NFL: le cinque sconfitte più brucianti della storia in un Super Bowl

Nel Super Bowl si ricordano sempre i vincitori, non i vinti, a meno che non abbiano perso incredibilmente come quelli della nostra top 5.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Siamo arrivati alla settimana del Super Bowl e sembra ieri l'aver iniziato la regular season. Dodici mesi fa l'NFL incoronava i Phildelphia Eagles come campioni dopo la vittoria sui New England Patriots in uno dei migliori SB che la storia conosca, con pathos, tantissimi punti e qualche colpo di scena finale. La sete di rivalsa di Tom Brady e dei Patriots non è ancora estinta, infatti saranno loro a dare spettacolo con i Los Angeles Rams per assegnare il titolo 2018-2019. Noi come primo passo di avvicinamento all'evento vi raccontiamo le cinque peggiori sconfitte subite nell'atto finale all'interno della storia NFL.

Titans-Rams 1999
Patriots-Giants 2007
Bills-Giants 1990
Falcons-Patriots 2016
Seahawks-Patriots 2014

5- Tennesse Titans-St.Louis Rams 16-23 (1999)

I Titans guidati da Steve McNair hanno avuto bisogno di un miracolo nel wild card game, ma negli ultimi secondi del Super Bowl XXXIV serviva il bis per portare la partita all'overtime o addirittura alla vittoria. Con 21" sul cronometro McNair ha qualche possibilità dalle 30 avversarie di completare l'impresa. Dopo essere scappato all'assalto degli avversari lancia la palla sulle 11 per un primo down e a 5" dal termine il timeout ferma il tempo. C'è un ultima possibilità: McNair lancia per Dyson, che riceve ma viene clamorosamente placcato a una yarda dalla endzone con il tempo che inesorabilmente spira fino allo zero, regalando la vittoria ai Rams per il famigerato centimetro decantato da Al Pacino in ogni maledetta domenica. La sconfitta è struggente per i Titans e una liberazione per i Rams.

4- New England Patriots-New York Giants 14-17 (2007)

L'egemonia Brady non sembra poter incontrare problemi e assieme a Randy Moss i New England Patriots arrivano all'atto finale da imbattuti, con la possibilità di compilare una storica perfect season. Dall'altra parte ci sono i New York Giants, direttamente dal wild card game e in grado di vincere tutte le partite in trasferta, arrivando in finale con tutti gli sfavori del pronostico. L'attacco al tritolo dei Pats è tenuto a bada dalla solidissima difesa di Coughlin, ma i Giants inseguono 14-10 a 1.15' dal termine con la palla sulle proprie 40. È un 3 e 5 con la linea difensiva che mette le mani addosso a Eli Manning senza atterrarlo, ne scaturisce una bomba fino alle 20 avversarie con una ricezione che va oltre il miracoloso di David Tyree che agguanta la palla trattenendola con il casco. A 36" arriva il TD della vittoria di un liberissimo Plaxico Burress in endzone. I Giants rovinano il path to perfection dei Patriots e choccano il mondo NFL.

3- Buffalo Bills-New York Giants 19-20 (1990)

Se poco fa abbiamo raccontato dei Giants che danno un dispiacere a Belichick, qui è proprio il futuro coach dei Patriots ad essere il defensive coordinator dei Giants che in un instant classic contro i Bills deve tenere a bada un attacco avversario esplosivo. Thurman Thomas produce 200 yards dalla linea di scrimmage, ma i Giants corrono alla grande e tengono il pallone per lo sproposito di 40 minuti. Kelly ha ancora una cartuccia da sparare per provare a vincere. Nell'ultimo drive i Bills convertono il loro primo terzo down della partita e arrivano sino alle 30 avversarie per Scott Norwood che ha sul piede il calcio che vale l'anello. La forza c'è, la precisione no e il pallone finisce largo a destra sancendo la sconfitta dei Bills, che non sarà l'unica, visto che perderanno altre tre volte consecutivamente il Super Bowl.

2- Atlanta Falcons-New England Patriots 28-34 (2016)

Il meme che ha caratterizzato tutto il 2017 era 28-3. Gli Atlanta Falcons hanno letteralmente dominato tre quarti e mezzo del match non dando la minima possibilità a Brady e compagni di pensare nemmeno lontanamente a una vittoria e sul 28-3 tutto sembrava terminato e pronto per la parata di Atlanta. A due minuti dalla fine del terzo periodo White segna il primo touchdown della più grande rimonta nella storia di un Super Bowl...o forse del più grande collasso. Anche in questo caso, ciò che nel 2007 il fato aveva tolto ai Pats con la ricezione di Tyree, lo restituisce con il miracolo di Julian Edelman che converte un semi intercetto in una ricezione da circo nel drive dell'aggancio. A un minuto dalla fine White entra in endzone, ma serve una conversione da due per il pareggio e puntualmente Amendola la completa per l'overtime. Con ancora 11 minuti sul cronometro dell'overtime si consuma il dramma sportivo con White che varca la goal line infliggendo una sconfitta da cui i Falcons non si sono ancora ripresi.

1- Seattle Seahawks-New England Patriots (2014)

Brady è sontuoso, il match è godibilissimo e i Seahawks vogliono andare per il repeat. I Patriots vanno avanti 28-24 con due minuti da giocare e a 1.15' dalla fine Russell Wilson opta per il gioco sul profondo che potrebbe risolvere il match. Nelle sliding doors della sorte i Patriots sembrano uscire un'altra volta sconfitti e dopo una serie di carambole nella contesa della ricezione, Kearse (sdraiato per terra) si ritrova la palla in mano sulle 6 avversarie per uno dei più rocamboleschi finali della storia. I Pats devono fermare Marshawn Lynch che mette la palla a una yard dalla goal line, ma qui arriva la decisione più scellerata della storia recente: al posto che affidarsi al miglior running back della lega, Wilson lancia la palla che viene intercettata da Malcom Butler regalando la vittoria ai Patriots e una sciocchezza che ancora oggi fa parlare di sè ed è costata un anello a Pete Carroll e la sua squadra.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.