Calciomercato, ciao ciao Toronto: Giovinco vola in Arabia Saudita

Dopo quattro anni la Formica Atomica lascia la MLS per trasferirsi al Al Hilal, ambizioso colosso saudita che punta alla scalata continentale.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

"Thank you for everything, I love you Toronto". Con una piccola nota sul suo account Instagram, Sebastian Giovinco ha annunciato il suo addio ufficiale alla franchigia canadese. L'ex trequartista bianconero ha infiammato il calciomercato decidendo di non proseguire la propria avventura in Ontario, dove nelle ultime stagioni aveva fatto innamorare un popolo intero trascinando i Toronto FC in cima alla MLS.

La notizia della sua partenza era già nell'aria da un paio di giorni, cioè da quando il calciatore aveva avuto il via libera dalla società per lasciare il ritiro californiano dove la squadra sta preparando la nuova stagione in partenza a marzo. Giovinco era arrivato in Canada nel gennaio del 2015, quando per trovare spazio decise di lasciare la Juventus a titolo definitivo e approdare in un contesto professionale totalmente nuovo, trasformandosi da uno dei tanti a stella chiamata a trainare un intero gruppo di compagni.

In questi quattro anni la Formica Atomica è maturato molto, riscoprendo attitudini e motivazioni personali che lo hanno spinto a rimettersi sempre più in gioco. Da qui la decisione di fare rotta verso est, dove Giovinco è stato ufficializzato dall'Al Hilal, uno dei club più importanti dell'intero continente asiatico che fa parte di un movimento calcistico in ascesa come quello dell'Arabia Saudita. Una scelta molto particolare, che non solo rappresenta un grande colpo di calciomercato ma naturalmente avrà anche un importante risvolto dal punto di vista economico.

Calciomercato, Giovinco saluta Toronto: c'è l'Arabia Saudita

Il passaggio al gigante saudita frutterà a Giovinco un bell'aumento di stipendio, che passerà dai 7 milioni di euro all'anno guadagnati in Canada ai 10 milioni di euro proposti dall'Al Hilal, che gli ha fatto firmare un contratto triennale. Il classe 1987 nato a Torino lascia un bel vuoto all'interno della franchigia canadese: con lui in campo, Toronto ha avuto una crescita esponenziale durata per tutto l'ultimo quadriennio e culminata con il titolo vinto nel 2017, quando in Ontario hanno festeggiato sia la MLS che il Supporter's Shield.

Contemporaneamente, il contesto MLS si è cucito perfettamente addosso al giocatore, capace di viaggiare su numeri impressionanti: dal 2015 a oggi Giovinco ha giocato la bellezza di 141 partite con la maglia dei Reds mettendo a segno un totale di 83, 18 delle quali solo nell'ultima stagione. Notevoli anche le statistiche sugli assist, 50 in totale, e soprattutto gli 11 riconoscimenti personali che il giocatore è riuscito a portarsi a casa, a testimonianza dell'impatto dominante avuto dal calciatore in quel di Toronto.

View this post on Instagram

Toronto has been home to me and my family for almost 5 years. I arrived here from Italy in January 2015 and immediately felt something special. From day one, I worked hard to repay the opportunity that Toronto had given me. From that first year, I realized that we could do great things here. Through hard work, passion and determination my teammates and I transformed TFC and made it one of the best clubs in MLS and in North America. We didn’t do this alone. Without our great fans this would not have been possible. I can confidently say that I significantly contributed in making unprecedented history at TFC. We wrote a new chapter in the club’s history, together. All for One. This journey has been a wonderful experience for my family and me. It’s without hesitation that I can say that I wanted it to end differently. As I have always maintained, I was hoping to renew my contract and finish my playing career in a city that feels like home. It is here where my daughter was born and where my son took his first steps on a football pitch. A place my family loves to live and wanted to call home for good. Unfortunately, this desire of ours has clashed with a change in direction with current TFC management. For the 2 years I have been seeking to extend my contract however management was reluctant. Recently, after refusing to exercise the club option for 2020, I was offered terms that I deemed unacceptable. They may say I left for a more lucrative deal, but this is not the case. Their offer and lack of transparency is a clear message. It seems management prefers to focus on things other than the pure desire to win. After having grown the brand and elevating the overall reputation of TFC both at home and abroad, it seems I no longer serve a purpose. I would have accepted less to stay in Toronto. Therefore, I reluctantly announce that my tenure as a TFC player has come to an end. I will now focus my attention and efforts towards another challenge. With me I bring beautiful memories. Toronto - the 6ix - you are and will always remain in my heart. Thank you for everything you have taught me about myself and about life. I love you Toronto! Seba

A post shared by Sebastian Giovinco (@sebagiovincoofficial) on

Ora che però il Canada rappresenta il passato, è arrivato il momento di pensare al presente. Un presente molto stuzzicante, dato che a Riyadh Giovinco troverà un nuovo allenatore fresco di nomina - Zoran Mamic, arrivato per prendere il posto di Jorge Jesus -  e una rosa già molto competitiva, all'interno della quale sono presenti pezzi da novanta come Bafetimbi Gomis, André Carrillo, Jonathan Soriano e Omar Abdulrahman.

Oggi l'Al Hilal è saldamente primo in classifica nella Saudi Professional League, ma l'obiettivo della società - che ha cambiato tecnico proprio in virtù delle ultime prestazioni poco convincenti - è quello di mettere in bacheca la Champions League asiatica, competizione che prenderà il via il 5 marzo. Per quel giorno Giovinco, che proprio in queste ore si è trasformato nel terzo rinforzo di calciomercato del club saudita, dovrà farsi trovare pronto: dopo aver fatto sognare tutta Toronto, è arrivato il momento di regalare una gioia anche agli sceicchi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.