Capello: "Lo Scudetto del 2006 all'Inter? Una comica". E su Higuain...

L'ex allenatore del Real Madrid parla di razzismo, del Pipita e torna sull'infinita questione legata allo Scudetto del 2006

125 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La partita che assegnerà la Supercoppa italiana potrebbe essere l'ultima di Gonzalo Higuain con la maglia del Milan. Il Pipita non è contento della decisione presa dal club rossonero di non riscattarlo a fine stagione e vorrebbe andar via da Milano già durante la sessione di calciomercato invernale.

Sarà inevitabile tenere tutti i riflettori puntati su di lui nella sfida di Gedda contro la sua ex squadra, quella Juventus che detiene ancora il suo cartellino e che dovrà essere interpellata in caso di sua cessione, magari al Chelsea.

Ha parlato del suo momento anche Fabio Capello, l'allenatore che lo ha fortemente voluto al Real Madrid nel 2007 e che lo fece debuttare con la maglia dei Blancos lanciandolo di fatto nel grande calcio. Secondo il tecnico, la stagione di Higuain è cambiata definitivamente nella sfida di campionato contro i bianconeri.

Il momento di Higuain commentato da CapelloGetty Images

Capello: "Quest'anno Higuain non è più lui"

Fabio Capello è stato ospite della trasmissione "Radio anch’io sport" in onda su Rai Radio 1. Intervistato da Filippo Corsini, il tecnico ha detto la sua sulla stagione interlocutoria del suo ex giocatore Higuain.

Con me al Real Madrid fu fondamentale, credo gli sia rimasto qualcosa dentro dopo il rigore sbagliato contro la Juventus. Da quel momento non è più lui.

I dubbi sulla permanenza in rossonero del Pipita sono ormai sempre di più e anche Capello è convinto che la volontà del centravanti argentino sia quella di tornare alla corte di Maurizio Sarri, il tecnico che più ne ha valorizzato le qualità.

Higuain è ancora un super bomber, ma in campo mi sembra svogliato. La mia sensazione è che voglia andare a giocare da Sarri.

Fabio Capello ha detto la sua sul tema sempre più caldo dei cori razzisti nel nostro campionato. Il tecnico ha commentato una proposta fatta da sua moglie, cioè quella di far sedere in campo i giocatori in caso di insulti provenienti dagli spalti.

Credo sia l'idea migliore: i giocatori si siedono e aspettano che tutto finisca. Si aiuterebbero i tifosi sani, l'Italia è l'unico posto dove si dà corda agli ultrà. Comandano loro.

Ma le dichiarazioni che più stanno facendo scalpore in queste ore, sono quelle che Fabio Capello ha rilasciato commentando l'annosa questione dello Scudetto del 2006, assegnato all'Inter e che ha visto il ricorso della Juventus:

Il ricorso per lo scudetto del 2006? Mi sembra una cosa giusta, è comico sia stato assegnato all’Inter, che arrivò terza ed era anch’essa indagata. Guido Rossi decise molto frettolosamente perché avevamo bisogno di una squadra che giocasse in Champions. Fu una cosa ingiusta le regole non furono rispettate e la giustizia sportiva non ha potuto indagare a fondo”

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.