Calciomercato Inter, Perisic verso l'Arsenal: accordo tra le parti

L'esterno croato ha raggiunto l'accordo per il suo passaggio ai Gunners già a gennaio. Inter e Arsenal lavorano sulla formula. E spunta l'ipotesi Ozil.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ivan Perisic e l'Inter sono ormai al passo d'addio. Dopo il pareggio contro il Sassuolo e la sconfitta di Torino, ad abbattersi sui muri nerazzurri è l'ennesima tegola di un mese di gennaio che sembra realmente stregato. Questa volta però è il calciomercato a tenere banco, perché - contrariamente a ciò che si è sempre ipotizzato in questi ultimi mesi - l'esterno croato a ore potrebbe salutare i colori nerazzurri a titolo definitivo.

Che qualcosa fosse nell'aria però si poteva già intuire, visto che nel prepartita del Grande Torino Luciano Spalletti aveva dichiarato a chiare lettere che Perisic aveva espressamente chiesto di non giocare, aggiungendo ulteriori problemi per il tecnico di Certaldo che aveva già dovuto rinunciare a Keita Balde (infortunato) e Politano, inizialmente relegato in panchina perché reduce da un fastidioso infortunio.

Dopo la sconfitta, negli ambienti nerazzurri si è anche diffusa la voce che la cessione di Perisic sarebbe già praticamente ufficiale: il croato lascerà l'Inter dopo tre anni e mezzo dal suo arrivo, avvenuto nella sessione di calciomercato estiva nel 2015 quando Piero Ausilio lo strappò al Wolfsburg per 19 milioni di euro. La carriera professionale del vicecampione del mondo proseguirà in Premier League, dove negli ultimi giorni l'Arsenal ha superato la concorrenza del Manchester United trovando già un accordo con l'entourage del giocatore.

Ivan Perisic, esterno dell'InterGetty Images

Calciomercato Inter, Perisic a un passo dall'Arsenal

La voce è stata confermata anche dall'edizione odierna del Corriere dello Sport, che parla delle cifre di una trattativa data praticamente come ufficiale: da qui a giugno Perisic percepirà 3 milioni di euro, per poi legarsi definitivamente ai Gunners con un triennale da 6,5 milioni di euro netti a stagione. Una cifra molto importante, se consideriamo che il croato compirà 30 anni a giorni e ha un contratto in scadenza nel 2022.

L'unica cosa che rimane in sospeso è l'accordo tra le due società, che però dovrebbe essere definito in giornata: l'Arsenal ha chiesto il giocatore in prestito con diritto di riscatto, ma Marotta - vista l'impossibilità di cederlo subito a titolo definitivo - avrebbe preteso dagli inglesi di inserire almeno un obbligo, dando per scontato che - viste le recenti vicende - Perisic si è ormai bruciato ogni credibilità all'interno dell'ambiente nerazzurro.

Le parti tratteranno ma è molto probabile che entro il 31 gennaio, giorno della chiusura del calciomercato, l'accordo si chiuderà ufficialmente. Nel frattempo però l'Arsenal vorrebbe liberarsi di Mesut Ozil, giocatore ormai totalmente fuori dai piani di Unai Emery. Il tecnico basco non predilige troppo i calciatori con le caratteristiche del fantasista tedesco, che ormai è sul piede di partenza da diverso tempo. Ozil stuzzica le fantasie nerazzurre ma, per portarlo in Italia, ci sarebbe da superare un ostacolo non di poco conto: l'ingaggio.

Il numero 10 dei Gunners guadagna circa il doppio di Perisic, quindi l'unica maniera per fargli fare il percorso inverso rispetto al croato sarebbe quello di uno scambio di prestiti, dove però l'Inter dovrebbe accollarsi l'intero stipendio di Ozil. La situazione è in continua evoluzione ma, contestualmente, rimane anche slegata dalla trattativa per Perisic, un profilo che l'Arsenal tenterà comunque di portarsi a casa a prescindere mettendo fine alla sua permanenza in Italia, conclusa con 143 presenze corredate da 34 gol e altrettanti assist.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.