Juventus, Allegri: "Non siamo in crisi. Chiellini? Niente di grave"

Il tecnico bianconero parla dopo la sconfitta contro l'Atalanta: "Domani gioca Caceres. Le critiche? Quando sono arrivato, c'era paura del Malmo".

196 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La sconfitta contro l'Atalanta in Coppa Italia brucia ancora in casa Juventus, con la squadra di Massimiliano Allegri che ha abbandonato il trofeo di cui è stata detentrice nelle ultime 4 stagioni dopo il netto 3-0 arrivato in casa della compagine bergamasca.

I bianconeri però non hanno neanche il tempo di pensare troppo alla caduta di mercoledì visto che c'è subito da rituffarsi in campionato: la Vecchia Signora sarà infatti impegnata nell'anticipo serale dell'Allianz Stadium contro il Parma.

Nella conferenza stampa della vigilia, Massimiliano Allegri è tornato sulla sconfitta con l'Atalanta e ha dato un aggiornamento sulle condizioni di Giorgio Chiellini: secondo il suo allenatore, il capitano della Juventus non dovrebbe star fuori a lungo dopo l'infortunio muscolare subito in settimana.

Juventus, Allegri parla in conferenza stampaGetty Images

Juventus, Allegri: "Chiellini starà fuori 15 giorni"

Allegri ha parlato prima di Juventus-Parma e la notizia più importante che il tecnico bianconero ha voluto dare riguarda le condizioni di Chiellini, uscito malconcio dalla sfida con l'Atalanta. L'allarme per il difensore bianconero sembra rientrato.

Chiellini non ha nulla di grave, dovrebbe star fuori 10 o 15 giorni.

La speranza è quindi quella di ritrovare il centrale per la partita di Champions League contro l'Atletico Madrid. Prima però c'è da pensare al Parma e nel match dell'Allianz Stadium, Allegri ritroverà Mario Mandzukic.

Giocherà titolare assieme a Ronaldo. Poi sceglierò fra Dybala, Bernardeschi e Douglas Costa. Caceres? Sarà in campo dall'inizio con Rugani.

In ultimo l'allenatore della Juventus ha parlato delle critiche che gli sono state rivolte da alcuni tifosi dopo il tonfo di Bergamo. Il livornese ha voluto difendere il suo lavoro spiegando che quanto fatto in questi 7 anni dalla sua squadra è fuori dall'ordinario.

In questo periodo la Juve ha vinto 7 Scudetti, 4 Coppe Italia e fatto 2 finali di Champions. Quando sono arrivato c'era paura se si affrontava il Malmo, io pensavo già ad arrivare in fondo. Non dovevamo perdere a Bergamo ma può succedere, non siamo in crisi: vincere non è la normalità.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.