Calciomercato Inter, presto l'incontro con Icardi. Marotta: "Nessun caso"

L'ad dell'area sportiva del club nerazzurro, dopo il 6-2 sul Benevento, ha parlato del rinnovo: "Dinamiche di società normali". E domani potrebbe esserci un nuovo incontro.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il calciomercato dell’Inter, in questa sessione invernale, gira tutto intorno a Mauro Icardi. La situazione rinnovo appare ingarbugliata, ma c’è Beppe Marotta a tranquillizzare l’ambiente, ammettendo che non esiste nessun caso e che c’è la volontà di proseguire il rapporto da entrambe le parti.

Il nuovo ad dell’area sportiva del club nerazzurro, ha parlato ai giornalisti dopo il 6-2 rifilato dai ragazzi di Spalletti al Benevento in Coppa Italia. Servivano le sue parole per stemperare gli animi dopo giorni molto chiacchierati sul fronte rinnovo contrattuale. C’è di più: in questa settimana potrebbe anche esserci l’incontro definitivo per siglare l’accordo.

Maurito, in gol su rigore nel silenzioso San Siro di Coppa, poi le parole di Marotta. E non vanno dimenticati i segnali social: l’attaccante subito dopo la vittoria ha postato un messaggio con i complimenti alla squadra. La moglie-agente Wanda Nara ha messo una foto del marito esultante per il primo gol del 2019. Il primo nodo del calciomercato dell’Inter, forse, sta per essere sciolto. I tifosi non vedono l’ora.

Calciomercato Inter, Icardi in azione contro il BeneventoGetty Images
Calciomercato Inter, Icardi in azione in Coppa Italia

Calciomercato Inter, Marotta su Icardi: “Nessun caso”

Forse siamo arrivati all’epilogo della storia del rinnovo di Mauro Icardi, primo compito da eseguire per il nuovo ad Beppe Marotta. Di calciomercato, l’ex dirigente della Juventus sbarcato alla Pinetina ad inizio dicembre, non ha ancora parlato. Ma del rinnovo di Maurito, questo sì. Alla Domenica Sportiva, dopo la vittoria per 6-2 sul Benevento, ha ammesso:

Ho detto a tutti i tifosi di stare tranquilli. Non dobbiamo parlare di un caso Icardi, sono dinamiche tipiche di una società di calcio, soprattutto quando c’è un accordo in scadenza all’orizzonte. Non credo ci saranno problemi, entrambe le parti hanno l’intenzione di proseguire insieme il rapporto. E questo è un comune denominatore di buon auspicio per il futuro.

Sospiro di sollievo. Domani, martedì, potrebbe essere il giorno giusto per sedersi intorno ad un tavolo. Marotta aspetta Wanda Nara, il primo incontro è andato a vuoto. L’offerta di 6 milioni di euro all’anno non ha ricevuto risposta. Nessun problema, se ne parlerà ancora. L’idea è comunque di non portare la questione per le lunghe.

"L'Italia non è un paese razzista"

Marotta è poi tornato sull’argomento razzismo nel calcio. A San Siro, contro il Benevento, si è giocato a porte chiuse dopo la squalifica per cori razzisti diretti a Koulibaly nel match contro il Napoli:

L’Italia non è un paese razzista. Certi gesti vanno condannati, ma non è giusto che paghino tutti i cittadini che hanno il diritto di assistere ad una partita. La colpa del razzismo negli stadi non è solo dello sport, ma va ricercata nella società civile. Serve collaborazione del governo e dei vari enti affinché si crei cultura.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.