Milan, Gattuso: "Higuain va coccolato e un gol è la terapia migliore"

Il tecnico rossonero parla del suo bomber in vista del match di Supercoppa contro la Juventus: "Lo vedo tranquillo, in questo momento bisogna stargli vicino".

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Di questi tempi essere l'allenatore del Milan, o essere Rino Gattuso che è lo stesso, dovrebbe essere inserito dal Ministero del Lavoro fra i cosiddetti mestieri usuranti, quelli cioè che ti danno diritto alla pensione anticipata, altro che quota 100.

Una stagione che parte con la società che ha appena evitato il fallimento dovrebbe essere guardata con occhi per lo meno benevoli, ma poi il calciomercato ti recapita un certo Higuain, succede che qualche avversaria stenti a ingranare, arriva una combinazione di risultati e ti ritrovi in zona Champions League.

Poi, però, vinci una partita in un mese e ti ritrovi a inseguire i fantasmi, con le voci di calciomercato che coinvolgono il tuo bomber. Che intanto si è inceppato e ha messo il broncio perché vuole scappare dal suo mentore che adesso è al Chelsea. La vita comunque va avanti, come la tua squadra in Coppa Italia, spinta dalla doppietta del vice-bomber, e hai di fronte l'occasione della vita: la Supercoppa italiana contro una Juventus più in forma che mai.

Milangetty

Milan, Gattuso: "Higuain va coccolato"

Ed ecco che Gattuso si ritrova a fare la puntata obbligata: tutta la posta su Gonzalo Higuain. Non importa che il Pipita abbia segnato un solo gol negli ultimi tre mesi, contro i 4 del suo vice Cutrone: il tecnico sa che il suo bomber vorrebbe partire e probabilmente partirà, ma sa anche che è l'uomo di maggior classe del suo Milan, uno che può decidere qualsiasi match. Sempre che abbia gli stimoli giusti:

In questo momento bisogna stargli vicino e fino a quando ci dà professionalità e impegno nessuno può dirgli nulla. Bisogna farlo sentire importante, coccolarlo, dire anche cose che non fanno piacere ma fa parte del mio lavoro.

Higuaingetty

"Se riesce a buttarla dentro..."

Per il Milan, vincere la Supercoppa - mercoledì 16 gennaio alle 18.30 italiane -  a Jeddah potrebbe essere la svolta che salva tutta una stagione e, chissà, se segnasse Higuain, potrebbero cambiare molte cose. Il Pipita se la gioca da ex, avvelenato per giunta, un risvolto che in campionato non gli portò bene:

Dopo quel rigore sbagliato contro la Juve, Gonzalo un po’ si è smarrito, ma ci sta. Ha preso due giornate di squalifica, è stato giudicato e massacrato, com’è giusto che sia perché ha perso la testa e occorre prendersi le proprie responsabilità. Ha fatto fatica a uscirne, per lui è stata una ferita importante ma ora lo vedo tranquillo e se riesce a buttarla dentro, potrebbero cambiare tante cose.

Higuaingetty

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.