Chelsea, Willian: "Ho offerto il rigore a Higuain, volevo un suo gol"

Il brasiliano ha spiegato perché voleva che il Pipita calciasse il rigore contro lo Sheffield. E il web esalta la sua umiltà: "Una scena meravigliosa".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Avrebbe potuto esordire con la sua nuova maglia andando a segno su calcio di rigore, ma a preciso invito di un neo-compagno di squadra ha gentilmente declinato. Storia di Gonzalo Higuain: l'attaccante, arrivato da pochi giorni al Chelsea via Milan, ha disputato ieri pomeriggio la sua prima partita ufficiale dal 1' con la maglia dei Blues, nel quarto turno di FA Cup contro lo Sheffield Wednesday a Stamford Bridge. E ha preferito non calciare il rigore che ha poi aperto le marcature. Con pioggia di reazioni sui social, nei suoi confronti e di chi gli aveva offerto la generosa chance.

Higuain avrebbe potuto trovare il primo centro con la maglia del Chelsea dopo 29 minuti di gioco: contrasto falloso tra Azpilicueta e Hutchinson nell'area dello Sheffield e calcio di rigore per i Blues. Sul dischetto ci va il brasiliano Willian, ma prima della battuta il numero 22 della squadra di Maurizio Sarri si avvicina al Pipita. Un breve conciliabolo, qualche sorriso, poi Willian va dal dischetto e firma l'1-0, prima marcatura in una sfida che i padroni di casa vinceranno poi per 3-0 grazie alla seconda marcatura personale del brasiliano e al centro di Hudson-Odoi.

Ma cos'è successo prima dell'esecuzione del calcio di rigore? A spiegarlo in mixed zone è stato lo stesso Willian, ben presto assunto ad esempio di umiltà dai suoi tifosi sui social. L'esterno 30enne ha offerto a Higuain la sfera per calciare dagli 11 metri, ma il nuovo centravanti del Chelsea - che dal dischetto in Serie A quest'anno ha fallito una chance con la maglia del Milan a San Siro contro la Juventus - ha gentilmente rispedito al mittente la proposta, con tanto di abbraccio sincero al compagno di squadra.

Volevo che Higuain segnasse subito il suo primo gol con la maglia del Chelsea, così ho provato a cedergli il pallone. Ma troverà presto la prima rete con noi, vedrete

Chelsea, Gonzalo Higuain saluta Sarri all'uscita dal campo dopo la sfida di FA Cup contro lo SheffieldGetty Images
Chelsea, Gonzalo Higuain saluta Maurizio Sarri all'uscita dal campo dopo la partita contro lo Sheffield

Willian gli cede il rigore, Higuain rifiuta: i tifosi del Chelsea pazzi per il brasiliano

Una scelta, quella di Higuain, probabilmente figlia della volontà di entrare in punta di piedi nello spogliatoio del Chelsea, e al tempo stesso di voler trovare il primo centro con la maglia dei Blues in un altro modo, magari con una delle sue classiche giocate nel cuore dell'area o con una precisa esecuzione dal limite.

La reazione del centravanti argentino è stata apprezzata - come il termometro dei social dimostra - dai tifosi dei Blues che hanno ancor di più gradito la generosità e l'umiltà di Willian, che con la doppietta allo Sheffield è arrivato a quota 7 centri stagionali tra Premier League e coppe. Il tutto in 35 presenze, dato che fa dell'ex Shakthar Donetsk uno degli "intoccabili" di Sarri. "Meraviglioso", "umile" e ancora "uomo di classe" sono solo alcune delle parole utilizzate per definire il numero 22 del Chelsea. Il suo gesto ha fatto in breve tempo il giro dell'Inghilterra ed è toccato a Gianfranco Zola, vice di Maurizio Sarri, fornire una precisazione sulle gerarchie nell'elenco dei rigoristi, riportata da talkSPORT. 

Nella lista dei rigoristi, Higuain è il primo. I due si sono parlati, è stato un bel gesto di Willian di lasciargli la battuta il giorno dell'esordio

Higuain avrà comunque una nuova opportunità per trovare la prima rete con  la maglia dei Blues già mercoledì sera, in Premier League sul campo del Bournemouth.  C'è però una voce fuori dal coro sul conto del Pipita: per Ruud Gullit, ex calciatore del Chelsea e oggi opinionista per la BBC, difficilmente il brasiliano e Hazard costituiranno la fortuna del nuovo attaccante di Sarri.

Sono due calciatori che dribblano, stringono verso il centro del campo e cercano il tiro. Non hanno bisogno di un cannoniere al centro dell'attacco, ma di un attaccante che scambi spesso palla con loro, come Roberto Firmino del Liverpool

Zollette di zucchero dai suoi tifosi, ma non dagli opinionisti. L'avventura di Gonzalo Higuain al Chelsea si è aperta in salsa agrodolce. C'è anche chi ancora dall'Italia ne parla in termini non proprio esaltanti: è il caso del Ministro dell'Interno Matteo Salvini, interrogato sul Pipita in un'intervista a Rtl:

Spero che Higuain non si faccia più vedere a Milano, si è comportato in maniera indegna. Non mi piacciono i mercenari

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.