NFL: super Mahomes, Anderson e Gurley dominano, passano Chiefs e Rams

Mahomes domina la difesa dei Colts, Anderson e Gurley saccheggiano quella dei Cowboys, così Chiefs e Rams passano il turno.

Anderson la sorpresa del divisional Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Gli appassionati NFL ritengono, a ragione, che il weekend del divisional round playoffs sia il migliore di tutta la stagione: le migliori otto squadre dell’anno in campo, quattro il sabato e quattro la domenica per una scorpacciata di football non solo a livello quantitativo, ma anche qualitativo. Nel sabato italiano l’accoppiata di partite era di sicuro interesse con i Kansas City Chiefs e i Los Angeles Rams che esordivano nei playoffs, rispettivamente contro gli Indianapolis Colts vincenti a Houston e i Dallas Cowboys dopo il successo interno contro i Seahawks.

Ad aprire le danze sono i Chiefs di Patrick Mahomes, mettendo in chiaro ben presto le cose con un primo quarto ad alto voltaggio che li porta in vantaggio di due segnature molto presto. I Colts sono letteralmente impotenti dal punto di vista difensivo (e non sono stati i soli in questa stagione ad Arrowhead), ma lo sono anche da quello offensivo dove non riescono a prendere un singolo primo down in tutto il periodo iniziale, porgendo il fianco a un attacco che non sembra avere punti deboli nonostante il fattaccio Kareem Hunt. Da quel vantaggio i Chiefs non si sono più voltati indietro portando a casa il match agevolmente per 31-13.

Nella notte sono i Rams ad avere la meglio sui Dallas Cowboys grazie a una partita che, contrariamente a quelle che potevano essere le aspettative, è stata giocata quasi completamente via terra e non solo con il fenomeno Todd Gurley, ma con Cj Anderson che ha messo a ferro e fuoco la pass rush dei Cowbys correndo per 123 yards totali e due touchdown. Prescott aveva iniziato bene il match mettendo a segno la prima marcatura piena, ma poi la difesa dei Rams e qualche lancio non esattamente sul bersaglio ha reso difficili le cose. Nonostante questo, Dallas è stata in partita fino all’ultimo, ma il primo down di Anderson dopo il two minutes warning ha chiuso i conti sul 30-22.

NFL: il fenomeno Mahomes, Colts inermi e la fine di Vinatieri?

C’era molta curiosità nel vedere l’approccio di Patrick Mahomes con i playoffs NFL, tanto che le telecamere hanno spesso indugiato sul padre molto teso seduto in tribuna a guardarlo. Se il problema poteva essere rompere il ghiaccio, Mahomes ha condotto due drive iniziali esemplari, mettendo in moto il suo braccio e soprattutto evidenziando le sue letture al cospetto di una difesa che dopo la mattanza contro i Texans sembrava impaurita e quasi impreparata. Tyreke Hill è stato un target sempre colpibile, ma un paio di ricezioni di Travis Kelce (una clamorosa dopo un lancio altrettanto incredibile di Mahomes) e la capacità di colpire tutte le zone libere della difesa, hanno portato i Chiefs alla fuga molto presto.

Un’ulteriore colpo alle speranze dei Colts arriva dal più insospettabile dei protagonisti, infatti a fine primo tempo, Luck inscena un drive fantastico per accorciare le distanze, ma Adam Vinatieri sbaglia il field goal più ravvicinato della sua carriera NFL prendendo il palo e vanificando ogni sforzo. Anche nel finale, quando Luck riporta i suoi in endzone, Vinatieri potrebbe mettere un field goal e un touchdown tra le squadre, ma sbaglia clamorosamente anche l’addizionale che, a conti fatti, avrebbe influito poco vista la successiva segnatura dei Chiefs, ma forse chiude la sua carriera in maniera non degna del fenomeno che Adam è stato. I Chiefs ora attendono la vincente di Patriots-Chargers, ma sicuramente hanno scacciato ogni tipo di fantasma che avrebbe potuto occupare malignamente la loro mente.

Rams di corsa, difesa dei Cowboys dominata

Sappiamo dall’inizio della stagione che le armi offensive a disposizione di McVay sono praticamente illimitate, ma difficilmente ci saremmo aspettati di vedere CJ Anderson a 132 yards di corsa e due touchdown, assieme a un Gurley da 115 e un TD. Sono state 5.7 yards a portata per i Rams che hanno annichilito la pass rush avversaria con Goff che ha potuto limitarsi a un compitino senza sporcare il foglio. Nel primo tempo il time of possession dei Rams era ai limiti dell’impensabile con un paio di 3&out dei Cowboys dopo la prima segnatura e il 20-7 della pausa lunga come naturale conseguenza.

Nella ripresa Prescott ed Elliott riaccendono gli animi dei Cowboys con la segnatura e la conversione che riporta tutto a un solo possesso, ma i Rams tornano a macinare, segnando con Anderson, ma venendo ancora messi alla prova dal touchdown di Prescott a ridosso del two minutes warning. Garrett si fida della difesa e rinuncia all’onside kick, avendo anche tre timeout a disposizione, ma uno scramble più trovato che cercato di Goff sul terzo down fa muovere la catena e quando Anderson in una vera e propria resurrezione NFL guadagna un nuovo primo down è festa grande a Los Angeles per la prima vittoria nei playoffs del ciclo McVay e l’attesa di sapere tra Saints ed Eagles chi sarà l’avversario del championship.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.