto nella nuova avventura senza mostrare alcuna incertezza: esonerato mister Marco Zaffaroni, l'uomo che aveva riportato il Monza in Serie C e che la scorsa stagione aveva centrato un ottimo quarto posto, Berlusconi e Galliani si sono affidati a mister Cristian Brocchi, già avuto alle proprie dipendenze al Milan e protagonista di un inizio difficile che ha allontanato la squadra dalla vetta.

Costruita per il 4-4-2 di Zaffaroni, la squadra ha pagato dazio all'inizio nel tentativo di adattarsi alle idee del nuovo tecnico. Nelle 15 gare con Brocchi in panchina sono arrivate 5 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte, uno score deludente che però nelle ultime settimane è parso in leggero miglioramento: il Monza non perde da 7 turni, e anche se la vetta continua a restare lontana (il Pordenone primo è a +13) c'è fiducia che con i nuovi innesti di gennaio la musica cambierà, come testimoniato anche dall'ultima affermazione arrivata nella Coppa Italia di Serie C contro il Novara lo scorso mercoledì.

Ed ecco i 15 nuovi arrivi reparto per reparto: la nuova coppia di difensori centrali sarà formata dal 29enne Ivan Marconi, prelevato per 200mila euro dalla Cremonese, e dal 26enne Filippo Scaglia, arrivato per 500mila euro dal Cittadella e vero e proprio lusso per la categoria. Aggiornato ovviamente anche il reparto terzini: a sinistra potrebbe emergere il 22enne fluidificante Armando Anastasio, napoletano di proprietà del Napoli e visto la scorsa stagione al Parma in Serie B, mentre a destra ecco un altro giovane, il 21enne ex Primavera della Roma Eros De Santis, in prestito dal Siena e che può operare anche come difensore centrale. 

Calciomercato, il rinforzo del Monza Armando AnastasiGetty Images
Armando Anastasio, 22 anni: da anni dato in rampa di lancio, cercherà al Monza la consacrazione.

La rivoluzione di gennaio per Brocchi

Non manca anche l'esperienza, con l'acquisto in extremis del 33enne Franco Lepore, che è sceso di categoria lasciando il Lecce in Serie B a parametro zero dopo aver collezionato appena 4 presenze nel girone di andata. La sua esperienza e la sua versatilità (può giocare anche come ala) saranno utili a mister Brocchi, che a centrocampo potrà invece contare sui poco più che ventenni Andrea Palazzi, Enrico Bearzotti, Manuel Di Paola e Federico Marchesi: i primi tre arrivano in prestito da Inter, Verona e Virtus Entella, l'ultimo dalla Pro Piacenza ormai prossima al fallimento e esatta antitesi del Monza ricco e ambizioso.

Palazzi, Bearzotti, Di Paola e Marchesi sono costati zero, così come Matheus Paquetà, 23enne centrocampista arrivato in prestito dai brasiliani del Tombense e conosciuto principalmente per essere il fratello di quel Lucas Paquetà prelevato dal Milan a suon di milioni. Tutto da vedere se riuscirà a trovare spazio in un reparto dove la concorrenza sarà numerosa e di alto livello: Brocchi dovrebbe infatti puntare più su Marco Armellino, prelevato dal Lecce insieme a Lepore e costato 500mila euro, e su Marco Ezio Fossati, 26 anni e un passato da grande promessa nella Primavera del Milan seguita poi da una carriera che comunque la scorsa stagione lo ha visto mettere insieme 17 presenze in Serie A nel Verona, che lo ha ceduto per 150mila euro.

I colpi che infiammano maggiormente la fantasia dei tifosi, tuttavia, sono quelli relativi al reparto offensivo. Qui il Monza ha affiancato al 35enne Reginaldo, ex di Fiorentina, Parma e Siena in Serie A e già in rosa al momento dell'arrivo di Berlusconi e Galliani, l'esperienza del 31enne Andrea Brighenti e del 33enne Ettore Marchi, prelevati rispettivamente da Cremonese e Gubbio e ancora alla ricerca, dopo 3 gare con i brianzoli, del primo gol: sono costati 600mila euro, mentre 200mila è costato il terzo arrivo dal Lecce dopo Armellino e Lepore, Cosimo Chiricò, che in Salento era finito nel mirino della tifoseria.

Calciomercato, Ettore Marchi colpo in attacco per il MonzaGetty Images
Ettore Marchi, 33 anni, esperienze importanti in B con le maglie di Triestina, Sassuolo e Pro Vercelli. Il Monza lo ha prelevato dal Gubbio per 300mila euro e a lui si affida per trovare i gol necessari per la promozione.

Dismessa quasi completamente la vecchia guardia, compreso il bomber brasiliano Jefferson, ex Latina e Fiorentina e girato in prestito al Giana Erminio, e il 29enne ex Bari Simone Iocolano che di fatto era stato il primo acquisto dell'era-Berlusconi, firmando a novembre da svincolato e poi girato alla Virtus Entella fino a fine stagione. La necessità, ha detto Galliani, era quella di alzare immediatamente il tasso tecnico di una rosa che adesso, sulla carta, è una vera e propria corazzata.

Spetterà a Cristian Brocchi trasformare tante individualità in un gruppo, in una squadra, e saper trarre il meglio da ognuno dei tanti nuovi acquisti in una stagione ancora lunga e ovviamente piena di insidie, dove sembra scontato che qualsiasi avversaria giocherà alla morte contro una squadra tanto ricca, tanto diversa, tanto probabilmente invidiata da una concorrenza che spesso è costretta a compiere miracoli per far quadrare i conti. Il Monza dovrà dimostrare di essere più forte di tutto questo, dovrà dimostrarsi "squadra vera": una qualità che i soldi non possono comprare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.