MotoGP, botta e risposta Espargarò-Lorenzo: "Impossibile è per i deboli"

Aleix Espargarò prevede una sfida MotoGP già segnata in casa Honda: "Impossibile battere Marquez". Ma Jorge Lorenzo risponde al collega: "Impossibile è parola da deboli".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Alla vigilia della presentazione del team Repsol Honda a Madrid, Jorge Lornzo ha rimediato un brutto infortunio allo scafoide della mano sinistra durante un allenamento in moto nel Veronese. Il pilota ex Ducati non ha mai specificato dove si trovasse al momento dell'incidente né su che tipo di moto, un dettaglio non di poco conto per un atleta sempre attento ai social e al contatto con i suoi tanti tifosi. Regna mistero sulle circostanze, molto meno sulle conseguenze, dato che all'indomani del terzo intervento chirurgico in pochi mesi ha dato forfait per il primo test MotoGP 2019 a Sepang in programma dal 4 al 6 febbraio.

Dopo i due giorni di ambientamento sulla Honda RC213V a Valencia ha subito avanzato delle richieste accontentate nel test successivo di Jerez, con aggiornamenti in termini di seduta che hanno apportato sensibili miglioramenti. Nove anni in Yamaha e due in Ducati non possono segnare lo stile di guida di un campione, l'ha ampiamente dimostrato in sella alla Rossa di Borgo Panigale, sebbene gli infortuni e la sfortuna abbiano compromesso la seconda parte della stagione MotoGP 2018. Pronto a rimettersi in gioco, come nel 2008, quando esordì in Yamaha al fianco di un Valentino Rossi già cinque volte iridato, come nel 2017, quando in Ducati andava a condividere un box occupato da Andrea Dovizioso già da quattro stagioni.

L'infortunio non smorza l'entusiasmo di Jorge Lorenzo che nel garage Honda dovrà vedersela con Marc Marquez. Un personaggio a dir poco 'scomodo' che ha costruito la RC213V a sua immagine e somiglianza e vinto cinque degli ultimi sei Mondiali MotoGP. E se i bookmaker lo danno per sconfitto nella sfida contro il fenomeno di Cervera, il pentairidato sente di avere le carte in regola per tentare il colpaccio. L'infortunio allo scafoide rallenta ma non ferma i suoi sogni di gloria. E il botta e risposta a distanza con Aleix Espargarò la dice lunga sulla sua determinazione.

Aleix Espargarò pilota MotoGP ApriliaGetty Images

MotoGP, Aleix Espargarò: "Impossibile battere Marquez con la stessa moto"

Jorge Lorenzo è un ragazzo molto attento alle dichiarazioni dei colleghi, sia in TV che sui social, e non è certo uno che si fa passare la mosca sotto il naso. Nei giorni scorsi lo spagnolo dell'Aprilia Aleix Espargarò, che da quest'anno farà coppia con Andrea Iannone in sella alla RS-GP, lo scorso week-end era sulle nevi di Arinsal (Andorra) per dedicarsi allo sci. Una maniera per rilassarsi, dopo la deludente passata stagione in MotoGP, e per tenersi in forma per affrontare una nuova avventura. Raggiunto dai microfoni di Sky Sport ad Aleix è stata chiesta un'opinione sul duo Marquez-Lorenzo in Honda.

È difficile da dire. Sono due piloti molto veloci, ma per me Márquez è di un altro livello, molto più forte degli altri. Inoltre, è a casa sua: ha realizzato la moto con la sua gente. È impossibile secondo me batterlo sulla stessa moto.

La parola 'impossibile' è subito arrivata all'orecchio di Jorge Lorenzo che non ci sta a restare impassibile. Avevamo detto dell'esordio in Yamaha nel 2008, al suo terzo tentativo è diventato campione del mondo, costringendo per certi versi Valentino Rossi a cambiare livrea. Arrivato da ospite è diventato padrone del box in poco tempo, tant'è che secondo molti la YZR-M1 di oggi è ancora progettata in base alle richieste del maiorchino e del suo stile di guida. Le affermazioni di Aleix Espargarò hanno fatto smuovere lo stato d'animo del neo pilota Honda che relega la sua risposta, come spesso succede, sul suo profilo social e con una frase di Mohammed Alì.

Impossibile è una parola usata dagli uomini deboli per vivere facilmente nel mondo che gli è stato dato, senza avere il coraggio di esplorare il potere che hanno di cambiarlo. Impossibile non è un dato di fatto, si tratta di un'opinione. Nulla è impossibile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.